Last Cop L’ultimo sbirro: il protagonista Henning Baum si racconta

Last Cop L’ultimo sbirro: il protagonista Henning Baum si racconta

Henning Baum di Last Cop L'ultimo sbirro, rilascia eccezionalmente un'intervista in cui parla di sè e dei suoi progetti

    Henning Baum, il protagonista di Last Cop L’ultimo sbirro, in onda ogni mercoledì sera su Rai 1, nonostante sia un tipo piuttosto riservato e non ami rilasciare interviste, per una volta si è lasciato andare e ha raccontato di sé e della sua carriera di attore, a Tv Sorrisi e Canzoni. Pensate, è cresciuto guardando film Western ma è rimasto particolarmente colpito dalla serie televisiva italiana, La piovra, della quale non si è lasciato sfuggire nemmeno una puntata. Confessa compiaciuto che un po’ del suo successo lo deve a Michele Placido, il protagonista, al quale si ispira costantemente.

    Ma scopriamo di più sulle rivelazioni di Mick Brisgau, il poliziotto tedesco più amato della televisione italiana.

    ‘Da ragazzo seguivo molto Tatort, la serie tedesca più longeva, nella quale successivamente ho avuto la fortuna di lavorare. Non sono mai stato invece un fan di Derrick, che ho sempre trovato molto noioso, e nemmeno di Rex. La mia formazione, comunque, è essenzialmente teatrale: mi sono diplomato recitando La brocca rotta, una commedia di Heinrich von Kleist. Trovo che l’esperienza sul palcoscenico sia fondamentale per un attore: ti insegna a liberare la mente’.

    Il personaggio Mick si ispira alle infinite avventure di Ulisse:

    ‘All’Odissea di Omero: leggo e rileggo sempre le epiche imprese di Ulisse. In fondo anche Mick, come lui, si ritrova dopo vent’anni ad affrontare un mondo molto diverso da quello che aveva lasciato, e usa l’astuzia e l’intelligenza per risolvere i suoi casi. Un po’ come fece Ulisse per beffare Polifemo’.

    Nonostante però il telefilm stia avendo un successo incredibile, chiuderà a breve, perché in effetti il segreto è saper abbandonare al momento in cui si è ai massimi livelli – confessa l’attore – evitando così di arrivare ad annoiare i telespettatori.

    Un atto di coraggio insomma.

    Durante l’intervista si è lasciato scappare anche qualche piccola anticipazione sulle prossime puntate:

    ‘Nella quarta stagione Mick subirà una metamorfosi inaspettata: deluso dai falsi amici, si rifugerà nella foresta per condurre una vita alla Robinson Crusoe’.

    E siamo certi che in questa fase della serie sarà l’ennesima occasione buona per mostrare tutto il suo lato da sex symbol. A tal proposito ha dichiarato di non aver intrapreso allenamenti particolari, normalmente infatti svolge diverse attività fisiche, dalla boxe allo yoga.

    E un’ultima domanda è d’obbligo considerato che il telefilm a breve si congederà dalla televisione: cosa farà Henning Baum?

    ‘Tanto per cominciare, fra due settimane sarò nella Repubblica Ceca per girare un film storico dedicato a Goetz Von Berlichingen, un soldato di ventura vissuto a cavallo tra il Quattrocento e il Cinquecento, reso famoso da una tragedia di Goethe. Si tratta di una megaproduzione europea che molto probabilmente vedrete anche in Italia. E poi finalmente vorrei viaggiare un po’: in gioventù sono stato in Asia, Stati Uniti e Sud America, ma conosco pochissimo l’Europa. Si rende conto che non ho ancora visitato Roma!?’.

    Fan di Roma siete avvisate….date il via alla caccia…a breve Mick sarà sulle vostre strade!

    535

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Rai 1Serie Tv