La Rai dice no a Costanzo: “Non siamo un cimitero degli elefanti”

La Rai dice no a Costanzo: “Non siamo un cimitero degli elefanti”

Il CdA Rai non vuole il ritorno di Maurizio Costanzo

da in Maurizio Costanzo, Palinsesto Rai, Personaggi Tv, CdA Rai
Ultimo aggiornamento:

    Maurizio Costanzo

    Il CdA Rai dice no al possibile ritorno di Maurizio Costanzo nelle fila dell’azienda. La proposta del dg Mauro Masi non è stata accolta dal CdA che ha rifiutato l’idea con una dichiarazione lapidaria: “Non possiamo diventare un cimitero degli elefanti o risolvere ogni problema di Mediaset: ci hanno già provato a mollare Mike Bongiorno“.

    Pare che negli ultimi giorni l’espressione ‘cimitero degli elefanti‘ sia tornata in auge: prima l’ha utilizzata il neosindaco di Sanremo per invocare un rinnovamento nel cast artistico del Festival, ora pare sia stata usata da un membro di centrodestra del CdA Rai per ‘scongiurare’ il ritorno in azienda di Maurizio Costanzo.

    Di fatto Costanzo ha già fatto capolino nel palinsesto Rai della scorsa stagione con una piccola finestra di commento dedicata al teatro, Note a Margine, inserita nel programma Palco e Retropalco. Ora il dg Mauro Masi ha proposto un ‘reintegro’ ufficiale del padre del talk show italiano in cerca evidentemente di nuovi spazi, dopo il sempre più marginale ruolo ricoperto in Mediaset. L’idea sarebbe quella di rafforzare il format di Note a Margine con un programma di seconda serata dedicato al teatro da far partire a gennaio 2010. Ma il CdA non vede di buon occhio l’operazione: anche se Masi dovesse chiudere con Costanzo un accordo finanziario inferiore ai 2,5 milioni di Euro (cifra per la quale non è necessaria l’approvazione del CdA) i consiglieri si opporrebbero, come hanno già fatto compattamente sapere al dg, in quanto l’ingresso di Costanzo in Rai avrebbe un sostanziale valore editoriale, che richiede una discussione in consiglio.

    Il fronte del No a Costanzo è quindi compatto, senza distinzione di colore politico, e la cosa fa già di per sé notizia, peraltro in un contesto piuttosto acceso dovuto ancora al nodo caldo delle nomine dirigenziali. Su questo fronte, che dovrebbe iniziare a sciogliersi il 16 luglio, pare che ci sia qualche variazione: Susanna Petruni sarebbe destinata alla direzione del Tg2, visto l’ostracismo di Angelo Maria Petroni all’ipotesi della direzione di RaiDue), con buona pace di Mario Orfeo, finora candidato in pole position, che verrebbe trasferito alla vicedirezione del Tg1.

    416

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Maurizio CostanzoPalinsesto RaiPersonaggi TvCdA Rai