Lea Michele (Glee) insopportabile e snob?

Lea Michele (Glee) insopportabile e snob?

Lea Michele si atteggia troppo da diva? L'attrice 23enne ha recentemente rivelato che il personaggio di Rachel è molto simile a lei, ma secondo diversi insider la Michele è invisa a cast e crew perché il suo atteggiamento rende difficile lavorare in armonia

    Lea Michele si atteggia troppo da diva? L’attrice 23enne ha recentemente rivelato che il personaggio di Rachel è molto simile a lei, e secondo diversi insider la star di Glee è invisa a cast e crew perché il suo atteggiamento rende difficile lavorare in armonia: “E’ una snob – spiega una fonte – a volte rifiuta anche di parlare con lo staff ‘minore’, se gli chiedono qualcosa li manda dal suo assistente e se ne va“.

    Ma la bella Lea ‘ugola d’oro’ Michele farebbe anche di peggio, secondo l’insider avrebbe addirittura “preso in giro una ragazza della scuola per i suoi capelli, la chiama ‘spazzolone’ (mop-head, l’equivalente del nostro Mocio Vileda o giù di lì, ndr). Prima – ha aggiunto la misteriosa gola profonda – la chiamava così solo con i suoi amici, ma adesso glielo dice proprio in faccia e ha fatto addirittura piangere questa persona“.

    Sarà vero? Sarà falso? Di certo c’è quando una serie è famosa non manca mai l’anonimo che mette in giro voci ‘cattive’, ma va anche detto che se il personaggio di Rachel in Glee non è esattamente un modello di simpatia, Lea ha ammesso di avere molto in comune con i suo alterego, che ha definito “stupefacente” e che si è detta “onorata di interpretare. Mi esibisco a Broadway sin dall’età di otto anni – ha detto l’attrice – e quando ero più giovane ero uguale a Rachel, che è straordinaria, sa quello che è e ne è fiera“.

    Sul fronte seconda stagione di Glee, pare che oltre ad un altro episodio Madonna-centrico (e si mormora di quelli su Britney Spears, Courtney Love & Billy Joel) potremmo vederne anche uno su Cindy Lauper: la dritta arriva da Ryan Murphy, che si è anche detto “onorato per la risposta a Glee, quando abbiamo cominciato nessun musical televisivo aveva mai funzionato, ed è un onore per noi avercela fatta.

    E siamo anche contenti – ha aggiunto il creatore della serie – perché ogni giorno qualcuno ci chiama e ci scrive perché vuole apparire nello show o vuole i dvd“.

    E speriamo che l’overdose di famose guest star non faccia fare a Glee la fine di Ugly Betty…

    425