Lamberto Sposini: Non mi importa più di tanto della tv

Lamberto Sposini: Non mi importa più di tanto della tv

intervista del giornale a lamberto sposini

da in Interviste, La Vita in Diretta, Lamberto Sposini, Personaggi Tv, Programmi TV, Rai 1
Ultimo aggiornamento:

    A Lamberto Sposini, nonostante lavori sul piccolo schermo, non gliene può fregar di meno della tv. O almeno così ha confessato in una lunga intervista a Il Giornale. Una volta finita la tre ore pomeridiana de La vita in diretta non vede l’ora di correre nella sua casa di campagna per il fine settimana. Che ci sia una donna di mezzo?

    Dopo due anni trascorsi un po’ in ombra, in esilio quasi volontario a seguito del famoso duro scambio di vedute con il suo ex direttore Carlo Rossella (sul dare una dichiarazione di un politico di sinistra), Lamberto Sposini è tornato in video da protagonista alla conduzione del programma di punta del pomeriggio di Rai Uno.

    Il giornalista non rinnega il periodo in cui per lui erano aperte solo le porte di piccole emittenti locali come TeleNorba e Video Calabria. Anzi. Ringrazia chi gli ha “dato fiducia” e lo ha “fatto lavorare”. L’importante era fare cose “che rispondevano ai miei criteri”, ha detto Sposini. E al Tg5 nell’era di Rossella questo non gli riusciva e ammette di essersi trovato a disagio con lui. Questo questo perché, a suo parere, non c’era più quella libertà di confezionare il notiziario che si respirava sotto la direzione di Enrico Mentana. “Non mi piaceva che un quarto d’ora prima del Tg5 arrivassero a Rossella telefonate improprie. Non si fa. Si può ascoltare l’interlocutore – ha spiegato –, ma non prendere indicazioni”. Così dopo la rottura del rapporto di fiducia, nel 2006 ha lasciato la redazione del tg che aveva inaugurato con l’amico Mentana.

    Ma questa ormai è storia vecchia.

    Adesso il bel giornalista 56enne si diverte a La Vita in diretta, e non si preoccupa che un importante critico televisivo come Aldo Grasso la definisca come “una trasmissione frivolotta”. È questione di punti di vista. Per lui ad esempio è un “rotocalco di attualità” e ha accettato con entusiasmo questa proposta di Rai Uno.

    Durante l’intervista al Giornale il bel Lamberto ha anche esplicitato le sue preferenze in tema di telegiornali, conduttori, politici e personaggi tv. A sorpresa per l’ex direttore del Tg5 il miglior notiziario è quello del Tg2 perché “ dà una lettura e sottolinea aspetti inediti”. Più prevedibile la scelta di Fiorello (“ha una marcia in più”) come personaggio più televisivo. Tra i politici che sanno sfruttare meglio il piccolo schermo include, oltre a Berlusconi, anche Roberto Maroni e Renato Brunetta. Più scarsi, a suo giudizio, quelli di sinistra. E tra i conduttori di talk show politici, che lui definisce “i quattro Cavalieri dell’Apocalisse” (Vespa, Mentana, Santoro e Floris, ndr), il più bravo, anche stavolta a sorpresa, è il conduttore di Porta a Porta, “anche se è un cerimoniere”.

    Chissà se un giorno vedremo anche lui destreggiarsi, da padrone di casa, in un salotto televisivo.
    Intanto però è stato pizzicato in compagnia di Sara Varone. Che sia rimasto folgorato dalle immagini del calendario della ex soubrette di Buona Domenica?

    605

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IntervisteLa Vita in DirettaLamberto SposiniPersonaggi TvProgrammi TVRai 1 Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/06/2016 07:50
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI