L’AMPTP pronta a trattare con la SAG

L’AMPTP pronta a trattare con la SAG

Sfruttando la “pressione” fatta dai grandi attori (Clooney, Hanks, De Niro e Meryl Streep) sul loro sindacato affinché questo cominci al più presto le trattative, ieri l’AMPTP si è detta pronta alla discussione con la SAG, ricevendo per tutta risposta “non trattenete troppo il fiato”

da in Alliance of Motion Picture And Television Producers, Attualità, Screen Actors Guild, Writers Guild of America
Ultimo aggiornamento:

    sag

    Sfruttando la “pressione” fatta dai grandi attori (Clooney, Hanks, De Niro e Meryl Streep) sul loro sindacato affinché questo cominci al più presto le trattative, ieri l’AMPTP si è detta pronta alla discussione con la SAG, ricevendo per tutta risposta “non trattenete troppo il fiato”.

    Ricordiamo che i quattro attori avevano lanciato un appello in cui si dicevano “consapevoli delle difficoltà, ma niente si può risolvere se le due parti non accettano di sedersi e parlare. Non dopo, adesso. Ci sono troppe cose in gioco per attendere, e speriamo che entrambe le parti concordino almeno su questo”. Il contratto della SAG scade infatti il 30 giorno e ad oggi gli attori non hanno cominciato nessuna trattativa: come ha spiegato il direttore esecutivo Doug Allen, “cominceremo le trattative quando ci saranno maggiori benefici per i nostri membri”, e che comunque il sindacato deve ancora portare a termine le sue consultazioni tra membri: “Non siamo irriguardosi verso 34 anni di storia in cui abbiamo tenuto conto dei desideri e delle condizioni lavorative dei nostri membri. Gli incontri ‘esplorativi’ tra i nostri membri stanno prendendo il via ora, e si concluderanno probabilmente a Marzo” (forse con quelli dell’AFTRA, ndr)

    wga strike

    Intanto, gli sceneggiatori hanno ringraziato pubblicamente gli attori per il loro supporto allo sciopero, e li hanno anche invitati a sostenere Allen e il presidente Alan Rosenberg nella loro “battaglia” contro le major: “In una trattativa, la forza del sindacato è proporzionale a quello che i capi pensano della determinazione dei loro membri e su quanto questi approvino la leadership.

    Alan e Doug sono dei leader tenaci, e vi imploro di dargli la vostra fede e pazienza nei mesi a venire. Più vi fidate di loro, più loro faranno meglio il loro lavoro. Quello che la WGA ha ottenuto è merito della solidarietà tra noi, e – ovviamente – anche del supporto dei nostri fratelli e sorelle della SAG”.

    394

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alliance of Motion Picture And Television ProducersAttualitàScreen Actors GuildWriters Guild of America