Le Invasioni Barbariche, puntata 4 marzo 2015: tutte le interviste di Daria Bignardi

Le Invasioni Barbariche, puntata 4 marzo 2015: tutte le interviste di Daria Bignardi

Le Invasioni Barbariche: tutte le interviste condotte da Daria Bignardi nella puntata del 4 marzo 2015

    Le Invasioni Barbariche: cose è successo durante la puntata del 4 marzo 2015? Scopriamo insieme tutte le interviste condotte da Daria Bignardi negli studi di La7. Grande movimento intorno al tavolo diventato la location imprescindibile per le confessioni ‘barbariche’ degli ospiti numerosi che accettano di partecipare al talk: dal mondo politico, sono stati presenti Emma Bonino, Matteo Salvini; per parlare di temi delicati è stata invitata Gessica Ametrano, che si batte per l’eutanasia in Italia; infine, dal mondo dello spettacolo e del cinema sono giunti Riccardo Scamarcio, Valentina Lodovini, Flavio Insinna, Lella Costa e Ornella Muti. Cast ricchissimo: riviviamo insieme i passi fondamentali delle interviste.

    Puntata ricca di ospiti quella del 4 marzo 2015 de Le Invasioni Barbariche: Daria Bignardi, come sempre, è stata capace di passare dai temi più delicati a quelli più leggeri con grande stile. Il primo a fare il suo ingresso negli studi di La7 è Matteo Salvini: la prima frase della conduttrice non è una domanda ma un’affermazione: il leader della Lega è stato in tv 45 minuti al giorno dall’inizio dell’anno. Comincia subito il confronto con Renzi, per il quale Salvini ammette di non provare troppa simpatia, aggiungendo comunque che non ha intenzione di candidarsi Sindaco di Milano. Dopo aver visto immagini della manifestazione della Lega dello scorso sabato, interviene in collegamento Lella Costa che dialoga con il leader sulla situazione di Milano, citando perfino De Andrè, mai due hanno punti di vista opposti.

    Sempre per restare in ambito politico, da Roma c’è un collegamento con Emma Bonino, la quale da poco ha dato la triste notizia di essere malata di tumore: molti politici le hanno inviato messaggi, ma lei vorrebbe una legge che regoli ‘la fine della vita’, senza ottenere risposta. Interviene a questo punto Gessica Ametrano, in studio per raccontare il rapporto con il padre, che ha deciso di porre fine alla sua vita nei tempi che lui riteneva più opportuni, in seguito alla scoperta di un tumore. Il padre si è rivolto a cliniche svizzere per poter affrontare con dignità questo triste momento. Purtroppo non ha avuto accesso alle cliniche specializzate e ha deciso di lasciarsi morire poco per volta. Adesso la figlia chiede che l‘eutanasia diventi legale. Emma Bonino commenta che i Radicali hanno lottato perché ciò avvenisse e amando la vita adesso mettono in atto una disobbedienza: portano in svizzera le persone per poter gestire la fine della loro vita come meglio credono.

    Terminato questo ncosì delicato, si passa allo spettacolo: fa il suo ingresso Riccardo Scamarcio: pubblicazioni sul monitor e domanda inevitabile sul matrimonio con Valeria Golino. L’attore non è disposto a svelarci nessun particolare in merito. Si parla dunque del film di Castellito in uscita di cui è protagonista con Jasmine Trinca, Nessuno si salva da solo.

    Scamarcio è felice di essersi affrancato dall’idea di ‘bello e basta’. Daria Bignardi dopo aver mostrato alcune scene del film, scherza con l’attore, provocandolo con silenzi e sguardi intensi.

    La prossima a sedersi sulla poltrona è Valentina Lodovini: l’attrice racconta subito di quando da piccola era molto magra e filiforme. Un regista le propose in passato di cambiare alcune sue caratteristiche fisiche: lei ha ovviamente rifiutata, così come rifiuta di parlare della sua vita privata. Anche per lei alcune scene del film in uscita: ‘Ma che bella sorpresa’.

    Adesso è il momento di Ornella Muti: tra poco l’attrice compirà 60 anni. Ha iniziato a lavorare a 14 anni: era molto timida e preferiva fare la ballerina. Dopo il film con Damiano Damiani non avrebbe più voluto recitare, ma è andata avanto. l secondo film è arrivato a 17 anni, quando era già in attesa di Naike. L’attrice, di cui è stata mostrata la filmografia, si mostra infastidita per il fatto che Adriano Celentano abbia da poco reso noto un loro flirt. E’ il momento di parlare anche della condanna: era stata ad una cena di beneficenza, doveva essere al teatro per uno spettacolo in cui si stancava molto perchè il suo personaggio urlava molto e non se la sentiva di recitare. Per queste ragioni è stata condannata: anche se ha presentato un certificato, la gente no le crede e questo al fa molto soffrire. Infine progetti lavorativi: sono per di più all’esterno con i ragazzi giovani.

    Infine, ultimo ospite della serata Flavio Insinna: dopo qualche considerazione sulla situazione del nostro Paese, il conduttore è felice del successo di Affari Tuoi: si rapporta con la gente cercando di dare la parte migliore. Inoltre aggiunge di essere stato depresso per molti anni, e il padre lo ha fatto curare. Adesso il genitore non c’è più: ha dovuto superare la rabbia per averlo perso. La puntata si chiude con un ricordo per Lucio Dalla. La Bignardi starà già preparando la prossima puntata.

    848

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI