Le Charlie’s Angels sbarcano su ABC (con Josh Friedman e Drew Barrymore)

Le Charlie’s Angels sbarcano su ABC (con Josh Friedman e Drew Barrymore)

Le Charlie’s Angeles tornano in tv: sarà la ABC a trasmettere la serie, o quanto meno a produrre un pilot che, se soddisferà gli executives ed i focus group, approderà in tv

    Le Charlie’s Angeles tornano in tv: sarà la ABC a trasmettere la serie, o quanto meno a produrre un pilot che, se soddisferà gli executives ed i focus group, approderà in tv. E le buone notizie – almeno per i fan di “Terminator: The Sarah Connor Chronicles”, non finiscono qui.

    A produrre e sceneggiare “Charlie’s Angeles” sarà infatti Josh Friedman, già creatore della sfortunata serie sci-fi della Fox, cancellata dopo due sole stagioni: nel progetto sono coinvolti anche il producer Leonard Goldberg, che nel 1976 lanciò la serie (durata fino al 1981) assieme ad Aaron Spelling in 1976, ed anche Drew Barrymore, che comparve (assieme a Lucy Liu e Cameron Diaz) e produsse il film del 2000 (Charlie’s Angels) ed il suo sequel (“Charlie’s Angels: Più che mai”).

    La serie – per chi fosse vissuto su Marte – era incentrata sull’attività di investigazione della Charles Townsend Investigations, per cui lavoravano tre donne ed un assistente (il capo non comparve mai): le Angels originali furono Kate Jackson (Sabrina Duncan), Farrah Fawcett (da poco scomparsa, interpretava Jill Munroe) e Jaclyn Smith (Kelly Garrett). La Fawcett abbandonò alla fine della prima stagione, Kate Jackson nella terza, e furono sostituite da Cheryl Ladd (Kris Munroe) e Shelley Hack (Tiffany Welles, poi sostituita da Tanya Roberts, aka Julie Rogers).

    Secondo quanto riportato da Variety, il progetto ha tutto l’appoggio di Steve McPherson, presidente ABC, anche se resta tutto da vedere il successo dei revival televisive di vecchie glorie cinematografiche o seriali (tra “Knight Rider”, “Melrose Place”, “The Bionic Woman” ed Eastwick…non è che i precedenti siano eccelsi).

    A confortare la ABC c’è comunque il successo (in calando) di V. (che – tanto per restare in tema – è una rivisitazione dei Visitors), che ha debuttato in maniera decisacon 14 milioni di telespettatori per poi calare a 10 con la sua seconda puntata. A produrre la serie sarà la Sony, che già sta adattando un’altra creatura Goldberg/Spelling, “Fantasy Island”, come reality show (ma il progetto non è per ora stato acquistato da nessun network).

    Già nel 1988 Spelling aveva tentato (con Fox) un revival della serie intitolato “Angels 88”, la rete rifiutò il progetto, ma da quell’incontro nacque Beverly Hills 90210 (1990, a sua volta oggetto di revival con 90210). E forse in pochi sanno che – prima di Lost – fu Carlton Cuse (assieme a John Wirth) a provare a dare nuova vita agli ‘Angeli’: correva l’anno 2004, ma la ABC – che pure aveva ordinato un pilot – poi decise di non produrlo.

    Sempre in tema di revival, infine, ricordiamo che poco tempo fa la CBS ha dato il via libera ad una versione aggiornata di “Hawaii Squadra Cinque Zero” (”Hawaii Five-O“) sceneggiata da Alex Kurtzman e Roberto Orci assieme al produttore esecutivo di “CSI NY” Peter Lenkov.

    Che la prossima stagione americana diventi una sagra del riciclato? Non ci resta che aspettare per giudicare…

    600