Law & Order: SVU, il set sulla protesta occupato dai veri indignados di OWS (video)

Law & Order: SVU, il set sulla protesta occupato dai veri indignados di OWS (video)

Gli indignados di Zuccotti Park stoppano le riprese di una puntata di Law & Order SVU ispirata al movimento Occupy Wall Street

    Law & Order: SVU tenta di girare una puntata su Occupy Wall Street, ma finisce… occupato! E’ successo poche ore fa in America, dove lo show – l’unico sopravvissuto alla strage del franchise Law & Order – è noto per avere degli episodi che prendono spunto da casi di cronaca famosa: in questo caso, però, l’abitudine si è ritorta contro, visto che i veri occupanti hanno invaso il set, fermato le riprese, e fatto revocare i permessi necessari.

    Non siamo parte delle aziende televisive’ e ‘Occupy Wall Street non è in vendita’: con questi slogan i contestatori di Zuccotti Park – che continuano a dimostrare appeal televisivo, vedi 30 Rock e il reality in preparazione su MTV – hanno stoppato, ieri pomeriggio, le riprese di ‘Mockupy’, l’episodio della tredicesima stagione di Law & Order: SVU ispirato agli indignados americani: le riprese si stavano svolgendo a New York City, in Foley Street vicino alla Corte Suprema, ma intorno a mezzanotte sono state stoppate perché un centinaio di indignados di Occypy Wall Street si sono presentati sul set, e una trentina di loro sono riusciti persino ad invaderlo, con balli e canti. (Continua dopo l’immagine)

    twitter occupy wall street

    A far arrabbiare i dimostranti di Zuccotti Park – arrivati sul set ‘per fornire un po’ di realismo alle riprese’ – non solo il fatto che la loro protesta fosse stata inserita in un episodio di Law & Order, ma anche il fatto che mentre a loro è proibito montare tende, la produzione di L&O avesse allestito set e tende in ogni dove; una protesta che ha avuto conseguenze anche sulla produzione, visto che la polizia ha immediatamente revocato i permessi, con i dimostranti che si sono fatti da parte per permettere alle maestranze di smantellare i finti set della protesta.

    (Continua dopo l’immagine).

    twitter warren leight SVU

    Ad oggi, NBC Universal non vuole commentare il raid, più ciarliero Warren Leight, producer esecutivo che in una serie di tweet poi cancellati si è detto ‘rattristato dalla vicenda: capiamo i sentimenti di OWS, e la paura dei protestanti di avere la loro immagine e le loro storie trattate dai media, ma l’ironia è che la scena che non abbiamo potuto girare ritraeva OWS in una luce favorevole. E i dimostranti che disturbano i lavori in notturna non è una scena di OWS che volevamo i nostri fan vedessero – conclude Leight – ma andiamo avanti, pace’.

    478