Lilli Gruber ritorna in Rai? La giornalista al posto di Maccari alla direzione del Tg1

Lilli Gruber potrebbe tornare in Rai al Tg1, la giornalista di La 7 sarebbe in lizza per sostituire l'attuale direttore Alberto Maccari

da , il

    Lilli Gruber torna in Rai al TG1

    Lilli Gruber potrebbe tornare in Rai alla guida del Tg1. La giornalista ex parlamentare europea, ora alla guida di Otto e mezzo su La 7 (confermato per altro nei palinsesti 2012-2013 della rete) potrebbe prendere il posto di Alberto Maccari. La notizia, riportata dalla Repubblica, essere il prossimo direttore del Tg1. Lo scrive Goffredo De Marchis su Repubblica, e in una Rai in pieno “restyling” il nome della altoatesina, ex storica inviata della prima del Golfo e ex storica anchorwoman piace a viale Mazzini.

    Il contratto di Maccari è in scadenza, il giornalista sostituì l’ex direttore Augusto Minzolini dopo il rinvio a giudizio, e c’è chi avanza il nome dell’ex giornalista Rai per sostituirlo. Secondo la Repubblica, la Gruber con il suo curriculum sarebbe perfetta per ricoprire il ruolo di direttore del Tg1: ‘Esperienza internazionale, curriculum da inviata, alcuni anni a Bruxelles come eurodeputata del Pd‘. E come se non bastasse la rossa di Otto e mezzo è una delle giornaliste con più respiro internazionale (grazie alla sua esperienza in Europarlamento, alle sue origini tedesche e al marito, il francese Jacques Charmelot.

    Non solo a farla entrare ulteriormente nelle grazie di Mario Monti, l’invito del gruppo Bildeberg, l’incontro annuale a cui partecipa il gotha dei banchieri e degli economisti più influenti. Al Bildeberg per anni è stata una presenza fissa il nostro attuale presidente del governo e grazie a tutta questa esperienza con un’ipotetica direzione Gruber, il Tg 1, secondo il giornalista de la Repubblica Goffredo de Marchis ‘avrebbe un respiro più europeista e globale, quindi più sganciato dai partiti e più vicino ai dossier che il governo è chiamato a maneggiare ogni giorno‘. La direzione della Gruber si avvicinerebbe poi un po’ di più all’idea del Tg1 che il governo tecnico ha ‘diverso dai canoni classici e lontano dagli equilibri delle forze politiche‘. Meno panini (in gergo le dichiarazioni dei politici dei diversi schieramenti) e più Europa, anche se si sta parlando di un’ipotetica candidatura non va dimenticato che una delle poche ospitate televisive del premier da quando è stato eletto, è stato proprio il salotto di Otto e mezzo, il programma che già da qualche anno è condotto dalla Gruber. La striscia informativa dopo il Tg di Mentana che è stata anche confermata nei palinsesti 2012-2013.

    Un altro nodo da sciogliere, ma questo è un altro problema per la Rai, è quello della direzione di Rai 2, Pasquale D’Alessandro – secondo alcune voci – sarebbe prossimo a dimettersi. Qualora, invece, dovesse andare in porto la rinnovazione del Tg1 cambierebbero le carte in tavola anche per gli altri telegiornali della rete, ma va specificato che la candidatura della Gruber alla direzione del Tg1 è, per il momento, ancora un’ipotesi.