Lite Travaglio-Santanchè, inizio di fuoco per La gabbia di Paragone

Lite Travaglio-Santanchè, inizio di fuoco per La gabbia di Paragone

Lite tra Marco Travaglio e Daniela Santanchè nella prima puntata de La gabbia

    Non c’è talk show che si rispetti senza una bella lite. Ieri sera Gianluigi Paragone ha invitato Marco Travaglio e Daniela Santanchè alla prima puntata de La gabbia: come prevedibile (e probabilmente come auspicato dallo stesso conduttore), la discussione è degenerata e i due se ne sono dette di tutti i colori.

    Inizia con il botto La Gabbia, il nuovo talk show di La7 con Gianluigi Paragone. Il giornalista ha pensato bene di invitare a prendere parte alla discussione Marco Travaglio e Daniela Santanchè: il tema principale da trattare era la possibile decadenza di Silvio Berlusconi dalla carica di senatore. Tuttavia, fin da subito, il dibattito si è incanalato verso tutt’altri binari.

    La prima ora di trasmissione è stata praticamente un Travaglio-Santanchè show. La deputata del PdL, per sviare il discorso dal tema centrale della trasmissione, ha parlato della condanna civile definitiva a carico di Travaglio, reclamando “il diritto di chiamarlo delinquente“, e delle vacanze che il giornalista avrebbe fatto con persone vicine alla mafia; dal canto suo, il vice-direttore de Il fatto quotidiano non si è certo tirato indietro e ha invocato, per la Santanchè, prima l’intervento di un esorcista e poi un trattamento sanitario obbligatorio. Il dibattito si è poi trasformato in una discussione da osteria abbastanza squallida, con Travaglio che compatisce ironicamente la Santanchè perché “quando si guarda allo specchio tutte le mattine, vede la Santanchè” e la deputata che risponde che non è sicura che a Travaglio piacciano le donne, visto il trattamento che ha riservato a lei.

    A Paragone non è sembrato vero di poter aizzare la polemica, affermando che la Santanchè sembra quasi che ci goda a stuzzicare Travaglio: “Godere e le donne, con Travaglio, non lo so…“, risponde la Santanchè; “Le posso assicurare che non avrà mai modo di verificarlo“, chiosa Travaglio.

    I due non sono nuovi a queste sceneggiate: si erano affrontati a Servizio pubblico sia un anno fa che la scorsa primavera. Travaglio e la Santanchè, inoltre, si sono già resi protagonisti, questa settimana, di due siparietti niente male, rispettivamente a Otto e mezzo e Piazzapulita. Più che altro a deludere è Paragone: aveva promesso un programma “innovativo” e invece ha tirato fuori la solita inutile lite televisiva.

    462