Lindsay Lohan in carcere, pena ridotta a 14 giorni

Lindsay Lohan in carcere, pena ridotta a 14 giorni

La bad girl di Hollywood Lindsay Lohan è stata trasferita martedì 20 luglio nel carcere femminile di Los Angeles, a Linwood, ma la sua pena è stata ridotta da 90 a 14 giorni di prigione

    Alla fine il ricovero spontaneo in un centro di riabilitazione per dipendenti da alcol e droga non è servito a niente e martedì le porte di un carcere americano si sono aperte per “accogliere” Lindsay Lohan. La 24enne attrice però, per la gioia sua e dei suoi fan radunatisi in massa davanti al tribunale prima del suo trasferimento in prigione, non vi resterà rinchiusa a lungo: nonostante sia stata condannata a 90 giorni di galera per aver violato gli obblighi previsti dal giudice dopo la condanna per guida in stato di ebbrezza risalente al 2007, Lilo uscirà prima, molto prima, del previsto.

    Ebbene sì, la pena a cui Lindsay Lohan è stata condannata lo scorso 6 luglio per aver violato i termini del rilascio sulla parola cui era sottoposta dal 2007 (quando fu pizzicata a guidare in stato di ebbrezza), è già stata ridotta da 90 a soli 14 giorni di prigione e per questo LiLo deve ringraziare il cronico problema del sovraffollamento delle carceri californiane.

    La giovane attrice sconterà dunque solo due settimane nel carcere femminile di Los Angeles, lo stesso in cui è stata rinchiusa per 23 giorni l’amica Paris Hilton e dove è stata trasferita martedì 20 luglio, con le manette ai polsi e la classica tuta arancione dei detenuti americani, al termine dell’udienza in un tribunale di Beverly Hills davanti al quale si era radunata una folla di suoi fan.

    Oltre alla riduzione della pena la Lohan ha ottenuto dalla giudice Marsha Revel anche l’isolamento, in una cella di nove metri quadrati, a garanzia di privacy e incolumità dalle altre detenute. E dopo il carcere la sexy LiLo, che ha provato ad evitare il carcere facendosi ricoverare in un centro di rehab per dimostrare la sua reale intenzione di disintossicarsi, dovrà seguire per tre mesi un programma di riabilitazione per dipendenti da alcool o droga.

    L’ex baby star della Disney, che su Twitter aveva postato che mai si sarebbe aspettata una chiamata per la prigione, dovrebbe dunque lasciare l’istituto penitenziario di Lynwood il prossimo 2 agosto, in tempo per l’uscita del suo ultimo film, Machete di Ethan Maniquis e Robert Rodriguez con Danny Trejo, in lizza per la Mostra del Cinema di Venezia. Vuoi vedere che alla fine la vedremo pure sfilare sul red carpet della città lagunare?

    422