La Tribù Missione India, il cachet dei concorrenti

La Tribù Missione India, il cachet dei concorrenti

Il quotidiano Libero ha pubblicato i cachet previsti per i concorrenti de La Tribù-Missione India: si va dai 3

    Emanuele Filiberto, Elenoire Casalegno e Siria e Vittorio del GF9

    Il quotidiano Libero ha pubblicato i cachet previsti per i concorrenti de La Tribù-Missione India, il nuovo reality Mediaset condotto da Paola Perego, che partità il prossimo 16 settembre. Si va dai 3.000 euro degli ex GF9 Vittorio Marcelli e Siria De Fazio ai 20.000 di Elenoire Casalegno.

    Dette così sembrano cifre irrisorie (in qualche caso lo sono davvero), ma bisogna tener presente che, a differenza di quanto finora fatto dalla Magnolia per l’Isola dei Famosi, la Triangle, società che produce La Tribù-Missione India, ha fissato per le sue ‘star’ un compenso a puntata: questo dovrebbe evitare spiacevoli situazioni contrattuali nel caso di ritiri o eliminazioni per squalifica, di cui è stata piena la storia del reality di RaiDue.

    Insomma, eccezion fatta per Emanuele Filiberto di Savoia, che come abbiamo visto ha chiuso un contratto annuale per Mediaset di 250.000 euro, che comprende anche la partecipazione come opinionista a Domenica e PomeriggioCinque, tutti gli altri concorrenti hanno pattuito un compenso a ‘gettone’ di presenza per il reality ambientato in India e che durerà, da programma, otto settimane. Nel caso di eliminazione da televoto, i concorrenti prenderanno la metà di quanto pattuito per partecipare allo show in studio, mentre in caso di ritiro non verrà percepito più nulla.

    Si scopre, così, che Elenoire Casalegno, ha chiuso il contratto per 20.000 euro a puntata, 15.000 invece per Matteo Cambi, ex patron di Guru e ora sul mercato con una nuova linea, Freee – Back To life. 10.000 euro a puntata per Eleonora Brigliadori, Susanna Messaggio e Nina Moric, che nel frattempo, però, sembra in forse: al suo posto potrebbe arrivare Sara Varone, che l’ha sostituita anche come protagonista nello spettacolo teatrale di Gianfranco D’Angelo che Nina ha improvvisamente abbandonato adducendo motivi di salute.
    Continuando lo ‘spoglio’ dei cachet, agli ex fratellini del Grande Fratello 9, ovvero Siria e Vittorio, spetterebbero 3.000 euro a testa, mentre Fabio Fulco avrebbe barattato la sua partecipazione al reality con un ingaggio in una fiction Mediaset.

    Se, come è, i prezzi li fissa il mercato (“Quanto più mi fai incassare in termini di ascolti e pubblicità tanto più ti pago” ha dichiarato l’agente Giancarlo De Simone), non ci sembra che ci sia da attendersi molto da questa Tribù.

    521