Lele Mora, amore gay con Fabrizio Corona: “Per lui spesi 2 milioni di euro”

Lele Mora, amore gay con Fabrizio Corona: “Per lui spesi 2 milioni di euro”

Fabrizio Corona e Lele Mora amanti gay per due anni? Lo dice Mora in un interrogatorio ai pm di Milano in merito a un'indagine su fatture false

    Lele Mora e Fabrizio Corona

    Fabrizio Corona e Lele Mora amanti? E’ quello che l’ex agente più potente d’Italia ha dichiarato ai magistrati di Milano in un interrogatorio dell’ottobre 2009 in merito a una maxi indagine per bancarotta fraudolenta ed evasione fiscale che ha coinvolto proprio i due ex protagonisti del gossip vip italiano. Tra i due ci sarebbe stata una lunga relazione omosessuale, durata almeno un paio di anni, che sarebbe ‘costata’ a Mora circa 2 milioni di euro: questo sarebbe il valore complessivo dei beni donati da Mora al suo ‘amante’ (e a lungo suo braccio destro) tra auto (ben otto) e un appartamento a Milano. E proprio la loro relazione sarebbe stata la causa della separazione tra Fabrizio Corona e Nina Moric: “I litigi tra Corona e la Moric – ha detto Mora – sono iniziati quando lei ha scoperto l’esistenza della relazione del marito con me“.

    Mossa diversiva per non cadere nelle grinfie della Finanza? Coup de theatre per accendere – ancora – i riflettori su di sé? O sassolini finalmente tolti dalle scarpe ora che non ha – quasi – più niente da perdere? L’ultima dichiarazione choc di Lele Mora ha dell’incredibile: dopo aver raccontato urbi et orbi vizietti e segreti dei suoi ex assistiti, che gli hanno rapidamente voltato le spalle ai primi scricchiolii del suo impero, ora Lele Mora ‘confessa’ una lunga relazione omosessuale con Fabrizio Corona, altro ‘ex’ imperatore del mondo vipparolo in qualità di re dei paparazzi e ora inseguito dagli ex colleghi per la relazione con Belen Rodriguez e dai tribunali, che continuano a riempire faldoni di multe, di denunce per estorsione et similia.

    E dire che proprio questao mattina la Quinta sezione penale della Cassazione ha annullato con rinvio “limitatamente alla determinazione della pena” la condanna, inflitta con rito abbreviato dal gup di Milano, per Fabrizio Corona, a 4 mesi di reclusione e 200 euro di multa, convertiti in una pena pecuniaria di 4.560 euro, per la detenzione e ricettazione di una pistola rubata, trovata nella sua casa milanese e per la detenzione e spendita di banconote false. Il fotografo dei vip era stato arrestato dopo la segnalazione di un benzinaio sulla strada per Orvieto nel 2008 e in seguito alla perquisizione della sua macchina, una Bentley, e della sua casa a Milano, per aver cercato di pagare il benzinaio con banconote false e per essere stato trovato in possesso anche di una pistola proveniente da un furto. I giudici della Suprema Corte hanno annullato la sentenza chiedendo un nuovo processo alla Corte d’Appello di Milano soltanto per quanto riguarda la determinazione della pena da applicare per questi reati.

    Ma per una ‘buona notizia’ in arrivo si preparava un vero e proprio tifone per Corona: “Ebbi una relazione con Fabrizio Corona, spesi per lui circa 2 milioni di euro nel periodo 2004-2006. I soldi provenivano da fatture false” ha dichiarato Lele Mora ai pm del tribunale di Milano in merito a un’indagine su un giro di fatture false, dichiarazione dei redditi fraudolenta mediante utilizzo di fatture false, omessa presentazione della dichiarazione dei redditi, bancarotta fraudolenta e riciclaggi.
    Tra gli indagati anche Mora e Corona, che a detta di Mora hanno condiviso ben più del lavoro e delle mega feste nelle ville sarde di Mora. E quando è scoppiato il caso Vallettopoli, anche l’allora compagna di Corona, Nina Moric, si sarebbe resa conto del vizietto del marito. “Avevo sempre negato la nostra relazione – dice Mora riferendosi a Corona – ma poi è emersa durante vallettopoli“. “In quel periodo capitava spesso che Corona veniva buttato fuori di casa e mi chiedeva ospitalità” racconta Mora in un verbale di interrogatorio che risale, però, a un anno fa e precisamente al 13 ottobre 2009. “Io gli avevo consigliato di prendersi una casa per suo conto. Gli avevo anche detto che l’avrei aiutato sul piano economico.

    Come in effetti è stato. Prima del 2008 Corona ha avuto denaro da me per 10-11 anni” ha aggiunto Mora.

    Denaro che proveniva da fatture false e che si sarebbero tradotti in circa due milioni di euro di regali per il suo Fabrizio: “Gli ho comprato 8 autovetture a partire da una Audi cabriolet per arrivare alla Bentley Continental. Anche l’appartamento di via De Cristoforis a Milano gliel’ho comprato io, o meglio ho rifornito Corona di circa 1 milione 500mila euro in contanti che doveva utilizzare per l’acquisto dell’appartamento” ha elencato Mora.
    Il pm di Milano, Eugenio Fusco, si prepara a chiedere il rinvio a giudizio per bancarotta e frode fiscale sia nei confronti di Mora che di Corona. Stralciata, invece, la posizione di Nina Moric, avviata all’archiviazione. Ma le conseguenze di una bomba del genere si faranno sentire a lungo: e dire che su Canale 5 era già partito il processo di ‘riabilitazione’ di Lele Mora, protagonista venerdì 24 di una puntata di Matrix in cui si sono sprecate le lodi e le ammende, con Candida Morvillo pronta a fare mea culpa per i giudizi sommari espressi su di lui, che ha invece imparato ad apprezzare nella difficoltà, e Platinette in veste di cliente dell’ultim’ora pronta a difenderlo dai traditori. Attendiamo un faccia a faccia tra Mora e Corona: ci sarebbe davvero da divertirsi.

    945