Lo staff del Saturday Night Live licenziato (aggiornamenti sullo sciopero)

Lo staff del Saturday Night Live licenziato (aggiornamenti sullo sciopero)

Rimandata a primavera 2008 la quarta stagione di House MD su Canale 5

    wga strike

    Consueto aggiornamento con lo sciopero degli sceneggiatori americani, ancora brutte notizie.

    Partiamo dalla notizia peggiore, visto che coinvolge un sacco di persone: lo staff del Saturday Night Live è stato licenziato in tronco dalla NBC. Il programma, giunto alla sua trentatreesima stagione, è uno show comico/satirico di 90 minuti, ed è stato interrotto a causa dello sciopero. Secondo il New York Post, “è stato licenziato circa il 90 %”, mentre il The Washington Post riporta che i licenziati non hanno ricevuto alcuna liquidazione, al contrario di quanto successo per lo staff di The Tonight Show with Jay Leno, di Late Night with Conan O’Brien e di Last Call with Carson Daly.
    Rimane quindi incerto il numero delle persone che hanno perso il lavoro, anche se alcuni stimano che si tratti di una cinquantina di persone: la NBC, comunque, non ha commentato ufficialmente la vicenda. Sempre la NBC, inoltre, ha deciso di dare il via ad una versione vintage di “The Tonight Show with Jay Leno“: si tratta di cinque episodi nei quali sono apparsi Tom Hanks (1992), Julia Roberts (1993), Jennifer Aniston e Johnny Depp (1995) e Matt Damon (2000).

    sandra oh wga strike

    Intanto, le reti fanno i conti con quanto costa lo sciopero, arrivato alla sua terza settimana: televisioni e studios cinematografici hanno perso, secondo i conti del Los Angeles Times basate su cifre fornite da FilmL.A. Inc (gruppo che promuove l’industria cinematografica), oltre 21 milioni di dollari al giorno. Secondo Steve MacDonald, presidente della Film L.A., “se lo sciopero continuerà avrà un enorme impatto sull’economia locale e sui lavori della classe media”, come ha dichiarato il presidente Steve MacDonald.

    Ricordiamo che le due parti, Writers Guild of America e la Alliance of Motion Picture & Television Producers, che non hanno più contrattato dall’inizio dello sciopero, si riuniranno lunedì prossimo per tentare di trovare un accordo. Secondo i conti della FilmL.A. Inc., tutti gli show interessati dallo sciopero, 44 serie che durano all’incirca un’ora e 21 sitcom da 30 minuti, l’80% delle quali trasmesse in prima serata, danno lavoro a 10.000 persone, che hanno perso l’indotto derivatogli dal lavorare in una produzione, con conseguente danno per tutta l’economia: “Queste 10,000 persone non vengono pagate, quindi non spendono denaro come normalmente farebbero”, ha spiegato ancora MacDonald, senza contare che i calcoli sul personale non comprendono gli show serali, le soap e i talkshow mattutini. Secondo i calcoli dell’Hollywood Reporter, lo sciopero a causato danni per 80 milioni di dollari al giorno per l’economia losangelina, e potrebbe portare oltre 33.000 persone a perdere il lavoro.

    wga strike

    Infine, lo sciopero ha conseguenze anche sui palinsesti di Mediaset: dopo aver annunciato che gli episodi di Dr House sarebbero stati trasmessi a breve distanza dalla messa in onda americana (una replica e un nuovo episodio alla settimana), pare che Canale 5 abbia rimandato la trasmissione della quarta serie alla primavera 2008, visto che lo sciopero ha permesso il completamento di soli 13 episodi della serie medica. I fan italiani possono comunque rivedere il burbero dottore, probabilmente nei primi mesi del 2008, al fianco di Keanu Reeves nel film “The Night Watchman“, che, ambientato a Los Angeles, parla di un poliziotto (Tom Ludlow, interpretato da Reeves) che viene accusato dell’omicidio della moglie: investigando per salvarsi dalle accuse, Tom finisce per scoprire in un caso di corruzione all’interno del suo dipartimento.

    665

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI