Licio Gelli conduttore per Odeon Tv

Licio Gelli conduttore per Odeon Tv

Che l’Italia abbia poca memoria è un fatto incontrovertibile. A dimostrarlo la scelta di Odeon Tv di ‘riciclare’ Licio Gelli, capo della loggia massonica P2 al centro di tanti misteri insoluti italiani, come conduttore di una trasmissione di storia, Venerabile Italia, in onda da domani ogni lunedì alle 22.20. I primi ospiti saranno Giulio Andreotti e Marcello Dell’Utri. In alto un momento della conferenza stampa.

Ai più giovani il nome di Licio Gelli non dirà nulla o quasi.Recentemente tornato alla ribalta della cronaca dello spettacolo per il film che Sony Pictures vorrebbe trarre dalla vita del venerabile maestro della Loggia massonica Propaganda 2, nei cui panni potremmo vedere George Clooney. La P2 fu al centro di un memorabile scandalo che coinvolse la società civile italiana nel lontano 1981. In quell’anno, infatti, furono pubblicate le liste degli aderenti alla loggia, tra cui spiccavano alti funzionari di Stato, esponenti di spicco delle Forze Armate, nonché personaggi dello spettacolo, come Maurizio Costanzo, o imprenditori, quale allora era Silvio Berlusconi.

Ma, come detto, la P2 appare in filigrana in molti misteri italiani, sia di natura stragistica sia finanziari. Gelli ha all’attivo varie condanne definitive: tra queste per tentato depistaggio delle indagini sulla strage alla stazione di Bologna (2 agosto 1980), per bancarotta fraudolenta nel fallimento del Banco Ambrosiano (su cui aleggia il mistero del ‘suicidio’ del banchiere Roberto Calvi) senza contare numerosi altri ‘sospetti’ che da tempo circondano la sua ‘organizzazione’.

Ora Licio Gelli, ancora ai domiciliari nella sua villa di Arezzo per la condanna per bancarotta, condurrà ogni settimana su Odeon Tv una trasmissione dall’eloquente titolo Venerabile Italia, che si presenta come una “ricostruzione inedita della storia dell’ultimo secolo dalla Guerra di Spagna agli anni ’80, dai salotti di Roma alle rive del lago di Como, dall’epoca fascista al crac del Banco Ambrosiano”, materia sulla quale Gelli è decisamente molto preparato. Se si decidesse a dire la verità sarebbe davvero una trasmissione epocale, ma stando alle affermazioni in conferenza stampa c’è poco da sperare.

389

Segui Televisionando

Dom 02/11/2008 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Lucyintheskywd 2 novembre 2008 21:07

Fermo restando il degrado di questo paese, che fà passare per un portato della democrazia il dare ampio margine di espressione a personaggi che fino a poco tempo fa scontavano la reclusione per reati gravissimi, vorrei fare una riflessione: cori di sdegno si sono levati da certi ambienti del mondo politico, e, come di prassi nel nostro Paese, è iniziata la stagione delle strumentalizzazioni. Come quelle di chi ha voluto vedere nelle parole dell’ex venerabile un diretto ed esplicito incoraggiamento all’attuale Premier a proseguire nell’attuazione del progetto di “riforma” un tempo teorizzato. Certo, se qualcuno aveva immaginato che, uscendo dal carcere, Gelli avrebbe intonato l’inno dell’”internazionale socialista”, non c’è da stupirsi che sia rimasto deluso. Ma, per la verità, non riesco a spiegarmi come mai parte della sinistra gridi allo scandalo per l’imminente debutto televisivo, quando, (come brillantemente fatto notare qui) in molti casi, tali voci di disapprovazione provengono proprio da coloro che, anni or sono, facevano la fila davanti alla sua porta e a quella di Henry Kissinger per essere ricevuti. A meno di non ritenere che, dietro ad un apparente sdegno, si celi, in realtà, la preoccupazione che, grazie al “megafono” televisivo, Gelli possa “pestare i piedi” a qualcuno, riesumando gli innumerevoli “scheletri“ che ancora oggi affollano l’armadio della prima Repubblica.

