Little Britain, serie nata per la radio che riscuote successo in tv

Little Britain, serie nata per la radio che riscuote successo in tv

Realizzata tra il 2003 e il 2006, la serie conta venti episodi suddivisi in 3 stagioni, più cinque speciali, che MTV trasmetterò con i sottotitoli

    little britain

    Su MTV è partita il 21 settembre alle 23 Little Britain, serie tv british che, inizialmente pensata per la radio (BBC 4), è poi approdata in tv (BBC), catturando l’attenzione di milioni di telespettatori.

    Realizzata tra il 2003 e il 2006, la serie conta venti episodi suddivisi in 3 stagioni, più cinque speciali (in cui sono apparsi, tra gli altri, Elton John, George Michael e Robbie Williams), che MTV, proprio per non rovinare la comicità britannica (che comunque in molti episodi si rovina da sola), trasmetterà con i sottotitoli. Trasmessa originariamente dalla BBC e già passata in Italia su Canal Jimmy, la serie vede come creatori/protagonisti Matt Lucas e David Walliams, che interpetano tutti i personaggi principali.

    Ogni sketch di Little Britain, il cui titolo è un mix delle parole “Little England” e “Great Britain”, è introdotto dalla voce di Tom Baker (il quarto Dottore della storica serie inglese Doctor Who), porta in scena personaggi originali, tra cui meritano una menzione speciale Vicky Pollard, studentessa-mamma dalla parolaccia facile, Daffyd Thomas, un giovane che crede fermamente di essere “the only gay in the village”, salvo poi doversi costantemente ricredersi; Sebastian, l’effeminato assistente del primo ministro (interpretato da un attore tremendamente somigliante a Tony Blair), innamorato del suo capo, Emily Howard, un travestito che si considera una donna a tutti gli effetti e che tenta di convincere tutti di essere una vera “lady” (non certo grazie all’aiuto della sua “amica” Florence), Andy Pipkin, finto invalido davvero tremendo, Marjorie Dawes, obesa leader dei Fat Fighters (un gruppo di ‘dietisti’), tutti tesi a mettere in ridicolo, esagerandoli alquanto, gli aspetti meno conosciuti della “Great Britain”.

    Visto il successo riscosso in Gran Bretagna, Matt Lucas e David Walliams stanno pensando ad una versione per l’america (verrà trasmessa dalla HBO): i due attori/sceneggiatori saranno aiutati da Simon Fuller e un folto gruppo di sceneggiatori.

    Lo stesso Lucas ha rivelato che sia lui che Walliams stanno “facendo pratica con un coach” per ‘imparare’ l’accento americano, e che la nuova serie avrà “vecchi e nuovi personaggi” (sembra dieci). Little Britain America, che per ora sarà composta da 6 episodi ‘pilota’, verrà girata nel gennaio 2008, e andrà in onda sulla HBO probabilmente la prossima estate. Di “Little Britain” esistono già due ‘remake’, russo e israeliano, che però non hanno nulla a che fare con la serie originale e in cui Walliams e Lucas non sono stati coinvolti.

    469