La serata teatrale di Decameron all’Ambra Jovinelli (video)

I video della serata teatrale di Decameron all'Ambra Jovinelli

da , il

    La serata teatrale di Decameron all’Ambra Jovinelli (video)

    La sesta puntata di Decameron, il programma di Daniele Luttazzi sospeso ad inizio dicembre da La7, non è più inedita. E’ andata in scena domenica 16 sul palco dell’Ambra Jovinelli. I 600 biglietti a disposizione sono terminati in un’ora, allestito un megaschermo all’ingresso del teatro. In alto il servizio che Tg3 ha dedicato alla serata.

    Non siamo qui per me, siamo qui per il diritto di scegliere cosa vedere in televisione“: con queste parole Luttazzi dà il via alla “puntata” che si è aperta, come previsto, con il monologo sull’enciclica di Papa Ratzinger e in generale sui rapporti tra Chiesa e politica italiana.

    Sale sul palco anche il cast della trasmissione, Gianluigi Fogacci, Marco Zingaro, Simone Francia, Santo Stefanini e Orsetta De Rossi, che gli hanno fatto da spalla per le varie rubriche che caratterizzavano la trasmissione. Nello spazio dedicato alla classica intervista ha dato una sua risposta a cosa sia la satira: “Come ha detto Corrado Guzzanti i limiti li dà la legge. La satira non è volgare è enfatica“.

    Nel mirino di Luttazzi anche il “nuovo rapporto” tra Walter Veltroni e Silvio Berlusconi per la legge elettorale: “Veltroni ha detto che questo dialogo pone fine ad una stagione dell’odio, ma Berlusconi è quello di Previti, di Dell’Utri, quello che ha giustificato il massacro in Cecenia del suo amico Putin, quello delle telefonate a Saccà, quello che ha avallato la guerra di Bush in Iraq. Quello che molti provano per Berlusconi non è odio, è schifo».

    Lo spettacolo si è concluso con un abbraccio tra Daniele Luttazzi e la regista del programma, Franza Di Rosa, curatrice anche della regia televisiva della serata. Spazio per un ultimo commento: “E’ stato bello finché è durato“; e il pubblico gli ha regalato una standing ovation.