Leonardo Lamacchia a Sanremo 2017 con Ciò che resta: testo della canzone

Scritto da Gianni Pollex e Mauro Lusini, il brano è tra gli otto selezionati nella sezione Nuove Proposte

da , il

    Tra le Nuove Proposte di Sanremo 2017 è stato selezionato Leonardo Lamacchia, che porterà sul palco dell’Ariston il brano Ciò che resta. Dopo aver ricevuto l’approvazione della giuria di Sarà Sanremo, andato in onda il 12 dicembre 2017 su Rai 1, Lamacchia è pronto per sfidare gli altri sette giovani in gara. La canzone che presenterà al pubblico e agli esperti del festival è Ciò che resta, scritta a quattro mani da Gianni Pollex e Mauro Lusini, autori affermati che hanno creato pezzi rispettivamente per Chiara Galiazzo e Gianni Morandi.

    SCOPRI TUTTI I FINALISTI DELLE NUOVE PROPOSTE DI SANREMO 2017

    La carriera musicale di Leonardo Lamacchia inizia alla tenera età di 6 anni, quando il futuro musicista barese cantava nel coro delle voci bianche della sua città. Crescendo la sua voce si è fatta più profonda, ma non ha perso di efficacia. Leonardo ha quindi deciso di intraprendere il percorso per diventare cantautore e ha coronato il suo sogno arrivando tra gli 8 prescelti delle Nuove Proposte al Festival di Sanremo. Tra il 7 e l’11 febbraio 2017 potremo vedere Lamacchia che interpreta il brano Ciò che resta di fronte al vasto pubblico della kermesse di Carlo Conti.

    Ciò che resta di Leonardo Lamacchia: testo della canzone

    C’è solo un posto

    se ti va puoi salire

    facciamo un giro

    non so bene dove

    Hai lasciato

    le tue scarpe colorate

    nell’ingresso

    sono accanto alle mie scuse

    Sì, hai capito bene

    ho detto scuse

    a volte non mi suona

    facile

    Sì, hai capito bene

    ho detto scusa

    perché sai

    ho imparato da te

    A vivere ogni istante

    come viene

    cadere e poi rialzarsi

    e ripartire

    E ridere

    ogni volta

    come fosse l’ultimo sorriso

    che rimane

    Come una canzone

    che al mattino

    esplode forte nella testa

    sei tutto ciò che di più bello resta

    sei tutto ciò che di più bello resta

    sei tutto ciò che qui mi basta

    Così, così, così

    che veloce passa un altro mese

    grazie mille per le idee confuse

    questa volta non ti sei portata via

    Sì, hai capito bene

    ho detto grazie

    perché mi piace

    l’ho imparato da te

    A vivere ogni istante

    come viene

    cadere e poi rialzarsi

    e ripartire

    E ridere

    ogni volta

    come fosse l’ultimo sorriso

    che rimane

    Come una canzone

    che al mattino

    esplode forte nella testa

    sei tutto ciò che di più bello resta

    sei tutto ciò che qui mi basta

    Ho perso troppo, sbaglio

    urlare mi fa stare meglio

    ma non ho perso mai la forza

    non ho perso mai la forza

    non me ne vergogno

    è vero, piango troppo spesso

    ma non ho perso mai la forza

    proprio come te

    E vivere ogni istante come viene

    mischiare tutto fino a farsi male

    ridere ogni volta come fosse l’ultimo che rimane

    Come una canzone

    che al mattino

    esplode forte nella testa

    sei tutto ciò che di più bello resta

    sei tutto ciò che qui mi basta

    E in questa stanza

    fermo l’universo

    lasciando ogni ricordo al loro posto

    continua a camminare ad ogni passo

    sai non sento più dolore

    senza perdermi un secondo

    come fa una stella in pieno giorno

    perché non vedi lì davanti

    tutto il respiro dei diamanti

    C’è solo un posto

    se ti va puoi salire.

    SCOPRI TUTTI I BIG IN GARA AL FESTIVAL DI SANREMO 2017