La Rai rivuole Saviano, parola di Fabio Fazio

La Rai rivuole Saviano, parola di Fabio Fazio
da in Fabio Fazio, Rai, Roberto Saviano, Vieni via con me
Ultimo aggiornamento:

    Trasmissione "Che tempo che fa"

    Intervistato dal Corriere della Sera, Fabio Fazio ricorda le origini del suo fortunato Che Tempo che Fa (in onda da 9 anni) alla vigilia dello speciale su Enzo Jannacci e torna sul caso di Vieni Via con Me, in onda a maggio su La7. Rivela, inoltre, che il direttore generale della Rai, Lorenza Lei, gli ha chiesto di fare da ‘mediatore’ per convincere Roberto Saviano – migrato sulla rete Ti Media – a tornare da Mamma Rai.

    La Rai ha trattato malissimo Vieni Via con Me. Un atteggiamento incomprensibile: non ci è stato consentito di fare una puntata in più, nemmeno mezz’ora in più. La logica sarebbe stata fare subito un contratto a Saviano: così Fabio Fazio torna sulla questione del programma ideato e condotto per RaiTre che registrò l’anno scorso il rcord di ascolti per la terza rete Rai e che ora si prepara a tornare con una seconda edizione, in forma riveduta e corretta, a maggio su La7.

    10 milioni di ascolti su RaiTre, costi bassi e temi etici. È stata l’esperienza professionale più importante della mia vita, dice ancora Fazio parlando di Vieni Via con Me, che ora Lorenza Lei vorrebbe riportare in Rai con Roberto Saviano. Lo racconta lo stesso Fazio: Nel nostro incontro di giugno, Lorenza Lei mi ha detto che vuole assolutamente riportare Saviano in Rai. Vedremo. Le cose hanno una stagione, non sono eterne. Di certo quello è stato un atteggiamento della Rai molto grave.

    Intanto Fazio, riuscito a conquistare un contratto triennale da 1,8 mln di euro, resta ovviamente a Viale Mazzini: a chi gli domanda se con Monti qualcosa in Rai potrà cambiare risponde laconico ‘E chi lo sa’. Il problema è il sistema: bisognerebbe iniziare a pensare davvero a cosa sia il servizio pubblico. La Rai per esempio si può permettere di non utilizzare uno come Carlo Freccero. Sono anomalie ingiustificabili, aggiunge Fazio che vede l’identità di RaiTre (Essere contemporanea, raccontare ciò che succede) sovrapporsi a quella di La7, con qualche differenza di non poco conto (La7 è una tv privata: per loro è una scelta per noi dovrebbe essere un obbligo). La concorrenza, però, non può che far bene secondo il conduttore: Spero che lo sviluppo di La7 sia l’occasione per RaiTre di tornare a essere agile. Basterebbe darle il budget delle altre reti: se invece l’idea è considerarla come un corpo estraneo non può funzionare. Per ora comunque siamo la rete più viva: domenica scorsa è stata la più vista. E si attendono gli ascolti dello speciale su Jannacci: un’altra sfida per l’intrattenimento culturale di Fazio & Co.

    507

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fabio FazioRaiRoberto SavianoVieni via con me