Lost 5, arrivano i flash present

Lost 5, arrivano i flash present

Lost, parlano Damon Lindelof e Carlton Cuse: flashpresent, flashback, flashforward, personaggi morti e orsi polari

da in ABC, Interviste, Lost, Serie Tv, Serie TV Americane, Spoiler, Video, Carlton Cuse, Damon-Lindelof
Ultimo aggiornamento:

    L’abbiamo attesa, esaminata, spoilerata, immaginata…e finalmente è tornata: parliamo della quinta stagione di Lost, finalmente tornata sugli schermi della ABC in tutto il suo splendore (e qualche mal di testa; nel video postato qui sopra, realizzato da Animosity Pierre, l’effetto che fa guardarsi Lost in poco meno di tre giorni; il resto dell’intervista, più o meno spoilerosa, è da evitare se siete facili prede del mal di testa… :-) )

    Nei giorni scorsi Michael Emerson aveva anticipato che oltre ai flashforward e ai flashback ci sarebbero stati anche i flash-presents, ma intervistati da Kristin di E! Online Damon Lindelof e Carlton Cuse hanno spiegato che i flash present sono, praticamente, la narrazione di quanto accade nel presente.

    Il tempo, ha detto Cuse, è una cosa relativa, e non vogliamo essere bloccati da un solo modo di raccontare, così abbiamo portato alcuni dei nostri personaggi fuori dall’isola (anche se adesso stanno tentando di tornarci); altri sono sull’isola ma stanno andando a spasso nel tempo, e potremmo introdurre altri personaggi che sono in luoghi e tempi differenti.

    Faremo avanti e indietro con la storia, non solo con i tradizionali flashback e flashforward, ma anche con i flashpresent“.

    Ma siccome non tutti i telespettatori sono interessati ai viaggi nel tempo, il modo per mantenere viva l’attenzione (e anche alta l’audience, dopo la semi-debacle delle prime due puntate) è quello di far ‘ruotare’ i personaggi in modo che tutti siano accontentati: “di qui la scelta, ha detto Lindelof, di mettere Dan Faraday, lo scienziato che sa tutto dei viaggi nel tempo e del continuo spazio-temporale, assieme a Sawyer, la cui unica preoccupazione era quella di infilarsi una maglietta“. Si tratta, insomma, di “mantenere un certo senso di realtà nello show: se un orso polare esce correndo dalla giungla, certo, puoi sederti e interrogarti da dove sia spuntato fuori, ma la cosa più importante è sparargli prima che ti mangi“.

    Quanto ai personaggi morti, “Lost ha sempre fatto vanto della sua abilità di raccontare il passato, ha detto Lindelof, e di far rivedere facce scomparse: Christian Shephard, ad esempio, era morto prima che l’aereo partisse da Sydney, ma ha quasi lavorato più di molti attori nello show“. “Visto l’andazzo, ha aggiunto Carlton Cuse, alcuni attori non sono minimamente preoccupati di essere uccisi, tanto lavoreranno lo stesso, se non di più“.

    521

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ABCIntervisteLostSerie TvSerie TV AmericaneSpoilerVideoCarlton CuseDamon-Lindelof