Le Iene, settima puntata 29 ottobre 2014 diretta live: abolizione art. 18 e bambini in vendita

Le Iene show, anticipazioni e live puntata del 29 ottobre 2014: bambini in vendita in India, l'abolizione dell'articolo 18, il rientro dei capitali dall'estero

da , il

    Le Iene show torna questa sera su Italia 1 alle 21.10 con Ilary Blasi e Teo Mammucari: nell’attesa della diretta live della settima puntata, Televisionando vi offre le anticipazioni per i servizi del 29 ottobre 2014. Tra i primi, Nadia Toffa e il decreto di legge per il rientro dei capitali dall’estero previa denuncia volontaria dei propri conti correnti all’estero, la cui approvazione viene discussa al Senato in questi giorni. Ma ecco tutte le anticipazioni diffuse dal programma di Italia 1 per la puntata del 29 ottobre 2014 che Televisionando seguirà in diretta live.

    Enrico Lucci fa invece il punto sulla spinosa questione dell’abolizione dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, intervistando i lavoratori e Giovani imprenditori in congresso a Capri; Filippo Roma si occuperà di Palazzo Giustiniani a Roma, sede degli Uffici dei Senatori a vita e degli ex Presidenti del Senato, dove sarebbero stati commessi due abusi edilizi che lo Stato è stato condannato a sanare. Nel corso della puntata andrà inoltre in onda un’intervista singola a Matteo Salvini, deputato ed europarlamentare e dal 2013 segretario federale della Lega Nord.

    Queste le anticipazioni per Le Iene Show del 29 ottobre 2014, vi aspettiamo alle 21.10 con la diretta live della puntata.

    21.10 E si comincia! Con annessa pubblicità!

    Sacchetti bio inquinanti

    21.15 Riccardo Trombetta ci parla di sacchetti fuorilegge nelle principali città italiane. Le Iene ci portano a Torino, Milano e Roma.

    Questo nonostante la legge sui sacchetti bio ci sia da tre anni: attenzione alla scritta compostabile.

    E la plastica farlocca finisce così. Con un costo per i cittadini.

    E no, la natura non si salva da sola!

    21.19 Ritorno in studio a suon di scope e “complimenti”.

    E con Claudio Bisio… che insieme a Marco Giallini promuove Confusi e Felici.

    21.26 E di nuovo pubblicità!

    21.31 E ritorno in studio, con la Cucaracha.

    Andrea Agresti e i minorenni abbandonati a Milano

    21.32 Ogni giorno, dopo viaggi estenuanti dall’Egitto, dal Marocco, dalla Siria, dall’Albania e dal Kosovo, arrivano a Milano decine e decine di ragazzini tra i 14 e i 17 anni non accompagnati né da genitori né da parenti adulti. Alcuni trovano subito ospitalità tramite gli Uffici del Pronto intervento Minori del Comune, ma in tanti devono tornare nei giorni successivi perché i posti delle comunità che dovrebbero accoglierli non bastano. Alcuni vivono alla stazione centrale da due mesi.

    Nel frattempo sono costretti ad arrangiarsi come possono e, affamati e senza soldi, dormono per strada o nelle stazioni. Andrea Agresti documenta questa drammatica situazione.

    Alla fine arriva un portavoce del Comune di Milano, che spiega come i ragazzini aumentano, ma non i posti disponibili. Dormono per strada, ma non sanno dove mangiare. E chiedono alle Iene di trovare una soluzione.

    Majorino chiede allo Stato di cambiare modo di gestire questa situazione.

    E arriva l’occupatore abusivo di casa, Wainer Molteni. Che aiuta anche i minorenni stranieri facendogli occupare le case “libere”.

    Possibile vedere ‘ste immagini senza …arrabbiarsi?

    Agresti viene ‘cacciato’ pure dalla stazione.

    E bravi i poliziotti, che li hanno anche collocati in una struttura.

    E buona fortuna.

    21.45 Ritorno in studio, si parla dei guai di Emilio Fede, indagato dalla procura di Milano perché avrebbe creato fotomontaggi p*rno. Con Mammucari con Malgioio e poi in costume.

    21.48 E pubblicità!

    21.53 E ritorno in studio!

    A Roma c’è la mafia?

    21.54 Luigi Pelazza ci parla di un estorsore intercettato. L’estorsione è ai danni di un tabaccaio, che succede non a Napoli e Reggio Calabria…ma a Roma.

