Lamberto Sposini malore, lievi miglioramenti

Lamberto Sposini malore, lievi miglioramenti

Lievi miglioramenti per Lamberto Sposini dopo l'emorragia cerebrale che l'ha colpito ieri, venerdì 29 aprile: situazione stazionaria e risposta agli stimoli dolorosi danno qualche speranza

    Lamberto sposini miglioramenti

    Lamberto Sposini risponde agli stimoli: si respira un cauto ottimismo nel reparto di terapia intensiva del Policlinico Gemelli di Roma, dove da ieri è ricoverato il giornalista, colpito da emorragia cerebrale poco prima de La Vita in Diretta. Sottoposto a un intervento di neurochirurgia che ha ridotto l’ematoma cerebrale, è ora mantenuto in coma farmacologico. I medici non sciolgono la prognosi, ma parlano di risposte agli stimoli cui il paziente è sottoposto. La situazione resta, comunque, difficile.

    Lamberto Sposinirisponde agli stimoli dolorosi“: si legge nel bollettino medico diffuso dai medici del Gemelli che parlano di “condizioni stazionarie” e di segnali di “cauta speranza“. Resta però insondabile, al momento, la situazione delle funzioni cerebrali, vero nodo cruciale del post-emorragia. Prime indicazioni in merito potrebbero arrivare già lunedì.

    Continua intanto il viavai di amici e colleghi di Sposini al Gemelli, dove stazionano la compagna Sabina e la figlia Francesca: oggi è stato raggiunto da Michele Cucuzza e dall’ex dg Rai Mauro Masi, mentre Milly Carlucci ha già fatto sapere che la puntata di questa sera di Ballando con le Stelle, cui Sposini ha partecipato come giudice, è dedicata a lui.

    Intanto il caso Sposini approda in Parlamento dopo le polemiche sui ritardi nei soccorsi, diventati un vero e proprio caso politico: al ‘presunto’ ritardo con cui l’ambulanza è giunta a Via Teulada (contestato dal 118 e dalla Regione Lazio) si aggiungono anche le polemiche per la decisione di trasportare Sposini all’ospedale Santo Spirito, il cui reparto neurochirurgico è chiuso da mesi, prima di trasferirlo al Gemelli.

    Un errore inspiegabile, che quanto meno fa pensare alla scarsa quantità di informazioni in posesso del personale di soccorso. La Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori sanitari chiederà una relazione sul caso.

    335

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI