‘ll Volo’ di Roberto Cenci: dal trio di Ti lascio una canzone all’Isola dei Record

‘ll Volo’ di Roberto Cenci: dal trio di Ti lascio una canzone all’Isola dei Record

ll Volo di Roberto Cenci: dal trio di Ti lascio una canzone all'Isola dei Record

    cecni e il volo

    Il Volo“…di Roberto Cenci? Non solo l’ex trio di Ti lascio una canzone incoronato vincente al Festival di Sanremo 2015, ma anche un “volo” televisivo avvenuto negli anni non troppo in sordina: il regista è infatti passato dai fasti di Ti lascio una canzone agli attuali successi dell’Isola dei Famosi 2015 e Lo Show dei Record (da domani, Canale 5, 21.10), sempre dietro la macchina da presa. Ecco perché fa strano vedere un regista come Cenci – che certo non ha bisogno di conferme professionali – rilasciare simili dichiarazioni a un giorno dalla vittoria de “Il Volo” al Festival della canzone italiana. Ci puzza di ostilità pregresse con mamma Rai (o “matrigna”).

    Anche ora, come negli anni 2000, il legame di Roberto Cenci con il Biscione è forte, tant’è che l’azienda ha chiamato lui per la regia della nuova rinnovata edizione dell’Isola dei Famosi affidandogli poco prima, ma in onda da domani sera, anche quella della stagione 2015 de Lo Show dei Record retta e corretta da Gerry Scotti. Senza dimenticare che proprio lui, ha contribuito alla nascita di quell’Amici primariamente “artistico”, vedendosi stoppato anni dopo “Baila!“, lo show di Barbara D’Urso da lui diretto, non gradito dalla Rai.

    Nonostante questo, dopo l’addio a Ti lascio una canzone nel 2008 non certo con climi sereni – chiese anche di togliere il suo nome dai titoli del programma, ma sostanzialmente rifece lo show a Mediaset con Io Canto – il regista ha voluto puntualizzare quasi “baudianamente” (“l’ho inventato io”, direbbe il Pippo della TV) circa la nascita artistica del gruppo musicale trionfatore quest’anno al Festival:

    I miei ragazzi” li ha chiamati così su Facebook in un post. E ha precisato: “Mi permetto solo oggi di dire i ‘miei’ perché se un giorno del 2009 in un seminterrato a nord di Roma non li avessi scelti uno per uno e se poi, in corso d’opera a “Ti lascio una canzone” (programma ideato da me) non li avessi uniti per riproporre un trio ben più famoso e di grande spessore, sicuramente tutto questo non sarebbe successo! Auguro tutto il bene ai ragazzi anche se raramente ho sentito un ringraziamento nei miei confronti.

    Ma so che non dipende da loro. Questo è quello che succede in questo paese dove a volte la memoria è veramente corta! Ma a me va bene anche così”, ha fatto sapere.

    La memoria sì, talvolta è un po’ corta, purché lo sguardo sia lungimirante.

    515

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI