Le Iene, Cesare Battisti stasera: ‘Napolitano irriducibile stalinista’

Le Iene, Cesare Battisti stasera: ‘Napolitano irriducibile stalinista’

Questa sera andrà in onda su Italia Uno la nuova puntata delle Iene, in cui, in una video-intervista imperdibile, farà la sua comparsa Cesare Battisti

da in Attualità, Italia 1, Le Iene
Ultimo aggiornamento:

    cesare battisti le iene intervista

    Le Iene continuano a riciclare vecchi filmati dall’anno scorso e non solo, ma questa sera con Cesare Battisti, televisivamente parlando, faranno un colpaccio di quelli clamorosi; moralmente ed eticamente, ci si continua a chiedere se sia stato giusto dare spazio a un personaggio del genere, fuggito dal carcere di Frosinone, dopo l’arresto, e condannato all’ergastolo dalla magistratura italiana. Certo è che, se nessuno si è opposto finora all’intervista che sarà mandata in onda questa sera, non vediamo perché Ilary Blasi, Gassman e Brignano debbano preoccuparsi. Ma veniamo al dunque: cosa dobbiamo aspettarci da questo botta e risposta? Niente di positivo, meglio scriverlo sin da subito: Cesare Battisti ha attaccato in modo squallido la massima carica dello stao, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dopo aver sottolineato che, solo restando in Brasile, potrà sottrarsi alle decisioni della legge italiana, nonostante gli inviti più volte ripetuti del Quirinale a ritornare sui suoi passi per espiare le pene alle quali è stato condannato a conclusione di processi svoltisi nella piena osservanza delle regole di uno Stato di diritto.

    Dal canto suo, Battisti chiede clemenza e scongiura l’ipotesi di un ritorno, implorando il perdono del Presidente, e non senza lasciare il segno:

    A me sembra [Giorgio Napolitano ndr] davvero un irriducibile degli anni ‘70, dell’ex P.C. stalinista… A me non sembra che sia la persona adeguata per dire oggi all’Italia: giriamo la pagina, dimentichiamo il passato, riconosciamo le responsabilitò, riconosciamo la storia, riappacifichiamoci.

    Un condannato che consiglia all’Italia di voltare pagina. Non c’è limite al peggio, è proprio vero.

    311

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàItalia 1Le Iene
    ALTRE NOTIZIE