Life on Mars, Reaper, Knight Rider: le novità

Life on Mars, Reaper, Knight Rider: le novità

Dopo una vita passata al cinema, Harvey Keitel ha firmato un contratto, il primo, come regular di una serie tv: lo ha fatto per la ABC, rete per cui l’attore reciterà in Life On Mars

    keitel harvey

    Dopo una vita passata al cinema, Harvey Keitel ha firmato un contratto, il primo, come regular di una serie tv: lo ha fatto per la ABC, rete per cui l’attore reciterà in Life On Mars.

    Nel remake americano della serie britannica, Keitel sarà il Detective Gene Hunt, capo della sezione omicidi che usa ogni mezzo necessario per fare il suo lavoro; le riprese della serie inizieranno il 5 agosto, ed oltre a Keitel ci saranno Jason O’Mara (Det. Sam Tyler, il protagonista), Michael Imperioli (Det. Ray Caling) e Jonathan Murphy (Det. Chris Skelton).

    Siccome notoriamente chi dispressa compra, pare che David Hasselhoff, l’originale Michael Knight che poche settimane fa criticava aspramente la nuova serie della NBC, potrebbe apparire in Knight Rider, e non solo per un cameo: come hanno spiegato i creatori, “Michael può tornare solo per qualcosa di specifico, e per estendere la nuova mitologia“.

    Eriko Tamura, la dolce principessa samurai in Heroes, sarà il nuovo interesse amoroso di Sock, uno dei protagonisti di Reaper: la relazione sarà alquanto complicata, visto che Kristin, questo il nome del personaggio della Tamura, sarà la sorella acquisita di Sock, post matrimonio di sua (di Sock) madre con il padre di lei, che lo vedrà come un “grande fratello” e lui che ne sarà follemente infatuato.

    Nella seconda stagione della serie della CW vedremo anche Sean Patrick Thomas (Save the Last Dance) nel ruolo di Alan, un’anima scappata dall’Inferno che invece di farsi catturare manda Sam a farsi ‘un giro’ alquanto stupefacente; l’attore è per ora scritturato nella premiere, ma potrebbe diventare ricorrente.

    Dopo CSI Miami e The L Word, Elizabeth Berkley e suo marito Greg Lauren potrebbero avere uno show tutto loro: è quanto ha in mente MTV, che lo baserà su Ask-Elizabeth, i seminari di autostima creati dall’attrice. L’idea dello show, il cui titolo di lavorazione è lo stesso del negozio e del sito internet, ossia Ask-Elizabeth, sarebbe arrivata alla rete dalla stessa Berkley, che tiene dei seminari per tutto il paese dove le adolcescenti parlano dei loro problemi di autostima, peso, etc… “Avevamo l’idea di fare un programma del genere, spiegano da MTV quindi è stato proprio il caso di due idee che si incontrano; Ask Elizabeth non sarà solo uno show sui seminari della Berkley, ma potrebbe seguire anche alcuni casi specifici”.

    Dopo X Files, anche “The Twilight Zone” (Ai confini della realtà) potrebbe diventare un film: se nel 1983 la Warner ha rilasciato quattro film basati sulla serie, diretti da Joe Dante, John Landis, George Miller e Steven Spielberg, adesso TTZ, che va in onda su Sci Fi Channel e che ha un suo seguito fedele, potrebbe diventare un film: tra i protagonisti rumoreggiati, potrebbe esserci Leonardo Di Caprio, che ha citato la serie come uno dei suoi programmi preferiti.

    Chiudiamo, infine, con Samantha Who: Don Todd, co-creatore e produttore esecutivo della serie, ha firmato un contratto di due anni con gli ABC Studios (produttori della serie) che lo impegna a rimanere produttore della serie con protagonista Christina Applegate, e anche a sviluppare altri progetti: “Lo charme che ha fato al personaggio di Samantha, ha spiegato Mark Pedowitz, presidente ABC Studios, hanno fatto della serie un grande successo”.

    838