Rispondi Segnala abuso
Oares00 4 novembre 2008 05:05

Sembrava che l’Italia non potesse andare molto più giù di quanto già lo fosse 40 anni fa, quando emigrai, ma vedendo quanto negli ultimi anni accade ancora devo ricrermi: per l’Italia non esiste veramente un fondo abissale toccabile per la spinta per tornare su. Dio la Salvi dai Dinosauri!
Questo venerabile maestro, mediocre autodidatta, quindi pericoloso presuntuoso, adesso fa lezioni pubbliche davanti a persone educatamente perbene, probabilmente semplicemente rallegrate di apparire come ospiti pregiati in TV col venerabile in minuscola.
Come si può ingoiare senza batter ciglio tante stupidaggini?
Le stragi ci sono infatti sempre state, ma non dopo gli anni ’70, bensì sin dal risorgimento sanguinario di 150 anni fa e sono sempre state stragi di Stato in mano a gruppi devianti!
In Europa c’è una grande maggioranza di PERFETTE DEMOCRAZIE PARLAMENTARI, addirittura anche antiche Monarchie e antichissime Federazioni Popolari, che funzionano alla perfezione perchè manca la corruzione massonico-politica-mafiosa tipica italiana. I sistemi presidenziali invece, in tutto il mondo, sono spesso quelli meta-fascistiodi che NON FUNZIONANO AFFATTO BENE!
Il venerabile indottrinato-indottrinatore non sa che in tutta l’Europa civile gli operai lavorano seriamente (compreso gli immigrati italiani) senza occupazioni di fabbriche ne fastidi per le imprese, anzi come gelosi collaboratori, perchè adeguatamente retribuiti, apprezzati e rispettati nei loro diritti, contrariamente all’imprenditoria italiana dedita allo SFRUTTAMENTO DELLA FAME! Anche questo un immutabilmente fenomeno tipico italiano da quasi 150 anni. Le industrie negli Stati civili Europei da decenni sono in grado di produrre al 120% delle manovalanze indigene (cioè con oltre il 20% di lavoratori immigrati!) mentre le industrie italiane non sono mai state in grado di potenziare l’economia nazionale con più del 70-80% dei propri lavoratori (percui l’emigrazione forzata!).
L’economia italiana non produce, è vero, quanto dovrebbe e potrebbe, ma perchè è marcia di corruzione che DISTRUGGE L’ECONOMIA SANA! Produce principalmente per esportare capitali neri (evasione fiscale) e capitali sporchi (criminalità organizzata) in Svizzera e altri paradisi fiscali.
I fascisti non potranno mai vergognarsi di ciò che dicono se prima non vedono la documentazione nuda e cruda sul periodo della seconda guerra mondiale disponibile e divulgata nei paesi democratici antifascisti europei perchè tutte le vergognose malefatte nazi-fasciste-franchiste in Italia sono sistematicamente occultate. Il nazismo è nato e ha imparato dall’aggressione fascista italiana pre-nazista in nord-Africa. Hitler non avrebbe mai potuto fare nulla di quanto ha fatto senza il gran maestro Mussolini e non avrebbe dunque tanto meno potuto invadere l’Italia. Il primo vero vergognoso Stato populista dalle guerre di aggressione contro popoli pacifici e indifesi fu lo Stato Italiano di Mussolini! VIGLIACCHI ANCORA OGGI A NON PARLARNE!
La Magistratura sottoposta alla politica in un sistema Presidenziale? Dove prego? Solo dove delinquenti vogliono arrivare al potere politico. Ecco, infatti SIAMO PROPRIO SOLO IN ITALIA!
Come è possibile che un popolo resti quasi interamente esposto ed indotto a tanta manipolazione infimamente inventata e costruita con evidentissima ignoranza da una manciata di scellerati!

Segnala abuso
Seguici