Lo sciopero degli sceneggiatori è costato 2,5 miliardi di dollari

Lo sciopero degli sceneggiatori è costato 2,5 miliardi di dollari

Secondo l’Economic Forecast Report (uno studio fatto dal dipartimento economico della contea di Los Angeles, ndr) lo sciopero degli sceneggiatori è costato all’area di Los Angeles e dintorni 2,5 miliardi di dollari, con la sola cancellazione della cerimonia dei Golden Globes che ha fatto sfumare guadagni stimati 60 milioni di dollari

    wga strike

    Secondo l’Economic Forecast Report (uno studio fatto dal dipartimento economico della contea di Los Angeles, ndr) lo sciopero degli sceneggiatori è costato all’area di Los Angeles e dintorni 2,5 miliardi di dollari, con la sola cancellazione della cerimonia dei Golden Globes che ha fatto sfumare guadagni stimati 60 milioni di dollari.

    Il rapporto, lungo 71 pagine, spiega che le perdite più consistenti sono da considerarsi ai danni di imprese non direttamente coinvolte nel business delle produzioni televisive, ovvero ristoranti, hotel, negozi di fiori e quanto altro (tutte attività che, secondo Kyser, inciderebbero sull’economia di Los Angeles per una cifra stimabile in oltre 20 miliardi di dollari): e se ad oggi WGA e AMPTP si sono accordate, a peggiorare ancora di più le cose potrebbe essere l’eventuale sciopero del sindacato degli attori, che tutt’ora deve risolvere le sue vertenze. Secondo Jack Kyser, capo economista del dipartimento, le perdite non sono comunque da addebitarsi solo al braccio di ferro (durato tre mesi) tra i produttori e gli sceneggiatori: se anche i 2,5 miliardi sono “largamente” imputabili alla disputa, ci sono altri fattori che hanno pesato sul “buco”, in particolare la crisi dei mutui e del turismo.

    “Il pericolo più grande, dice Kyser, è rappresentato ora dallo Screen Actors Guild, che potrebbe non trattare con gli studios. Sperabilmente, comunque, il record negativo è stato segnato quest’anno”. Unico dato positivo, i 2,5 miliardi sono 3,2 miliardi in meno di quanto stimato precedentemente da Kyser, ma sempre 2 miliardi in più di quanto costò lo sciopero degli sceneggiatori nel 1988, che con i suoi 153 giorni fece perdere alla contea di Los Angeles 500 milioni.

    318