Le Iene, prima puntata del 2014: Stamina, Renzi-Cuperlo e Danilo Di Luca protagonisti

Le Iene, prima puntata del 2014: Stamina, Renzi-Cuperlo e Danilo Di Luca protagonisti

Le Iene, prima puntata del 2014: Stamina, Renzi-Cuperlo e Danilo Di Luca protagonisti

    Le Iene ripartono nel 2014 ciurlando nel manico: ‘caso Stamina chi?‘, per dirla alla Matteo Renzi, sono altre le notizie che si citano tra quelle accadute durante la pausa, come la morte di Nelson Mandela, la crisi, il fatto che è bruciata la casa del Grande Fratello (‘la brutta notizia è che l’hanno ricostruita in poco tempo). E dopo la battuta su Ilary Blasi/Peppa Pig, si parte con il primo servizio della serata: una serata che, lo diciamo alla fine, non è stata molto d’attualità, se è vero che per sulle dimissioni di Cuperlo si fanno un paio di battute – un’ora prima del servizio sulla legge elettorale! – e di Stamina si parla oltre la mezzanotte… protagonisti assenti, insomma!

    Iene 22.01.2014_Medico Inps

    Il primo servizio è di Andrea Agresti: a noi sembra quasi un servizio farlocco, per la cronaca parla di tale Albana, da due anni assente dal lavoro per un infortunio capitatole mentre era in ‘servizio’; peccato che negli ultimi 24 mesi la nostra ha postato foto di lei in vacanza al bare e in montagna, e mentre balla in discoteca. I colleghi sono arrabbiati – ‘Continua a percepire lo stipendio pur non lavorando, occupa un posto che potrebbe andare a qualcuno che ha voglia di lavorare!‘ – ma la scoperta delle Iene porta solo ad un’arrabbiatura della donna e ad un nuovo certificato… per altra malattia.

    Iene 22.01.2014_Malasanità

    Segue il caso – trattato da Mauro Casciari - di una donna che lavorava in una clinica in cui si era anche sottoposta ad un’operazione; i due radiologi e il ferrista che l’hanno operata si sono dimenticati un pezzo di ferro nel suo torace, ma ad essere licenziata è stata la signora… per aver criticato la clinica e grazie alla legge Fornero. ‘Non conosce, è fuori luogo, è fuori dal suo campo‘, dice il responsabile della clinica Salvatore Castorina, secondo cui ‘tutto questo (ma questo che, ndr?) è oggetto di una procedura‘.

    Iene 22.01.2014_Malasanità_02

    Si passa allo sport, con l’ex campione italiano di ciclismo Danilo Di Luca, condannato per doping e radiato: l’atleta, secondo la Blasi, ha rilasciato ‘dichiarazioni pesanti‘, su altri colleghi che si dopavano, ma il servizio non è pronto e passa la pubblicità. Rimane la domanda: se anche l’obiettivo era quello di tenere incollata la gente alla televisione, non era meglio dedicarsi alla vera attualità, tipo il caso Stamina che è sui giornali di mezzo mondo e che in Italia è nato anche grazie alle Iene? Per fortuna che tra un po’ dovrebbero i servizi sul twerkatore che ha preso di mira la giornalista e conduttrice TV Paola Ferrari, ed Enrico Lucci che ha tentato di far parlare Matteo Renzi sull’approvazione della nuova legge elettorale.

    Iene 22.01.2014_Di Luca

    Si rientra in studio con battute su Matteo Renzi e le dimissioni di Gianni Cuperlo, e poi arriva Danilo Di Luca e la sua intervista sul doping; un’intervista che non mancherà di far discutere – il sottotitolo avrebbe potuto essere ‘Doping for Dummies‘. Di Luca, tre volte positivo al doping, rischia la galera, ma confessa di aver cominciato a doparsi a 20 anni, dopo aver scoperto che gente scarsa che gareggiava con lui in competizioni minori, vinceva molto più di lui (che vinceva già all’epoca, e senza doping) perché si dopava. ‘Ho cominciato anche io per tornare ad essere Danilo Di Luca, quello che vinceva le corse‘, afferma, specificando che il doping è soprattutto fatto di Epo e GH (l’ormone della crescita), e che puoi rivolgerti al medico che magari non ti consiglia, però ti spiega.

    Iene 22.01.2014_Di Luca 02

    Per Di Luca il 90% dei ciclisti si dopano, e il doping esiste in tutti gli sport. ‘Pentito?‘, chiede l’intervistatore. ‘Di aver sbagliato i tempi‘, risponde lui. I colleghi che l’hanno fatta franca? ‘Sono stati più bravi di me‘. E il ciclismo non è solo doping: esistono anche combine per far vincere qualcun altro… e ci sono pure le bici col motore, che si inserise dentro le biciclette e danno un po’ di potenza in più. Un ciclismo senza doping? Secciao! ‘I valori in campo sarebbero gli stessi, ma non esisterà mai. Liberarlizzarlo sarebbe la soluzione migliore, chi sbaglia viene squalificato‘, la conclusione dell’edificante intervista.

    Iene 22.01.2014_Twerk

    Le Iene sono nell’occhio del ciclone‘, dice la Blasi in studio, ma ancora non si parla di Stamina: tocca al tweerkatore, Stefano Corti e del suo ‘incontro’ con Paola Ferrari…che però non si vede, perché la conduttrice ha chiesto di non mostrare le immagini.

    Iene 22.01.2014_Twerk_Ferrari

    In realtà, dopo il ritorno in studio, riparte un altro, apposito servizio, che mostra come l’aggressione… non c’è stata. Ma Paola Ferrari, via Twitter, mostra di non gradire.

    Iene 22.01.2014_Twerk_Ferrari_04

    Iene 22.01.2014_Terra dei Fuochi

    Dopo la pausa pubblicitaria si passa a parlare della Terra dei Fuochi; testimonianze agghiacciate, con gente che beve acqua inquinata, vive in una terra inquinata e mangia cose contaminate perché ‘per me non è contaminata‘, nonostante analisi (allucinanti) che dimostrano il contrario. ‘E se venisse a tua madre, tuo figlio?‘. Nessuna risposta. E se c’è, è del tipo ‘La campagna è tutta inquinata‘. E non pensate che sia solo ‘cosa loro’, visto che il cibo coltivato lì, arriva sulle tavole di tutta Italia.

    Iene 22.01.2014_Terra dei Fuochi_04

    Seguono due spezzoni di intervista a Carlo e Filomena, intervistati in estate e scomparsi qualche mese fa.

    Iene 22.01.2014_Terra dei Fuochi_05

    Iene 22.01.2014_Terra dei Fuochi_06

    E arriva l’appello di Don Maurizio Patriciello (il parroco di Caivano impegnato da tempo nel contrasto ai roghi tossici, che è salito al Quirinale insieme con 11 mamme, tra quelle raffigurate sulle 150mila cartoline inviate a Napolitano e a papa Francesco per raccontare il dramma delle famiglie che vivono in quelle zone): ‘Presidente, non mandi l’esercito che tra due anni va via, ma rafforzi le forze dell’ordine che sono già lì‘.

    Iene 22.01.2014_Terra dei Fuochi_Patriciello

    Momento light (ma dopo un servizio sulla Terra dei Fuochi?) con Angelo Duro e i suoi sogni, in cui è fidanzato con un orso di peluche gigante…. e pronto a fare a botte con tutti senza la minima provocazione (altrui…).

    Iene 22.01.2014_Il rissoso_02

    Dopo il blocco pubblicitario, Sabrina Nobile fa le pulci alla fiction ‘Gli anni spezzati‘, piena di refusi storici tra la strage di Brescia (inserita tra le foto di piazza Fontana; ma Brescia è accaduta cinque anni dopo), Casa Pound (nata dopo del 2000), un’auto Megan parcheggiata per strada e… gente che si spezza la schiena per dieci euro al giorno? Negli anni ’70???

    Iene 22.01.2014_Strage di Brescia

    Per fortuna Solfrizzi sembra prenderla bene… (e per la verità sembra dire dieci ore al giorno, anche se la prova regia sembra confermare euro) e in suo aiuto arriva il regista afferma che sul copione c’è scritto dieci ore. Però non è difficile non concordare con Mammucari quando dice: ‘Beh, allora fate fare un corso di dizione a Solfrizzi!‘. Mangiarsi meno le parole, no?

