Le quattro Disperate difendono Marc Cherry dalle accuse di Nicollette Sheridan

Le quattro Disperate difendono Marc Cherry dalle accuse di Nicollette Sheridan

Marcia Cross, Teri Hatcher, Felicity Huffman ed Eva Longoria Parker hanno emesso un comunicato stampa per difendere Marc Cherry dalle accuse di Nicollette Sheridan, che chiede 20 milioni di dollari di danni per violenza fisica e psicologica e per ingiusto licenziamento

    Avevano detto di voler restare fuori dalla querelle, ma Marcia Cross, Teri Hatcher, Felicity Huffman ed Eva Longoria Parker hanno emesso ieri un comunicato stampa collettivo per fare chiarezza relativamente alle affermazioni di Nicollette Sheridan che ha fatto causa a Marc Cherry ed alla ABC per violenza fisica e psicologica. “Sarebbe irresponsabile – scrivono le quattro attrici – se noi permessimo che il pubblico pensi che essere parte di questo show è una cosa brutta, quando è nientemeno che una benedizione“.

    Non siamo a conoscenza di cosa Nicollette possa aver provato di persona – scrivono le quattro star nel comunicato – ma non abbiamo mai visto il set come un ambiente di lavoro ostile, l’amicizia ed il supporto che Marc Cherry, il cast, la crew ed i produttori hanno saputo creare in questi sei anni hanno fatto sì che il set delle Casalinghe Disperate sia un luogo di lavoro fantastico per cui siamo grate ogni giorno“. Queste le parole delle quattro attrici, le prime dopo che la settimana scorsa è emersa la notizia di una causa da 20 milioni di dollari intentata da Nicollette Sheridan.

    Come avevamo riportato anche nei giorni scorsi, l’attrice chiede i danni spiegando che quando nel settembre del 2008 disse a Marc Cherry che voleva spiegazioni su una battuta nel copione, lui per tutta risposta la “prese da parte e la schiaffeggiò sulla faccia e sulla testa“, per poi chiedere perdono poco dopo. Ma l’attrice non accettò le scuse ed andò a dirlo alla ABC, che però non prese nessun provvedimento, con “Cherry che continuò a comportarsi in maniera estremenamente aggressiva ed intidimitadoria con chiunque fosse sul set“ e come risultato per le sue lamentele, il papà delle Disperate se ne sarebbe uscito con lo storyline che ha eliminato (per sempre) Edie Britt dalla serie.

    Prima del comunicato congiunto, nei giorni scorsi Eva Longoria Parker si era detta “confusa” dalla causa, mentre la Hatcher aveva bacchettato la sua ex compagna di cast per “uso improprio e non autorizzato nel suo nome“, dato che la Sheridan aveva rivelato come – dopo che Susan si era lamentata di lui con i vertici di ABC – Cherry le avesse detto “Spero che Teri sia colpita da una macchina e muoia“.

    Adoro e rispetto l’esperienza sul set vissuta da Susan e Edie – aveva detto la portavoce di Teri Hatchersono onorata di essere sul set con Eva, Felicity e Marcia, ribadendo che il nostro ambiente di lavoro è molto positivo, e che mi sento rispettata e soddisfatta in tutti i miei bisogni privati e professionali“.

    524