    Pelazza intervista Federica Angeli di Repubblica, che si è occupata di Suburra, la mafia romana. Federica Angeli ha lavorato per Repubblica ad un reportage su alcune famiglie della criminalità organizzata di Ostia che sono sospettate di essere legate alla mafia.

    Fuori dalla più grande sala giochi di Ostia, Italy poker, appartenente ai Triassi, si sta discutendo animatamente, perché alcune delle slot machine presenti appartengono agli Spada. Dopo l’arrivo dei rinforzi, due Triassi vengono accoltellati e uno Spada viene colpito da una pallottola. La giornalista – minacciata e uno del clan ha fatto il segno della croce a uno dei suoi (di lei) figli – denuncia l’accaduto e lo racconta in un articolo.

    Saggi consigli, eh.

    Sia l’uomo che Romoletto, aka Carmine Spada, sono stati arrestati.

    Per il fratello di Romoletto, la giornalista vuole emulare Roberto Saviano.

    Non faccio una vita da mafioso, sto a lavora dalla mattina alla sera, ti farei vedere casa mia“, dice. E sostiene che su 500 cittadini di Ostia solo 14-15 abbiano precedenti.

    22.12 Pubblicità di nuovo.

    22.18 Ritorno in studio, con siparietto sulla bestemmia di Timperi.

    Maternità surrogata? No, bambini in vendita

    22.20 Mauro Casciari ci rivela come funziona la maternità surrogata, che in Italia è illegale. E l’India è la nuova frontiera, con prezzi bassi e occhi chiusi.

    E poi si scopre che, perché usare la maternità quando i bambini sono in vendita? E in un bordello.

    La vita di un bambino vale così poco? 2000 per un ragazzino, 6000 per un neonato o giù di lì.

    Il commercio avviene apparentemente alla luce del sole.

    E la polizia, non si scandalizza. Anzi, a volte è pure corrotta. Alé.

    Le Iene non possono fare molto, ma Save the children sì: e scatta l’appello.

    22.30 Ritorno in studio. E pubblicità.

    22.35 Ritorno in studio con i presunti guai di Mammucari, che sono falsi.

    Il prete pomicione

    22.38 Giulio Golia parla di preti che ci provano…

    Tra baci e abbracci e consigli dietetici…

    E’ espansivo con tutti eh…

    O quasi… tranne che con gli extracomunitari che chiedono aiuto.

    E partono i baci…

    Anche con i presunti sedicenni…

    E alla fine arriva la Iena… con il prete che nega bacini e carezze.

    E si arrabbia pure, eh…

    22.50 Ritorno in studio.

    Matteo Viviani e le parrucchiere

    A queste due parrucchiere arrivavano delle mega fatture, colpa di un assicuratore infedele, per cui le due devono pagare quasi 10.000 euro. Con questa delega, che le due non hanno firmate. In totale risultano sette contratti intestati a Laura e tre a Francesca.

    E le firme sono diversissime…

    Il ‘tizio’ si è rivenduto i telefonini, che peraltro manco funzionano…

    Su ebay, dove usa quasi il suo nome e cognome… e spediva i telefoni dal negozio di fianco al salone delle due parrucchiere. Un genio del male proprio!

    Sì, e si incarta nelle spiegazioni eh. Secondo lui alle due servivano i telefoni per farsi i fatti loro: uno può andare… ma dieci? Le due rivelano di avere una telefonata in cui lui si scusa e anche un messaggio…

    23.03 Ritorno in studio.

    23.05 Pubblicità

    23.11 Ritorno in studio.

    Paradisi Fiscali

    23.11 Nadia Toffa ci parla del decreto legge per il rientro dei capitali dall’estero, la cui approvazione viene discussa al Senato in questi giorni. Tra i vari punti, il decreto prevede l’entrata in vigore della voluntary disclosure, ovvero lo svelamento volontario dei propri conti correnti e capitali all’estero in modo da ottenere riduzioni sulle sanzioni pecuniarie e penali. Quanti soldi di italiani sono all’estero? La Iena si è recata in Svizzera per una piccola inchiesta… si parla di 300.000.000.000

    Se anche lo Stato Italiano prendesse il 15%, sarebbero 45 miliardi.

    La beffa? A) Se i soldi sporchi li usi per tuo godimento, lo Stato non può perseguirti. B) Ci sono altri posti nel mondo dove l’evasione fiscale non è reato. Tipo Panama…

    Dite ciao all’uomo del giorno, se volete spostare i vostri soldi a Panama…dove le ‘truffe’ sono legali.

    Se il fisco italiano chiede informazioni… nisba!

    Bastano tre prestanome per la nuova società.

    E questa è un’avvocata. Che assume tre sprovveduti per fare da prestanome, ma si intasca il grosso del denaro.

    Lello l’amico dei calciatori

    23.24 Lello/Stefano Corti prende di mira Andrea Ranocchia, Giampaolo Pazzini e Josip Iličič (l’ultimo non la prende bene…) e Alessandro Florenzi.

    23.28 Ritorno in studio.

    La storia di Laura

    22.30 Nina ci racconta la storia di Laura, che vive alla stazione di Trastevere.

    Prima era così. Poi la sua vita è cambiata, quando il suo compagno è morto e Laura, neanche diciottenne, ha cominciato ad abusare di farmaci e droghe, è stata in carcere per svariati reati.

    Adesso vive a Trastevere con il compagno, Bruno, si sono comprati un fornelletto, si lavano nei bagni e non chiedono l’elemosina anche se riescono a tirare su una ventina d’euro al giorno.

    E quando la storia non potrebbe essere più straziante, arriva la notizia che la donna da anni non vede suo figlio. Ah, gli occhi neri sono il frutto del pestaggio di un gruppo di zingari.

    23.37 Ritorno in studio.

    Abolire l’articolo 18?

    22.38 Enrico Lucci fa il punto sulla spinosa questione dell’abolizione dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, e dopo aver intervistato alcuni lavoratori sulla questione, si recherà al XXIX Convegno di Capri per Napoli dei Giovani imprenditori, tentando di avere dagli industriali un parere diretto su questo tema così discusso. E si scopre che l’articolo 18 non è il problema: meglio abolire l’Irap o ridurre i contributi.

    23.45 Ritorno in studio

    Quarantena preventiva per l’ebola

    23.46 Paolo è un medico tornato dalla Sierra Leone, ed è in quarantena preventiva per l’ebola. E parte l’intervista delle Iene, che ci mette di nuovo in guardia dalla psicosi della malattia, che comunque fa anche guadagnare.

    23.52 E pubblicità!

    Se sei carina con me, passi l’esame

    23.56 Giulio Golia torna a parlare del prof marpione con le studentesse…

    Le ironie degli studenti e la ‘chiarezza’ dell’università, secondo cui il prof era solo un collaboratore esterno. Ma poteva alterare gli esami? Le Iene lo chiedono al titolare della cattedra…

    00.03 Ritorno in studio

    Le frasi di Beppe Grillo sulla mafia

    00.04 Filippo Roma va a chiedere ai deputati pentastellati cosa ne pensano delle parole di Beppe Grillo sulla mafia.

    00.09 Ritorno in studio

    I furbi e gli onesti

    00.10 Paolo Calabresi ci parla di decreti ingiuntivi. Il Cerfe nel 1997 contattò un’agenzia di viaggi, quella della signora Carla, facendosi anticipare 127 milioni di lire per i biglietti aerei. Soldi mai rivisti, oggi, quasi venti anni dopo. Intanto la signora ha venduto l’agenzia per ripagare i debiti con le banche, mentre il Cerfe traccheggia. Ancora oggi.

    00.16 Ritorno in studio

    Strisce blu a Roma

    00.17 La Iena Dino ci racconta le strisce blu a Roma e il ‘vizietto’ di Marino.

    Che parcheggia al Senato anche di notte. A gratis. Perché ha trovato un graffio sulla fiancata della Panda… Grasso dice che la ‘colpa’ è del prefetto, ma la Iena scopre che non è vero. E Marino non c’ha manco avuto il permesso ZTL per due mesi. Ma l’intervista a Marino… non s’ha da fare.

    Intervista a Matteo Salvini, segretario della Lega Nord

    00.23 Intervista a Matteo Salvini, segretario della Lega Nord. Tra Matteo Renzi, futuri avversari politici, immigrazione, varie ed eventuali…

    00.27 Ritorno in studio.

    Ebola o legionella?

    00.28 Ebola o legionella: di cosa dobbiamo preoccuparci? Ce lo spiega Veronica… mezza ignuda, anche.

    00.33 Ritorno in studio con Nino Formicola… in promozione per il suo libro…

    00.37 Pubblicità…

    00.42 Ritorno in studio e buonanotte… con Formicola e Bisio.