Le Iene, prima puntata 29 gennaio 2015: diretta live con tutti i servizi

Le Iene, prima puntata 29 gennaio 2015: diretta live con tutti i servizi

Le Iene prima puntata 29 gennaio 2015 diretta-live tutti i servizi: l'intervista a Carolina Kostnerm, al potenziale terrorista Jihad e ad Antonio Razzi

da in Ilary Blasi, Intrattenimento, Italia 1, Le Iene, Programmi TV, Blogcronaca
Ultimo aggiornamento:

    Tornano Le Iene: la prima puntata del 29 gennaio 2015 in diretta su Italia 1 e Live su Televisionando: tutti i servizi di stasera con la coppia formata da Ilary Blasi e Teo Mammucari nuovamente al debutto e al timone dello show di Italia 1. Al centro della puntata l’intervista a Carolina Kostner e il toto-Quirinale in momenti concitati per l’elezione del Presidente della Repubblica. Riusciranno i video con gli inviati di stasera a dare linfa anche a questa nuova edizione? 3,2,1 Iene!

    21:10 – Puntuali come non mai, ecco la sigla con i ballerini Teo e Ilary: vestita con le tende di casa Mammucari. Iniziamo bene, trasparenze a parte. Si parla di vino: i conduttori confessano esperienze in tal senso. Finalmente il primo servizio: Filippo Roma con i papabili al Quirinale. Ma chi sono quelli che non vorrebbero ricoprire la carica? Lavoro da iena che qualcuno dovrà pur fare! Sfilza di nomi di tutto rispetto: Monti, Prodi, Severino, Fassino… ma non è un’idea insana? Si scherza.

    Filippo Roma e il totoQuirinale

    21:20 – In studio si tira in ballo ancora il Papa (che fa sempre ascolto…): ‘Non riusciva a collegarsi con l’Isola dei Famosi. Saluto Mara Venier’, il commento del conduttore moro. Finalmente quella brava di Nadia Toffa: torna sui sindacati, ma stavolta si parla di mancate retribuzioni. A sfruttare – si dice nel servizio – sarebbe stato proprio il difensore numero 1: il sindacato. La ragazza nel frattempo è morta, mentre nei genitori è ancora viva la delusione. E vai con la causa in tribunale.

    21:50Intervista a Carolina Kostner tra polemiche e momenti toccanti. La pattinatrice si toglie qualche sassolino dalle scarpe. ‘La mia vita senza pattini è difficile da immaginare’; poi lancia un’hashtag: #bastaaa. Dalla campionessa al presunto doping di Teo Mammucari (il riferimento è alle intercettazioni uscite tempo fa rispetto all’inchiesta Mafia Capitale). Un estratto dell’intervista alla compionessa:

    ‘Ho detto una bugia. In quel momento ho avuto pochi secondi per riflettere veramente. Ho reagito come la sua fidanzata’; ‘Lui mi disse: Ho messo una scatola nel frigo, è vitamina B12. Avevo piena fiducia nella persona che amavo e non mi sono posta la domanda’; ‘Ferrari adesso so chi è, però non è il mio medico’; ‘Definirei la mia squalifica abbastanza ingiusta‘; ‘Sto pensando a un ritiro dalle gare? Mi sono presa un anno di pausa a partire dall’estate scorsa’; ‘Il doping mi fa schifo. Prometto che non farò mai uso di doping’.

    Morto durante un fermo dei carabinieri

    22:00 – Si torna in studio e via il servizio di Mauro Casciari con ‘perché è morto Riccardo Magherini‘. Racconta la iena: ‘in preda a crisi di panico, fermato dai carabinieri, ecco le ultime parole prima di morire’. Un’altra verità emergerebbe da alcune testimonianze oltre agli elementi forniti dall’audio originale. Si fa leva sugli oltre 20 testimoni che avrebbero assistito alla vicenda.

    22:10 – Tanti testimoni, tante telecamere che avrebbero potuto riprendere le immagini con Riccardo prima del dramma di lì a poco. Si torna in studio e Stefano Corti subito in video con la iena che si finge emissario di scommesse cercando di corrompere i giocatori. La iena da Pechino Express a Leyton Orient, insomma. La sorpresa sono però i baby calciatori e viva la parodia della cronaca sportiva. Ennesimo blocco pubblicitario.

    22:20 – Bentornati. Di nuovo con Filippo Roma stavolta alle prese con Matteo Renzi che non ha mantenuto la promessa circa l’aggiornamento del nomenclatore per disabili in tempi ragionevoli. Annessa al premier la storia di Marco, disabile impossibilitato a comunicare se non con un mediatore. Problemi seri, non di maggioranze. Tanto per dire… Sembra che il premier non abbia ancora risolto la questione.

    Matteo Renzi

    22:40 – Balletti in studio sempre più terribili; Teo vuole fare un rito con una vergine, dice, e sceglie Ilary che fa una pernacchia in diretta. Il livello è sempre più alto: chiamano Paolo Brosio e lo scherzo consiste nella pernacchia della Blasi. Beh vabbè, prima gli mandano le scuse per la beffa a Scherzi a parte poi lo rifanno senza pietà. Vediamo Agresti che è meglio: si parla di case occupate abusivamente.

    22:45 – Susy ha prestato le chiavi ad un’amica, che non le ha ridato più casa sua. Il giudice ha pure condannato l’inquilino abusivo, ma niente da fare. Basta un cambio di serratura. Fortunatamente stavolta c’è un lieto fine: così tutto è ritornato alla proprietaria, anche se la casa è vuota (i mobili sono stati portati via).

    22:50 – Tocca a Stefania Nobile con ‘L’elezione del Presidente’. La iena con un passato da conduttrice interroga i politici su quali debbano essere i criteri per la nomina al Presidente della Repubblica Italiana. Ci sono tutti eh: dagli esponenti del PD a quelli di Forza Italia, passando per Sel (‘un modo becero di fare informazione’, le dice). Poi arriva Razzi, che legge un settimanale di gossip.

    Antonio Razzi

    23:10 – Teo e Ilary si sono rifiutati di fare troppi balletti? Gli stacchetti ridimensionati.

    Vediamo il servizio di Luigi Pelazza: ha intervistato un esponente del terrorismo – può essere considerato al pari di un potenziale ‘Charlie Hebdo’. E’ a volto coperto e spiega le sue motivazioni: ‘la causa è Dio’. E’ importantissimo capire senza far finta di non vedere certe cose, ma bisogna anche riflettere sulla modalità di come mandarle in onda. Bravo Pelazza per l’intervista.

    23:20 – Di ritorno in studio si parla del futuro Presidente della Repubblica forse una donna, ma comunque deve piacere a tutti – dice Ilary. Mammucari ha una proposta: ‘Belen Rodriguez. Con le lingue ci sa fare. Immaginate il tricolore con la farfalla in mezzo’. Ilary: ‘Non ho farfalle, c’ho il gatto’. Via però al servizio con Matteo Viviani: la storia di un’azienda sotto l’ombra della mafia, ma gli imprenditori ce l’hanno con lo Stato. Qualcosa non quadra però, nessun odore di mafia – dicono, pur costretti in passato a pagare il pizzo.

    23:30 – La storia degli imprenditori accusati di essere mafiosi, ma assolti da un giudice. I beni sequestrati gestiti da un amministratore, che avrebbe venduto come amministratore parti della società e ricomprato come persona fisica attraverso delle società (che a quanto pare sarebbero state indebitate). Si cerca di capire come sia stato possibile. L’amministratore intervistato dall’inviato non risponde.

    Servizio 29 gennaio 2015

    23:50 – Una vecchia conoscenza, ma è una nuova iena: Maccio Capatonda ed Herbert Ballerina debuttano con Giulio Verme che sfrutta il 20% del suo cervello. C’è da ridere… Un individuo fastidioso, ma basta una pillola magica e la relazione con l’altro diventa più semplice… Geniale è geniale, peccato che Italia 1 l’abbia lasciato a MTV.

    24:00 – Ultimi blocchi prima di chiudere. Ma prima uno stacchetto nuovo: miracolo! E’ il momento dell’atteso Giulio Golia, alle prese con un annuncio apparentemente come tanti, ma invece le segretaria sembra debbano essere ‘molto elastiche’. Vediamo il colloquio, e la prova… Insomma, segreteria sì – devono esserlo ma se sono sexy meglio – vorrebbe il datore di lavoro. Poi si scopre che ripreso dalle telecamere oggi, sarebbe stato già arrestato per violenza.

    00:10 – Come antistress è allora Giulio Golia vestito da donna che tampina il datore di lavoro che cerca assistenti particolari. La iena sfoggia parruccone nero e becca un cancello a distanza di 20 cm dalla faccia. Fa un po’ ridere la scenetta, ma sono fatti seri: e tutti ritornano al proprio posto, chi in ufficio chi dietro la telecamera.

    Segretarie sì, ma un po' sexy

    00:15 – E’ arrivato finalmente Enrico Lucci simpatico birbante alla prima della Scala. La iena prende in giro i lord col biglietto che puzza. Arriva pure Valeria Marini con un abito discutibile; sfilano scarpette deliziose, tette vere e spacchi vertiginosi. E Lucci bacia i seni di Eva Riccobono. Glielo lasciano fare quasi tutte… non se ne esce.

    00:20 – Vediamo Nina Palmieri in modalità X Love a CastelVolturno: lezioni di raccolta differenziata ad una prostituta del luogo. Il sindaco del Paese si è appostato e ha spiegato ai ‘pu++anieri’ dove buttare i profilattici usati. Un po’ di ironia per un fine nobile e arriva l’ordinanza anti-sosta davanti alle prostitute. Maestrino coi clienti, quindi la iena gli fa l’esame. Carina ‘sta cosa.

    00:30 – Questo servizio è dedicato a Giancarlo Magalli, spuntato tra i più votato sui social nel sondaggio del Fatto Quotidiano. Intervista al conduttore: ‘non me la sento’ – dice, si va avanti con faccette e doppi sensi social. E scappa pure la prima promessa dal (finto) Colle: ‘Wifi per tutti’ al ritmo di ‘Magalli uno di noi’ tra la folla che lo acclama. Momenti indimenticabili. In studio la foto di Adinolfi e si festeggia l’anno (nel Medioevo) e rivediamo il servizio del toto-Presidente della Repubblica. Pubblicità. Si ritorna in studio, saluti, hashtag e la puntata è finita. L’annuncio: le Iene by Night si spostano al martedì in seconda serata. In 8 anni non è cambiata una virgola.

    Giancarlo Magalli

    1678

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ilary BlasiIntrattenimentoItalia 1Le IeneProgrammi TVBlogcronaca
    ALTRE NOTIZIE