    Iene 22.01.2014_Solfrizzi Iene

    Dopo battute sulle affinità tra simbolo della Lega Nord e foglie della marijuana si passa allo show fantasma di John Travolta, che si sarebbe dovuto tenere lo scorso luglio a Rimini. Una bufala… ma almeno i soldi dei biglietti comprati dalla gente, saranno andati ai terremotati dell’Emilia? E soprattutto, il Comune di Rimini, patrocinatore dell’evento, non poteva verificare?

    Iene 22.01.2014_John Travolta_Terremotati

    Ma la Alabama Eventi ci regala ancora soddisfazioni: dopo la sòla Travolta, sta organizzando un altro evento a Rimini, dove il quattro marzo 2014 ci sarà lo spettacolo con Massimo Ghini e Elena Santarelli, ‘Quando la moglie è in vacanza‘. Ma… ci sarà? Massimo Ghini dice che quel giorno sarà a Catanzaro… e le Iene per portare a casa ‘sto servizio rischiano pure di essere speronati da un camioncino.

    Iene 22.01.2014_Ghini

    E ora si passa ad Eurocom, con quattro lavoratori non pagati.

    Una truffa che accade nella ‘civilissima’ Lombardia, che finanzia la società… che però non paga i dipendenti, nella fattispecie insegnanti che hanno svolto corsi e non sono mai stati pagati.

    Iene 22.01.2014_EuroCom

    E se il titolare sembra voler parlare (‘Però non mi sembra corretto che lei mi chieda queste cose davanti a una telecamera, mi imbarazza‘, dice), la moglie se lo porta via, anche in maniera brusca.

    Iene 22.01.2014_EuroCom_02

    Si passa ad Enrico Lucci e i pensionati bulgari, che poi sono italiani trapiantati in Bulgaria: considerato che i bulgari prendono 70 euro al mese di pensione, pensate quanto si campa bene – con una pensione italiana – in un paese dove quattro persone al ristorante spendono… 17 euro. In Italia manco da McDonald’s…

    Iene 22.01.2014_Pensionati bulgari

    Io qui con 500 euro l’anno pago le tasse di due macchine, della casa e della terra. In Italia 1000 euro solo per la macchina‘, la testimonianza dell’uomo qui sotto.

    Iene 22.01.2014_Pensionati bulgari 02

    C’è gente che ha scritto un libro, ‘Scoprire la Bulgaria‘; ma c’è il caso di Adolfo che fa capire il perché della musica di Psycho (il film di Alfred Hitchcock): ha una pistola ed è pronto ad usarla, non si sa contro chi…

    Iene 22.01.2014_Adolfo 02

    Dopo l’ennesimo blocco pubblicitario, intervista singola con Alessandro Gassman, ex Iena e romanista con un messaggio molto speciale per Ilary: ‘Non me stanca quel ragazzo (Totti, ndr) fallo giocà’. L’attore è al cinema con Tutta colpa di Freud.

    Iene 22.01.2014_Alessandro Gassman

    Si passa poi a dei finti casting per fiction anche importanti (si parla di Sky…); pagare 250 euro per pagare la copertura assicurativa? Evidentemente una truffa, ma c’è chi ci casca…

    Iene 22.01.2014_Hartman

    Intervistato, il direttore delle produzioni di Sky, Nils Hartmann, dice che quella società di produzioni e il programma sono una bufala – e in effetti ‘Bella e monella‘ al massimo sembra il titolo di una produzione sboccacciata anni ’70; si scopre peraltro che il millantatore – tale Marcello Righettini – ha già incrociato Le Iene, due anni fa era finito nella ‘rete’ perché cercava (…e non era vero) persone per Dolce e Gabbana...ma si può dà retta ad uno con la faccia così???

    Iene 22.01.2014_Truffatore

    Il nostro – oltre a scusarsi con il direttore di Sky – sostiene di essere vittima di un ex socio, che avrebbe fatto i contratti con la partita Iva della televisione satellitare. Peccato che molte persone hanno pagato lui… non hanno mai lavorato! ‘I soldi li dovete ricevere, e non dare, per lavorare‘, conclude l’ex Biascica di Boris. E mica vale solo per gli aspiranti attori…

    Iene 22.01.2014_Morte Bianca

    E poi si parla di morti bianche e valanghe…la natura è ‘fetente’, ma anche l’uomo ci mette del suo non usando il cervello …e quegli attrezzi (airbag, pala e sonda) che potrebbero salvare la vita ad un eventuale travolto da una valanga (il 93% di chi finisce sotto una valanga ha la possibilità di salvarsi…entro i primi 15 minuti). Nell’ultimo mese, ricorda il programma, sono morte 12 persone a causa valanghe.

    Iene 22.01.2014_Valanghe

    Ma Stamina? Ancora niente. Ora Enrico Lucci ci prova con Matteo Renzi… ‘sta legge elettorale, si farà? Detto che ci vuole coraggio a dare del ‘piccolo’ a Guido Crosetto, la Iena ci sembra comunque un po’ agitata… e anche scarsamente informata del fatto che un certo Cuperlo ha dato l’addio alla presidenza del Pd. Ricordiamo che le battute sul tema dei due conduttori sono state fatte oltre un’ora fa…

    Iene 22.01.2014_Crosetto

    E finalmente, a mezzanotte, arriva il servizio su Stamina…. con un mega riassuntone su quanto successo mentre Le Iene erano in pausa.

    Iene 22.01.2014_Stamina

    Sin dagli inizi, non sembra proprio un mea culpa

    Iene 22.01.2014_Stamina 02

    Stamina sarebbe un’infusione di non si sa cosa? Vannoni sarebbe un truffatore? Tutti condizionali… e Le Iene si difendono ricordando di aver dato la notizia che il presidente della fondazione Stamina non era un medico ed era indagato per associazione a delinquere e somministrazione di sostanze pericolose, come rivelato dallo stesso Vannoni proprio nell’intervista del programma di Italia 1 qualche mese fa.

    Iene 22.01.2014_Vannoni

    E si scopre che fu l’Aifa, nel 2011, a dare l’autorizzazione alle ‘cure compassionevoli‘, e che il Ministero indirizzava i pazienti all’ospedale di Brescia.

    Iene 22.01.2014_Aifa

    Iene 22.01.2014_Ministero

    E poi arriva Luca Merlino, direttore vicario sanità della regione Lombardia, che ha utilizzato direttamente il metodo Stamina e che ‘è convinto di essere migliorato‘, secondo Golia. Merlino conferma di non sentirsi una cavia, ‘non si sta facendo sperimentazione. Anche i giudici hanno capito che non è sperimentazione, ma terapia compassionevole‘.

    Iene 22.01.2014_Merlino

    E Golia ricorda i pazienti…piccoli pazienti, come Gioele e Celeste, ma anche Sofia di Firenze, affetta da leucodistrofia metacromatica, malattia che la rende cieca e invalida.

    Iene 22.01.2014_Sofia_02

    E a chi rinfaccia di aver dato troppo spazio ai genitori, Golia ricorda gli scienziati intervistati (come Umberto Veronesi), i pazienti scettici e le dichiarazioni dei componenti della prima commissione scientifica del ministero, così come di aver riportato le opinioni (negative) di organismi internazionali scettici sulla cura.

    Iene 22.01.2014_Sebastian

    Seguono dottori che confermano piccoli miglioramenti. E finalmente, arriva un mea culpa (più o meno): ‘Se solo uno dei nostri telespettatori si è convinto che il Metodo Stamina funzioni davvero, scusateci: non è questo ciò che volevamo dire‘. Ma poi ripartono le bacchettate alla stampa (e in effetti, 62 morti come scrive qualche giornale? In realtà 62 sono i pazienti!)

    Iene 22.01.2014_Morti

    Il servizio si conclude con l’intervista a Mauro Ferrari, presidente del nuovo comitato scientifico nominato dal Ministero della Salute: ‘So di essermi preso una patata bollente, ma sono convinto l’Italia potrà assumere così un ruolo di primo piano. Io voglio ringraziarvi, pensiamo a dove stava il Paese rispetto a questa discussione. Certamente ci sono degli aspetti negativi per questa asprezza nel dibattito, si deve pensare ai pazienti. Grazie a voi si è alzato il livello di acculturazione‘.

    Iene 22.01.2014_Ferrari

    E dopo l’ennesima carrellata pubblicitaria – l’unica cosa buona della pubblicità de Le Iene è la pubblicità di Shining, previsto per martedì prossimo in seconda serata – si chiude con Mammucari e Blasi che invitano i telespettatori ancora svegli a segnalare le loro storie… e ad andarsene a letto! E buonanotte a tutti…

    Iene 22.01.2014_Mammucari Blasi

    3437

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Italia 1Le Iene

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI