Le Iene, nona puntata 12 novembre 2014 diretta live: la storia di Emma rapita dal padre

Le Iene show, anticipazioni e live puntata del 12 novembre 2014: la storia di Emma rapita dal padre e il crack in Brasile

da , il

    Le Iene show torna questa sera su Italia 1 alle 21.10 con Ilary Blasi e Teo Mammucari: nell’attesa della diretta live della nona puntata, Televisionando vi offre le anticipazioni per i servizi del 12 novembre 2014. Tra i principali, Mauro Casciari torna ad occuparsi del caso di Emma, una bambina che tre anni fa, a soli 21 mesi, fu rapita dal padre: l’uomo avrebbe sottratto Emma alla madre Alice per portarla con sé in Siria.

    Sempre in tema di Medio Oriente, La Iena Nina raccoglie invece la viva testimonianza di una donna curda di Kobane, la città siriana a maggioranza curda a ridosso del confine turco, sotto assedio da settimane da parte degli jihadisti dell’Isis. La iena Stefano Corti torna poi a vestire i panni dell’”infiltrato”, che da tempo tenta di inserirsi nelle più importanti competizioni sportive, sebbene senza alcun successo. Ultimo obiettivo è il Motomondiale 2014. Ma sul circuito Ricardo Tormo di Valencia Corti vestirà anche i panni di “Lello, l’amico dei piloti”, tentando di far doppiare ai suoi beniamini – Valentino Rossi, Daniel Pedrosa, Andrea Dovizioso, Andrea Iannone – le “performance” riprese dai suoi video sprovvisti di audio.

    21.10 E vai con l’anteprima. E subito pubblicità!

    21.13 E cominciano le Iene.

    Il finto dentista

    21.15 Ci viene raccontata da Nadia Toffa la storia di un finto dentista, che rovina la bocca – e la vita – alla gente, nello specifico Paola. Questo uomo.

    Ha pagato settemila euro al finto dentista e ottomila euro al nuovo dentista. Ma non ha le ricevute. Ha 55 anni e due denti, “perché una testa di ca** me li ha rovinati”.

    Le Iene mandano in avanscoperta una “paziente”.

    Il dottore prescrive ricette e altro, con ricette… non sue!

    Uno dei dottori si lascia intervistare, ma la versione fornita è poco chiara…

    Alla fine Paola affronta il finto dentista… dopo con una bocca così, chi non lo sarebbe?

    Il “dottore” ammette la colpa e promette di restituire tutto… o meglio, 5.000 euro.

    …ma alla fine arriva la Iena

    La smette di fare il dentista?Ci penserò, stanotte“. Ma questo da venti anni esercita senza laurea e licenza e nessuno dice niente?

    21.28 Ritorno in studio.

    Carrara, una tragedia annunciata

    21.29 Giulio Golia ci racconta il disastro di Carrara. Annunciato.

    Si parla degli argini del torrente Carrione, il torrente che ha esondato il 5 novembre a Carrara. 5000 famiglie alluvionate, 1600 case danneggiate.

    Nessuno sapeva? I cittadini lo hanno denunciato più volte, ma l’ingegnere della prima relazione è in ferie, ma perché il sindaco non ha ascoltato i vigili del fuoco?

    Golia intervista il sindaco, che dà la colpa alla Provincia.

    Si passa allora al presidente della Provincia, pure lui (con l’Ente) esente da colpa.

    L’unico che chiede scusa è il governatore della Toscana.

    21.38 Ritorno in studio. Si parla dell’Isola dei famosi, in partenza a gennaio 2015 su Canale 5.

    21.40 Pubblicità!

    21.46 E ritorno in studio!

    Emma, la bambina rapita dal padre

    21.47 Le Iene tornano ad occuparsi del caso di Emma, una bambina che tre anni fa, a soli 21 mesi, fu rapita dal padre. L’uomo avrebbe sottratto Emma alla madre Alice per portarla con sé in Siria.

    Piccolo particolare: in Siria c’è la guerra.

    Molto il materiale di repertorio dell’allora inviato Pablo Trincia.

    Questo è il padre, che non ha portato alla Iena la bambina, ma solo una foto e una maglietta.

    Se gli daranno un passaporto italiano e ritireranno le denunce, l’uomo promette che riporterà la bimba. A un anno da quando le Iene per la prima volta si sono recate sul confine tra Turchia e Siria per incontrare il padre, che a parole si era detto disponibile ad un incontro con la ex compagna ma nei fatti si è sempre negato, niente è cambiato, e la madre continua a non avere notizie della bambina.

    Le Iene si mettono quindi sulle sue tracce per una seconda volta, inviando in Medio Oriente un mediatore che convinca l’uomo a riportare la bambina in Italia. Dopo l’incontro con l’intermediario, che si svolge in Turchia al confine con la Siria, il padre si dichiara disponibile ad incontrare la moglie e a farle rivedere la piccola Emma. Casciari accompagna quindi Alice in Turchia, con la speranza che questa volta l’uomo mantenga le sue promesse.

    Non si comincia bene, visto che nonostante la promessa di portare Emma, non la porta. E vuole 300.000 euro. Non prima di aver chiamato Alice e promesso che porterà la bambina.

    Nadeem non si fa vedere. Per due volte.

    Il terzo giorno arriva, ma senza figlia.

    Sarà vero?

    E poi le fa vedere un video.

    L’uomo dice di voler far crescere Emma in Italia con la mamma, ma non sembra molto convinto nel portare avanti l’intenzione.

    L’uomo chiede ancora il ritiro della denuncia, e poi fa parlare Emma con la mamma.

    L’uomo spiega poi perché ha rapito la figlia. In sintesi, differenze culturali e un uomo che non deve chiedere mai.

    Sarà vero? No. Da un mese le Iene hanno provato a ristabilire un contatto, senza esito.

    E nessuno aiuta ‘sta donna.

    Egidio Magnozzi

    22.13 Paolo Calabresi torna nei panni di Egidio Magnozzi, col problema dei clisteri. E le bottiglie di Barolo…

    22.19 E pubblicità!

    22.23 E ritorno in studio

    Finanziare un partito

    22.24 Sulla musica di Psycho, Enrico Lucci intervista gli imprenditori che hanno sganciato 1000 euro per finanziare il Pd e partecipare alla cena di qualche giorno fa. Ce fosse un imprenditore che ha votato a sinistra. E in molti non dicono il cognome.

    22.30 E pubblicità!

    22.35 Ritorno in studio

    Con Blasi – Spagna. E la performance di Veronica Maya, con annesso incidente.

    E Valerio Scanu – Lady Oscar.

    Hai bisogno di 4 milioni di euro?

    22.39 Matteo Viviani parla di truffatori.

    In particolare un dottore e un ingegnere, che per 100.000 euro garantivano 4 milioni. E una volta presi i soldi(60 mila euro), spariscono. E danno la colpa l’uno all’altro – e alla guerra in Ucraina.

    Gli esperti sono chiari: “Troppo bello per essere vero“. Ma i truffatori si rifanno vivi per chiedere altri 50.000 euro.

    Il funzionario di banca, altrettanto chiaramente, si mette le mani nei capelli.

    Ecco una delle volpi.

    E questa è l’altro. Nel mentre io sono innamorata di Giannina Puddu, una donna un mito.

    E alla fine arriva La Iena.

    Abusi di Stato

    22.49 La Iena Filippo Roma si occupa di Palazzo Giustiniani a Roma, dove hanno sede gli Uffici dei Senatori a vita e degli ex Presidenti del Senato. Qui sarebbero stati commessi due abusi edilizi che avrebbero provocato dei danni strutturali allo stabile affianco: il primo riguarderebbe la parete della tromba dell’ascensore del palazzo e il secondo un pavimento che avrebbe dovuto appoggiare su una base di cemento armato che non è mai stata realizzata.

    La Iena sottolinea come esistano due sentenze, una del 1993 e una del 2008, che ordinano “la riduzione dei luoghi al ripristino stato“.

    Roma chiede cosa ne pensano in merito ad alcuni ex Presidenti del Senato e Senatori a vita che hanno i loro uffici presso Palazzo Giustiniani, e, infine, intervista Roberto Reggi, il nuovo direttore dell’Agenzia del Demanio.

    Manco Renzo Piano ci dà soddisfazione.

    22.57 Ritorno in studio.

    Il sindaco non paga le multe

    22.57 La Iena Dino prova a parlare con il sindaco Ignazio Marino. Quello che non paga le multe.

    Il tutto mentre decuplica la ztl.

    Le Iene ricordano le varie versioni fornite dal sindaco, inclusa quella degli hacker

    Il senatore Andrea Augello si improvvisa hacker e smentisce il sindaco: “Non è che il permesso è sparito, è come se chiedete al bancomat l’estratto conto e poi il saldo, le schermate sono diverse“.

    E intanto Marino riparcheggia in sosta vietata. Senza multe.

    23.05 Pubblicità!

    23.10 Ritorno in studio. Si parla del ‘gelato’ di Madia sbattuto in prima da Signorini. Con dimostrazione in studio.

    Come si recupera una moto rubata

    23.12 Luigi Pelazza parla di un sito ucraino dove si vendono moto rubate. Spiegando anche che sono senza documenti.

    Il tizio spiega di averla comprata per i pezzi di ricambio. Salvo poi dire che è nuova.

    E la colpa… è la nostra.

    Il numero sul telaio è lo stesso.

    E alla fine arriva La Iena…

    … E torna la moto.

    Lello l’amico dei calciatori

    23.25 Lello l’amico dei calciatori, alias Stefano Corti.

    23.29 E pubblicità!

    23.34 Ritorno in studio.

    Crackolandia

    La Iena Cizco ci racconta dell’uso di crack in Brasile.

    Una droga che uccide lentamente e che toglie la dignità.

    Persone come zombie, completamente isolate. E le donne si prostituiscono per comprare la droga, poi restano incinta e i bambini che nascono già tossici. E con problemi

    La gente si droga in mezzo i binari, in condizioni igieniche disastrose…

    … e si drogano all’aria aperta.

    Anche quindicenni.

    E alla fine – dopo anche minacce di morte – arriva la polizia.

    Con mega retata.

    Decine di kg di droga. Oltre duecento.

    Storia cruda.

    23.52 E pubblicità.

    23.57 Ritorno in studio

    Il promotore finanziario bipolare

    23.57 Giulio Golia ci racconta la storia di un promotore finanziario truffaldino. Ma dove sono finiti tutti i soldi?

    Questi sono alcuni degli assegni datigli da una famiglia.

    Tra i truffati anche anziani e disabili. Ma il truffatore promette che restituirà tutto.

    Il truffatore di fa dichiare depresso

    Ma la Iena vuole vederci chiaro…

    00.07 Ritorno in studio

    Il gelato di Marianna Madia

    00.07 Sabrina Nobile prova a far mangiare il gelato ai politici per solidarietà con la Madia.

    Imperdibile la Iena gelataia

    Nuovo servizio

    Giovanna Nina Palmieri intervista una donna curda di Kobanè, città siriana a maggioranza curda a ridosso del confine turco, sotto assedio da settimane da parte degli jihadisti dell’Isis. “Le donne curde hanno un ruolo di leadership nella resistenza di Kobanè. Offrono uno straordinario supporto militare e anche le donne che non combattono danno supporto economico alla guerra. Non si può immaginare una rivoluzione curda senza la presenza delle donne in prima linea“.

    La donna spiega che per i terroristi “la donna è il male. Se moriranno nella Jihad, andranno in paradiso e avranno tutto ciò che desiderano, comprese le donne e le vergini. Ma se vengono uccisi per mano di una donna, sono certi che non andranno in paradiso“.

    Sicuramente la resistenza vincerà e a breve. Dopo la vittoria costruiremo, anzi ricostruiremo la città, perché ora è completamente distrutta e sono certa che ci sarà una corsa internazionale per aiutarci. Perché le porte dei Kobanesi sono sempre aperte a tutte le persone del mondo.“, aggiunge la donna.

    00.24 Ritorno in studio

    Rosalinda Celentano e Simona Borioni

    00.25 Il servizio riciclato della serata è Simona Borioni – Rosalinda Celentano del dicembre 2013, quando la coppia – scoppiata domenica – era felice.

    00.33 Ritorno in studio

    I muri oltre Berlino

    00.34 Personaggi famosi raccontano del muro di Berlino e dintorni….

    00.39 Ritorno in studio.

    00.40 Pubblicità.

    00.45 Ritorno in studio con annessa buonanotte.