La versione italiana di Current, la tv di Al Gore, da maggio su Sky

da , il

    Il sito di Current Usa

    Come già annunciato in un precedente articolo, apre i battenti Current Italia, la prima “filiale” non anglofona della tv user genererated content di Al Gore, già vicepresidente degli Usa con Bill Clinton. Dall’8 maggio Current Tv Italia entrerà a far parte del bouquet Sky e sarà visibile al canale 130. A curare lo sbarco italiano della rete Tommaso Tessarolo, quasi un profeta della Net Tv nel nostro Paese, che ha pubblicato sul suo blog un primo elenco delle figure professionali ricercate dalla nuova emittente.

    Current è già una realtà affermata negli Usa. Come accade per YouTube, sono gli stessi utenti a fornire i contenuti trasmessi on line e via satellite, ma in questo caso vengono verificati dall’emittente, per garantire al pubblico la qualità dei video e dei materiali messi a disposizione sul sito e mandati in onda. E’ previsto anche un compenso per i “migliori produttori”, compreso, negli Usa, tra i 200 e i 1000 dollari.

    L’esperienza di Current ha inizio nel maggio del 2004 per iniziativa dell’ormai Premio Nobel per la Pace 2007 Al Gore (che nello stesso anno ha vinto anche il Premio Oscar per Una Scomoda Verità, documentario sulle drammatiche condizioni in cui versa il nostro pianeta) e dall’amico Joel Hyatt: in breve tempo si è affermata soprattutto tra i giovani che hanno partecipato sempre più massicciamente alla realizzazione di contenuti multimediali. A quattro anni dal suo debutto Current arriva ora in Italia, con una propria versione, autogestita e in lingua italiana. Capiremo presto come gli italiani accoglieranno l’esprimento: agurandoci di saper cogliere l’occasione, facciamo a tutto lo staff un caloroso in bocca al lupo.