Lost 6, parlano Elizabeth Mitchell e Cuse&Lindelof

Lost 6, parlano Elizabeth Mitchell e Cuse&Lindelof

Intervista fiume di EW

    Intervista fiume di EW.com ad Elizabeth Mitchell, non solo per il debutto di V., il remake dei Visitors al via stasera (su ABC), ma anche e soprattutto su Lost: l’indicazione è però sempre quella: se odiate gli spoiler, meglio non continuare!!

    Secondo quanto dichiarato da Damon Lindelof e Carlton Cuse, Juliet è morta, una decisione brutale ma che non impedirà all’attrice di apparire in più episodi di questa sesta ed ultima stagione di Lost, visto che – ha rivelato Cuse – “c’è qualcosa di significativo che non abbiamo ancora scoperto sul personaggio di Juliet“.

    E proprio la Mitchell ha rivelato che finito di girare l’ultimo episodio della quinta stagione “non pensavo di tornare, per me era un grande e straziante addio, con Josh che tentava di tenermi ma poi non ce la faceva più ed ha dovuto lasciarmi andare. E poi, essere intrappolati in un buco…non è il vostro peggiore incubo? Quando me ne sono andata erano tutti dispiaciuti, Evangeline Lilly è stata molto solidale, tutti sono venuti a dirmi addio, anche Jorge [Garcia] che ha portato lo champagne. E’ stata un’esperienza catartica ed emozionante. Come tornerò? Probabilmente nel modo in cui tutti vi aspettate, ma i Darlton sono due geni, quindi chissà….”.

    La Mitchell si è anche detta lieta di aver potuto interpretare una scena così emozionante, mentre Cuse ha rivelato che la scelta di uccidere Juliet è stata presa perché “con l’avvicinarsi della fine abbiamo scoperto che alcuni personaggi non ce l’avrebbero fatta. Così abbiamo dovuto fare scelte difficili come uccidere Juliet, sentivamo che la storia potesse essere genuina ma soprattutto ‘potente’ per chiudere la quinta stagione dello show. Ma Juliet è uno dei nostri personaggi preferiti, ed una delle persone migliori che abbiano mai lavorato in questo show“.

    Damon Lindelof ha invece spiegato che Juliet “ci ha dato sempre più di quanto ci aspettassimo, è sempre stata dolce e carina, quando le abbiamo dato la brutta notizia è stata molto comprensiva…“, una reazione che l’attrice ha spiegato essere perfettamente normale “visto che pensavo di durare solo un anno: pensavo che il personaggio non sarebbe piaciuto a nessuno, non pensavo fosse una persona piacevole anche se io me ne sono innamorata: non doveva essere bella, né sexy, ma doveva essere misteriosa.

    Però alla fine della quinta stagione, Lindelof e Cuse mi hanno detto che non avevano più storie da raccontare, sono stati onesti con me e mi sono sembrati anche tristi“.

    Cuse ha aggiunto che vista la varietà di personaggi nello show alcuni restano nell’ombra ed altri splendono, come Juliet…che però ad un certo punto è diventata meno importante rispetto ad altre cose. “Per noi è una cosa frustrante – ha detto Cuse – come avere un garage pieno di auto e poterne usare solo una per andare al lavoro. Ma siamo riusciti a preparare un’uscita fantastica per lei, che poi non è neanche un uscita, visto che in Lost morire non significa aver finito con la serie“.

    Secondo Lindelof, Juliet ha praticamente “partorito” la sesta stagione, “è completamente responsabile per il finale dello show, ed i personaggi in questa sesta stagione saranno visti sotto una luce differente. Le abbiamo fatto far esplodere la bomba per una ragione – ha concluso il produttore/sceneggiatore – ed è per questo motivo che è importante per noi e per l’architettura della storia“.

    724

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI