La Talpa, Karina e Franco protagonisti della serata

La Talpa, Karina e Franco protagonisti della serata

i dati di ascolti premiano la finalissima della terza edizione della talpa che ha visto trionfare karina cascella

    La terza edizione de La talpa ha visto trionfare Karina Cascella e lo stesso reality game grazie al boom di ascolti fatto registrare dalla finalissima. Oltre 5 milioni 300mila telespettatori, per uno share del 26,52%, hanno seguito l’ultima puntata de La Talpa, con punte del 31% e un picco del 53,4%. Soddisfatti il produttore Silvio Testi , l’autore Paolo Taggi e il direttore di rete Luca Tiraboschi. E già si pensa a La Talpa 4.

    Il reality game di Italia 1 ha chiuso veramente col botto stracciando tutta la concorrenza. Con una media di 5 milioni 356mila spettatori (la migliore di sempre) ha battuto, anche se di poco, la fiction di Rai Uno Raccontami Capitolo II (5.213.000 e il 18,64% di share) e Annozero che è stato seguito da 4.711.000 telespettatori con uno share del 17,60%.
    La Talpamania ha contagiato davvero tutti“, ha commentato uno sbalordito Luca Tiraboschi. “La Talpa 3 ha demolito ogni record - ha detto con soddisfazione il direttore di Italia 1 – ascolti stratosferici con oltre 17 milioni di contatti e 7 milioni di telespettatori in prime time, centralini impazziti per i 550.000 televoti, siti internet e blog intasati come mai accaduto prima. Per non parlare del gradimento del pubblico giovane: una vera e propria invasione!“. Impossibile non pensare alla quarta edizione, dunque.

    Certo la vittoria di Karina a La Talpa 3 non è paragonabile a quella di Vladimir Luxuria all’Isola dei Famosi 6 salutata da molti come una vittoria contro i pregiudizi e che ha scomodato anche i politici, di destra e di sinistra, con giudizi positivi. Se però il trionfo di Luxuria era più o meno prevedibile, solo Carlo poteva batterla e alla fine è arrivato terzo, quello di Karina è stato davvero inatteso.

    Né i telespettatori né tantomeno la Cascella si aspettavano questa vittoria, certo non schiacciante (54% dei 520mila voti totali), contro Clemente Russo. Il pugile di Marcianise alla fine ha commentato: “si vede che il 2008 è l’anno del bis d’argento”, facendo riferimento alla medaglia d’argento vinta alle Olimpiadi di Pechino 2008.
    L’ex opinionista di Uomini e Donne, che ha vinto 200mila euro (come tre anni fa il suo collega Gianni Sperti, strano il destino no?!), ha voluto dedicare la sua vittoria alla madre. Per lei l’avventura in Sudafrica non è stata per niente facile anche se nelle prime settimane ha avuto al suo fianco il fidanzato Salvatore Angelucci. La bionda casertana infatti è stata la protagonista più discussa e criticata del reality game di Italia 1, fin dalla prima puntata ha avuto pubblico e opinionisti contro di lei, lamentandosi di non essere capita da nessuno e ripetendo di essere odiata dai telespettatori per via del personaggio “scomodo” che interpretava (?) a Uomini e Donne. È il caso di ricordare che proprio durante la prima puntata aveva minacciato di abbandonare il gioco una volta saputo che avrebbe dovuto trascorrere un’intera settimana nella capanna zulu. Se Paola Barale, più che Sasà, non avesse fatto quell’opera di convincimento adesso saremmo qui a parlare di un’altra persona.



    Anzi dopo aver dato spazio alla vincitrice è il caso di spendere due paroline anche per l’altro protagonista del reality.

    Per 7 settimane si è nascosto, ha sabotato le prove, è stato ricercato da milioni di telespettatori e alla fine si è rivelato chiedendo scusa in ginocchio per aver dovuto mentire: la talpa era Franco Trentalance. Era quasi riuscito nel suo intento, non farsi scoprire, e sentiva già il profumo del suo bottino. Ma il pubblico è stato attento e lo ha smascherato, così l’attore di oltre 400 film hard ha perso i soldi “rubati” al gruppo e li ha visti confluire nel montepremi della vincitrice. A differenza di Karina, Franco è emerso per la sua calma, per la pacatezza dei suoi discorsi e per le sue battute ironiche che avevano sempre un doppio senso.



    Il momento più atteso della serata, oltre alla proclamazione del vincitore, è stato proprio l’ingresso in studio della talpa (in alto il video). La curiosità era non solo conoscere la sua identità (che noi avevamo capito) ma anche vedere quali sabotaggi ha compiuto, cioè quando è entrata in azione, e gli indizi lasciati dagli autori nel corso delle puntate. Ha sabotato diverse prove e missioni facendo finta di cadere, di non resistere allo sforzo fisico, camminando quando c’era da correre e così via. Gli indizi c’erano e una volta scoperti non si può che pensare “ma certo era facile”: innanzitutto il logo del reality e il totem in Sudafrica con le tre lance rivelavano il suo cognome, nel primo confessionale si vede che la talpa scrive con la sinistra (e Franco era l’unico mancino), sul bastone con cui Pasquale ha lottato durante una prova c’erano le sue iniziale, F.T., e poi proprio sul letto di Clemente c’era la tavola del tiro a freccette dietro la quale c’era scritto il suo nome. Semplici, no?



    Ovviamente tutti gli autori e la produzione sono più che soddisfatti e felici per i risultati ottenuti da La Talpa. Il produttore Silvio Testi, a fine puntata, ha voluto sottolineare che il programma ha avuto dei costi molti bassi, ma soprattutto che l’intero cast “è costato meno di un concorrente dell’Isola dei Famosi che abbiamo letto che è arrivato a costare anche 500 mila euro”. La Triangle Production invece con costi contenuti ha comunque “totalizzato 220 ore televisive”.
    E su Franco Trentalance, felice scelta come talpa di questa edizione, Testi ha detto: “non ci ha dato problemi a parte quelli preventivati dal ruolo. La scelta della talpa all’inizio della stagione è una cosa molto complessa” perché “dobbiamo tener conto che le cose più apparenti possono essere quelle che danno più soddisfazione”. Infine sul paventato passaggio del reality game a Canale 5, sempre più probabile visto l’enorme successo della finalissima, il produttore ha detto di non saperne nulla ancora ma che sicuramente “il direttore di rete Luca Tiraboschi non ne sarebbe felice”. E con tutte le ragioni, perché sarebbe il terzo programma, dopo Zelig e Amici, che la rete ammiraglia di Mediaset soffierebbe a Italia 1. E intanto per la quarta edizione de La Talpa si pensa all’Asia come nuova location.

    1377

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI