Le Iene puntata del 5 marzo 2014: scherzo a Sorrentino, l’avvocato truffatore e l’infiltrato

Le Iene puntata del 5 marzo 2014: scherzo a Sorrentino, l’avvocato truffatore e l’infiltrato

Le Iene Show

Lo scherzo a Paolo Sorrentino, la maxi truffa del super avvocato e la vita da incubo dell’infiltrato sono tra i servizi de Le Iene nella puntata del 5 marzo 2014. Tra inchieste, cronaca e intermezzi più soft, anche questa settimana il programma di Italia 1 ha offerto intrattenimento in abbondanza. Continuate a leggere per scoprire di cosa si è parlato.

  • Le Iene, Italia1 - Ilary Blasi e Teo Mammucari
  • Le Iene Show: Ilary Blasi e Teo Mammucari
  • I conduttori de Le Iene
  • Andrea Agresti alle Iene
  • Alcune Iene alla presentazione del libro

La grande bufala

L’incorreggibile staff de le Iene cerca di fare uno scherzo al neo premio Oscar, Paolo Sorrentino. Dato che il regista si fa desiderare al telefono, gli inviati organizzano un finto incontro con Leonardo Di Caprio, a cui ovviamente Sorrentino non rinuncia. Da La grande bellezza alla grande delusione. Il regista non apprezza e se ne va alquanto infastidito.

L’avvocato truffatore

Giulio Golia si occupa della maxi truffa messa in atto dall’avvocato Rosa Federici, attiva nei grandi tribunali e chiamata anche nelle trasmissioni televisive quali Pomeriggio 5 a fornire preziosi consigli. Per lei è scattata la denuncia, con accusa di appropriazione indebita per un valore complessivo di 400.000 euro, ed è stata radiata dall’albo. Eppure, la Federici continua a vivere la sua vita come se nulla fosse, esercitando una professione che non potrebbe più svolgere. Come se non bastasse, molte delle sue vittime hanno rinunciato alla causa perché consapevoli che non otterranno mai quanto loro sottratto: l’avvocato risulta nullatenente.

La guarigione miracolosa con le verdure

L’incredibile storia di Antonio, affetto da un grave tumore al cervello e guarito grazie a un drastico cambiamento del regime alimentare. L’uomo si è sottoposto a una cura esclusivamente a base di acqua alcalina, succhi e vegetali. Dopo tre mesi la TAC è risultata assolutamente e completamente pulita. Il tumore è sparito del tutto e non è mai più tornato. Antonio continua a seguire quella particolare alimentazione, a cui si è convertita tutta la sua famiglia.

Intervista doppia e Olimpiadi dell’illegalità

L’intervista doppia di questa settimana vede protagoniste due attrici e mogli, ovvero Luisa Ranieri e Carla Signoris, coniugate rispettivamente con Luca Zingaretti e Maurizio Crozza. Chiamate a promuovere il film ‘Allacciate le cinture’ di Ferzan Ozpetek, le due si confrontano sulle rispettive vite sentimentali e professionali.
Spazio poi alle Olimpiadi dell’illegalità, con la difficile prova del portafogli caduto a terra. Inutile dire che l’italia sale sul primo gradino del podio, dando prova di una capacità di appropriazione indebita degna di una medaglia d’oro.

Vita da infiltrato

Pablo Trincia segue il caso vergognoso di Gianfranco Franciosi, un uomo che ha smantellato un traffico di droga infiltrandosi in un giro di narcotrafficanti. Dopo aver dedicato la propria vita alla giustizia ed essere finito in carcere per 7 mesi, Franciosi è stato completamente dimenticato dalle autorità. Costretto a rinunciare alla propria libertà, non c’è speranza per lui e la sua famiglia se non quella di entrare nel programma di Protezione Testimoni, abbandonando tutto e tutti. ‘Io a mia moglie lo dico sempre: io sono già morto’.

Assistenti sociali

L’inchiesta sul mondo degli assistenti sociali verte questa settimana sulla storia di una famiglia milanese, i cui tre figli sono stati portati via per condizioni igieniche casalinghe ritenute non idonee. Intervistate delle esperte in proposito, queste ultime hanno convenuto che il provvedimento adottato è stato estremo rispetto alla situazione concreta. Di fronte a una casa molto disordinata e sporca, i bambini sono stati allontanati senza un previo colloquio con genitori, nonni, insegnanti e conoscenti.

L’altra Ilva

Tutti conoscono l’Ilva di Taranto, le polemiche, i drammi, i conflitti sociali e legislativi. Ma lo stabilimento pugliese non è l’unico presente su suolo italiano a sollevare queste problematiche. Anche a Trieste sussiste una realtà analoga, in cui la Ferriera provoca quasi il doppio delle morti per tumore registrate a Taranto.

Dopo il consueto twerkatore folle e un vano tentativo di Sabrina Nobile di strappare un ‘vaffa’ a Toni Servillo, si conclude anche questa puntata de Le Iene. Appuntamento a mercoledì prossimo!

712

Segui Televisionando

Gio 06/03/2014 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici