Le Iene, puntata 21 maggio 2014: tutti i servizi, da Riccardo Magherini agli immigrati

Le Iene, puntata 21 maggio 2014: tutti i servizi, da Riccardo Magherini al business immigrati

da , il

    Le Iene show piene di servizi su Italia 1 ieri sera, 22 maggio 2014: dopo il salto i principali trasmessi nel corso della puntata Ilary Blasi e Teo Mammucari, accompagnati dalla voce fuori campo della Gialappa’s Band (Giorgio Gherarducci, Marco Santin e Carlo Taranto): tra tassisti infuriati, immigrati, blog pro anoressia e false medium, ecco tutte le Iene di ieri sera.

    Luigi Pelazza e il traffico di immigrati

    Traffico di immigrati verso il nord Europa: i trafficanti di esseri umani esistono anche a Milano. Luigi Pelazza firma un servizio in cui si scopre che arrivati a Milano dalla Libia, gli immigrati vengono ‘tassati’ di 400 euro per poter andare al Nord Europa. “Loro non si fanno beccare, ci arrivi sicuro“, spiega un immigrato. A Pelazza che si finge tassista vengono offerti 1000 euro per un viaggio di oltre 900 km tra andata a ritorno. Per fortuna alla fine arrivano i carabinieri.

    Arghillà, la terra di nessuno

    Com’è possibile che in Italia esista un luogo dove le regole non hanno nessun valore? Ce lo racconta in un fluviale servizio di quasi 40 minuti Giulio Golia, con la storia di una famiglia che dopo l’esplosione della sua casa è costretta da sette mesi a vivere in macchina con il figlio di sette anni, almeno fin quando il piccolo non le viene tolto dai servizi sociali. Calabria, Reggio: il capolinea della civiltà italiana. “Mi hanno rubato pure il lavandino e i vestiti“, racconta Maria. E a nulla sono servite le denunce ai carabinieri e al Comune: d’altronde, le immagini parlano da sole, senza dimenticare che la gente si prende casa ‘da sola’ (abusivamente) e tutti si fanno i fatti loro; e quando una famiglia decide di regolarizzarsi, viene sgomberata.

    Il Comune è da mesi commissionato, non c’è un sindaco”, una delle chiose di Golia poco prima di essere pure minacciato.

    Il moralizzatore e il matrimonio di Valeria Marini

    Filippo Roma decide di vederci chiaro sul matrimonio con annessa separazione tra Giovanni Cottone e Valeria Marini. Lui è “un osso duro” ma si dice pronto a consumare, lei prima si scatta un selfie con la Iena e poi chiama le forze dell’ordine.

    Come ci ‘succhiano’ i soldi dai telefonini intelligenti

    Avete uno smartphone? Mauro Casciari ci porta a scoprire come gli smartphone possono fregarci un sacco di soldi: in pratica basta solo sfiorare un banner pubblicitario per ritrovarsi ‘steccati’ di cinque euro.

    Oppure, visitando un servizio apparentemente free, si finisce per essere abbonati! La Iena arriva ad uno dei gestori di tali siti (tra cui HornyGirls, ragazze arrapate, cui si sarebbe iscritta una donna di 67 anni!) che risponde con una serie di non lo so (ma intanto guadagna).

    Il Comune che non mette le scale per disabile

    Paolo Calabresi racconta la storia di un dodicenne in sedie a rotelle, Luca, che per tutto l’anno scolastico passato non ha potuto mangiare in mensa coi suoi compagni di classe perché non c’è il montascale per portarcelo: il bimbo ha mangiato in classe . Il Comune di Roma che fa? Per ora niente: ci pensano gli operatori portandolo in braccio.

    Il business dei bambini

    Ancora un servizio dedicato ai bambini e al business a loro collegato: quando i minorenni vengono allontanati dalle famiglie, le strutture ricevono da 70 a 400 euro per bambino al giorno. Il problema? Molto spesso i giudici onorari (psicologi, insegnanti, esperti vari) del tribunale dei minorenni che decidono gli allontanamenti sono anche gestori di suddette strutture. I casi documentati da Paolo Viviani solo una cinquantina.

    Tassisti in rivolta

    Alla luce del caso Uber e UberPop (la app scaricabile su smartphone e tablet che permette di noleggiare, a prezzi concorrenziali rispetto ai taxi, vetture NCC) Andrea Agresti si occupa dei tassisti in rivolta. Le Iene intervistato conducenti NCC picchiati e tassisti che ricordano come la licenza costi decine di migliaia di euro.

    Nadia Toffa e i blog pro anoressia

    Anoressia e bulimia sono diffusissime in Italia, con tanto di blog che inneggiano a questi disturbi. Gestiti da gente – non solo ragazzine – che inneggia ai batuffoli di cotone imbevuti di succo d’arancia per sentirsi sazi.

    Una delle (giovani) intervistate confessa di vomitare persino a stomaco vuoto, ed è consapevole di essere malata: ha un blog dove insegna alle altre fan di ana a vomitare.

    Riccardo Magherini morto dopo un fermo

    Mauro Casciari ricostruisce la storia di Riccardo Magherini, morto in strada mentre i carabinieri lo arrestano. Come sono andati veramente i fatti? I familiari spiegano che l’uomo aveva delle crisi di panico e quando ha chiesto l’aiuto dei carabinieri sarebbero arrivate …le botte.

    Baci al buio

    Nina continua a far baciare emeriti sconosciuti: la solita marchetta per X Love.

    Il sexy car wash

    Enrico Lucci racconta la storia di un sexy auto-lavaggio: la crisi economica ci attanaglia… e tra l’Umbria e il Lazio si diventa creativi.

    Giallo in Vaticano

    La grande bellezza cafonal a due passi dal Vaticano, con un buffet sulla terrazza vaticana durante la santificazione dei due papi, Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII. D’altronde, avreste detto no ad una vista così?

    Peccato (per gli organizzatori) che il Papa non l’abbia presa proprio benissimo per quel buffet sul terrazzo della prefettura degli Affari economici del Vaticano, un buffet peraltro finanziato da sponsor privati: sul banco degli imputati Francesca Immacolata Chaouqui, mentre le Iene intervistano il presidente della prefettura stessa, il cardinale Giuseppe Versaldi.

    Angelo Duro e le Olimpiadi dell’illegalità

    Dopo i sogni, per Angelo Duro tornano le Olimpiadi dell’illegalità, con il furto organizzato di uno smartphone.

    Parlare con i morti

    Ultimo servizio di giornata, quello dedicato a una medium che – dice – parla con i morti. Cristiano Pasca ha un nonno morto, Mario, e va dalla medium per farsi spiegare un ‘segreto’. Ma la medium, alla fine della fiera, si becca pure i saluti della nonna – viva, ma ‘spacciata’ per morta! Tié!