Lilyhammer, l’ex Soprano Steve Van Zandt torna mafioso per i norvegesi (e Netflix)

Lilyhammer, l’ex Soprano Steve Van Zandt torna mafioso per i norvegesi (e Netflix)

Lilyhammer, l'ex Soprano Steve Van Zandt torna ad interpretare il ruolo del mafioso: la serie norvegese, in otto episodi, sarà trasmessa in America dal servizio di noleggio online Netflix

    Lilyhammer

    Steve Van Zandt – il Silvio Dante de I Soprano – torna in tv nel ruolo di un mafioso: a trasmettere Lilyhammer, questo il titolo dello show (norvegese e originale per Netflix) che lo vede protagonista, sarà il servizio di streaming Netflix, in passato noleggiatore di dvd con serie tv e film già usciti su altri canali o al cinema, ma ultimamente molto attivo nella ricerca di programmi originali – si veda House of Cards con Kevin Spacey e la miniserie tv in 10 episodi di Arrested Development – da trasmettere in streaming e su tv connesse ad internet. Appuntamento al 6 febbraio, quando Netflix renderà disponibili online tutti e otto gli episodi della serie tv norvegese.

    Se siete orfani dei Soprano, oltre a Nurse Jackie con Edie Falco e in attesa di rivedere James Gandolfini al lavoro su uno show seriale, potete consolarvi con Lilyhammer, dark comedy norvegese con protagonista Steven Van Zandt, chitarrista della E Street Band, che il prossimo 6 febbraio verrà trasmesso online, su tablet, computer e tv connesse ad internet dal servizio di streaming Netflix.

    La messa in onda degli otto episodi sarà integrale, ossia la serie sarà visibile tutta, e da subito, senza necessità di aspettare la settimana prossima.

    Lilyhammer

    Lilyhammer, in particolare, segue le avventure del mafioso Frank ‘The Fixer’ Tagliano, che dopo essersi pentito ed aver ‘cantato’ sul suo boss, entra nel programma di protezione testimoni: da fanatico di sport, il nostro vuole essere trasferito a Lillehammer (da lui chiamata Lilyhammer), la località norvegese che ospitò le Olimpiadi invernali del 1994, che lui pensa essere un paradiso di aria buona, neve frega e belle strade, molto lontano da Los Angeles e dalla mafia… ma sarà proprio così? In realtà, come scopriremo nel corso dei primi otto episodi, la transizioni da boss newyorkese rispettato a immigrato americano e senza lavoro in Norvegia non sarà facile, e che forse bisognerà rispolverare alcuni dei vecchi metodi…

    Lilyhammer

    Lilyhammer, creato da Anne Bjornstad e Eilif Skodvin, è stato già rinnovato per una seconda stagione sempre da otto episodi: Netflix la presenta come ‘una serie molto divertente e occasionalmente brutale sullo scontro tra due diverse culture‘ e annuncia che la renderà immediatamente disponibile per intero, visto che ‘se vi piace il primo episodio, non c’è bisogno di aspettare la prossima settimana per averne un altro‘. ‘Netflix è la casa perfetta per uno show così peculiare – aggiunge Van Zandt, che di Lilyhammer è protagonista, produttore e sceneggiatore – sono molto attento nei progetti che scelgo, e questo era molto eccitante a livello di sceneggiatura, personaggi e per la fascinosa cultura della Norvegia‘.

    576

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI