Le Iene, Luigi Pelazza espulso dal Marocco per un servizio

Le Iene, Luigi Pelazza espulso dal Marocco per un servizio

L'inviato della trasmissione Mediaset bloccato a Marracash da una decina di agenti di polizia

    Le Iene, Luigi Pelazza espulso dal Marocco per un servizio

    Uno degli inviati più noti de Le Iene, Luigi Pelazza, è stato espulso dal Marocco mentre stava realizzando un servizio sulla prostituzione minorile locale. Si parla di un blitz di una decina di agenti di polizia e riprese, materiale e telecamere sequestrati. Pelazza sta bene e sta tornando in Italia. I fatti sono avvenuti nel pomeriggio di mercoledì 28 settembre 2016, quando l’inviato Mediaset si trovava nella città di Marracash insieme all’operatore Mauro Pilai.

    Secondo il racconto dell’inviato de Le Iene, sentito al telefono da un giornalista del Corriere della Sera, che ne dà notizia, Luigi Pelazza è stato espulso dal Marocco per aver realizzato un servizio sulla prostituzione minorile locale, dopo aver raccolto ‘molto materiale’ su ‘un grande giro di ragazzi e ragazze di 13 e 14 anni pagati 300 o 400 euro per avere rapporti sessuali’.

    Sempre secondo la ricostruzione fornita da Pelazza, la ‘iena’ è stato bloccato da una decina di agenti di polizia locale all’uscita di un appartamento, all’interno del quale poco prima aveva intervistato uno dei ragazzi legati al giro della prostituzione minorile in Marocco.

    Al momento, l’accusa mossa nei confronti dell’inviato Mediaset è di aver filmato minori senza consenso. Pelazza, sempre al Corriere della Sera, fa anche sapere che l’interprete che era con lui è stato arrestato.

    Successivamente, l’inviato de Le Iene ha reso noto tramite Facebook che per fortuna sta bene e che sta tornando in Italia. Intanto, i telespettatori si chiedono se e quando andrà in onda il servizio in questione.

    La trasmissione di Italia 1 torna in video domenica 2 ottobre 2016. Martedì andrà invece in onda la seconda puntata.

    392

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI