La regina di Palermo, su Canale 5 la storia di Rosy Abate in 5 puntate dal 2 agosto 2017

Su Canale 5 per tutto agosto arriva 'La regina di Palermo', il best of su Rosy Abate in 5 puntate che riassume le vicende della protagonista di Squadra Antimafia in tutte le stagioni della fiction Taodue. In questo modo, si fa un riepilogo di tutte le vicende della mafiosa per preparare il pubblico al suo ritorno nello spin off 'Rosy Abate - La serie' previsto per l'autunno. Scopriamo insieme la trama dei 5 episodi de La regina di Palermo in onda dal 2 agosto 2017 in prima serata.

da , il

    La regina di Palermo, su Canale 5 la storia di Rosy Abate in 5 puntate dal 2 agosto 2017

    La regina di Palermo è il titolo del ‘best of’ su Rosy Abate in onda su Canale 5 dal 2 agosto 2017 per 5 puntate in prima serata. In attesa della ficiton Rosy Abate – La serie, che andrà in onda sulla rete ammiraglia Mediaset in autunno e che vede protagonista assoluta Giulia Michelini, è possibile rivivere tutte le vicende dell’amata protagonista di Squadra Antimafia con questo riepilogo dei momenti migliori della ‘regina di Palermo’, dalle prime puntate del 2009 in poi.

    La regina di Palermo racconta tutta la storia di Rosy Abate, dal ritorno a Palermo da New York all’ascesa ai vertici di Cosa Nostra, dagli amori tormentati con Ivan Di Meo e Domenico Calcaterra alla morte di Claudia Mares, dalla tragica scomparsa di Leonardino fino alla decisione di entrare in convento e infine alla fuga insieme a Calcaterra. Con questa operazione Mediaset permette di fare un generale ripasso della storia di Rosy Abate a chi ha seguito per tanti anni le sue vicende a Squadra Antimafia e al tempo stesso permette a chi invece non le ha mai seguite di mettersi in pari per trovarsi poi pronto allo spin-off di Rosy Abate – La serie.

    La regina di Palermo, prima puntata: Rosy Abate torna in Sicilia da New York

    Dopo aver perduto entrambi i genitori in un attentato mafioso quando era solo una bambina, Rosy Abate si allontana dalla Sicilia e si trasferisce a New York.

    Lei è salva solo grazie all’intervento della poliziotta Claudia Mares (Simona Cavallari), con la quale ha mantenuto nel corso degli anni un rapporto amichevole.

    Nella prima puntata de La regina di Palermo, Rosy Abate, ignara del fatto che i suoi fratelli hanno ripreso le attività criminali di famiglia, torna a Palermo per sposare un italoamericano estraneo ai clan di Cosa Nostra.

    Dopo le nozze, mentre stanno raggiungendo l’aeroporto per fare ritorno a New York, i due sposi restano coinvolti in un attentato mafioso. Il marito di Rosy muore e lei giura vendetta.

    La regina di Palermo, seconda puntata: Rosy Abate uccide Ivan Di Meo

    Nella seconda puntata de La regina di Palermo, mentre la famiglia di Rosy Abate continua a essere bersaglio dei clan rivali e degli interventi della polizia, la ragazza trova come sempre sostegno in Claudia Mares. Se quest’ultima la invita a tornare in America, Rosy è decisa a restare a Palermo.

    I motivi che spingono la Abate a restare in Sicilia, dopo la morte dei fratelli, sono due: la donna è diventata il capo del suo clan e si è innamorata di Ivan Di Meo (Claudio Gioè).

    Il sogno d’amore di Rosy, però, si infrange quando scopre che Ivan è un agente infiltrato e ha in realtà una relazione con Claudia Mares.

    La Abate uccide Di Meo e poi fugge in Colombia, dove ha degli appoggi mafiosi che possono garantirle protezione.

    La regina di Palermo, terza puntata: Rosy Abate diventa mamma

    Nella terza puntata de La regina di Palermo ritroviamo Rosy in Colombia, dove si è ricostruita una vita. Ora ha un nuovo compagno e aspetta un figlio.

    La donna dà alla luce un bambino, che chiama Leonardino. Ma dopo il parto scopre che il fidanzato vuole liberarsi di lei e così lo uccide per tornare poi in Sicilia.

    Dopo il suo ritorno a Palermo, Rosy vuole espandere i suoi traffici e il suo potere fuori dal territorio della città, a costo di dare vita a una guerra di mafia senza confini.

    Le vicende private, però, cambiano i suoi piani: Leonardino sta male e, portandolo in ospedale, scopre che il padre del piccolo è Ivan Di Meo.

    Quando Rosy viene arrestata, comunica alla Mares di voler diventare collaboratrice di giustizia e le affida suo figlio che ha bisogno di un trapianto di midollo e di cure adeguate.

    La regina di Palermo, quarta puntata: Rosy Abate e l’amore con Domenico Calcaterra

    La quarta puntata de La regina di Palermo inizia con la collaborazione di Rosy Abate con le forze dell’ordine, che porta a numerosi arresti tra mafiosi e politici. Per questo sono in molti a volerla morta.

    In un attentato per ucciderla, ad avere la peggio è però Claudia Mares, che muore dopo un’esplosione insieme al bambino che portava in grembo, figlio del vice questore Domenico Calcaterra (Marco Bocci).

    Per superare il lutto terribile che li ha colpiti, Rosy e Domenico iniziano una relazione tormentata. Tra loro, però, non può durare.

    Rosy fugge all’estero con la promessa di tornare un giorno per riprendersi suo figlio.

    La regina di Palermo, quinta puntata: la morte di Leonardino e la fuga di Rosy e Domenico

    Nella quinta e ultima puntata de La regina di Palermo, Rosy torna a Palermo per riprendersi suo figlio, ma poco dopo averlo riabbracciato il suo bambino viene misteriosamente rapito e ucciso.

    La donna impazzisce per il dolore, viene arrestata e poi rinchiusa in un ospedale psichiatrico, dove tenta il suicidio.

    Quando inizia la sua lenta ripresa, Rosy Abate trova poi rifugio in un monastero, dove decide di prendere i voti.

    La sua vita da suora, però, dura poco: quando scopre che Calcaterra è in grave pericolo e rinchiuso in un ospedale psichiatrico, decide di aiutarlo fuggendo con lui.