La valigia dei sogni dedicata a Walter Chiari, Simone Annichiarico ricorda suo padre

La valigia dei sogni dedicata a Walter Chiari, Simone Annichiarico ricorda suo padre

Stasera La valigia dei sogni sarà dedicata a Walter Chiari, Simone Annichiarico ricorda il padre scomparso vent'anni fa

da in La 7
Ultimo aggiornamento:

    la valigia dei sogni mio padre

    Simone Annichiarico ricorda il padre Walter Chiari, il comico milanese di cui oggi ricorre il ventennale della scomparsa. La valigia dei sogni di questa sera su La 7 sarà dedicata a lui, dopo la proiezione del film Il giovedì di Dino Risi, il presentatore conduce Walter, mio padre. Il lungometraggio non è stato scelto a caso, visto che parla di un padre separato che tenta di fare colpo sul figlio e guadagnarsi così l’affetto. A partire dalle 21:10 La 7 dedica questa serata all’attore, volto tv scomparso nel 1991 a 67 anni.

    Nel film un giovanissimo Simone fa un cameo e ferma la star Chiari per chiedergli un autografo e gli dice: ‘Ma lo sa che la mamma dice che le somiglio?‘. Il presentatore ha ricordato così il decesso del padre in un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa Ansa: ‘Mio padre è morto su una poltrona davanti alla tv accesa. Credo, per paradosso, questo sia successo perché la televisione degli ultimi anni della sua vita non gli piaceva. Me lo sono immaginato lì, incredulo, che dice ma che orrore! Ecco, credo abbia deciso di spegnersi per la disperazione… sì, dev’essere andata così‘. Ecco lo spot della Valigia dei sogni:

    Secondo il presentatore tv (ultimamente ha condotto Italia’s Got Talent) al momento non c’è nessun erede del padre: ‘No la sua grandezza era la spontaneità, l’immediatezza, vedo che oggi molti paragonano a lui Fiorello ma mi sembra una stupidaggine, senza nulla togliere alla simpatia di Rosario e alle sue doti. Papà è lontano da lui anni luce perché aveva un carisma mostruoso, charme e eleganza impareggiabili. Qualunque cosa facesse, sembrava facile.

    Sapeva tenere il pubblico per ore con niente. Perché dobbiamo trovargli un’erede?‘. Walter Chiari, scomparso il 20 dicembre del 1991, è stato uno dei volti più amati della tv nostrana. L’attore milanese è stato uno dei “padri” della nostra tv moderna, uno dei padri della satira televisiva in tv, spesso corrosiva e spregiudicata e all’epoca poco apprezzata. Ecco alcuni dei suoi sketch:

    Anche Rai Teche ha ricordato il suo comico, e sul sito da qualche giorno si possono rivedere i suoi personaggi più amati e le battute che amatissime all’epoca e ancora oggi attuali. Ecco la mitica scena del Sarchiapone:

    Amatissimo dal pubblico, negli anni ’70 viene coinvolto in uno scandalo, viene accusato di consumo e spaccio di droga e resta in carcere 70 giorni, è l’inizio del suo declino: la Rai lo ignora e così i produttori teatrali e negli anni ’80 sbarca nelle tv locali. Morto nel 1991 sulla sua lapide nel cimitero monumentale di Milano c’è scritto: Amici non piangete e solo sonno arretrato. Nello speciale dopo il film di Risi, Simone Annichiarico ripercorre la carriera del padre insieme a Tatti Sanguineti, che nel 1986 dedicò un film a Walter Chiari e che da anni prepara la sua biografia, Elsa Martinelli, Enrico Vaime, dal regista Ugo Gregoretti all’autore e conduttore Paolo Limiti, Luca Barbareschi, Wilma De Angelis, Antonello Falqui e all’amico e manager Bruno Guidazzi. Annichiarico intervisterà, inoltre, Roberto Ciccolini, il piccolo interprete de “Il Giovedì”.

    717

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN La 7