Le aziende fanno (Web)TV

Le aziende fanno (Web)TV

Bud lancia una sua tv

    Il logo di BudTV

    Se gli spot (sempre troppi, tutti uguali) non funzionano più, e neanche le pubblicità (neanche tanto) nascoste (qualcuno ricorda il film “Dracula’s Legacy – Il fascino del male” con il marchio della Virgin sparso in ogni dove?) le grandi aziende si creano i propri network.
    È il caso di Bud TV, emittente che dallo scorso febbraio, per ora solo online – anche se i programmi sono scaricabili su pc – trasmette di tutto, dai reality alle news (occorre registrarsi ed avere 21 anni d’età).

    Ma il tutto è fatto per vendere più birra (e guadagnare più soldi) o perché Bud ci tiene veramente ad interagire con i suoi utenti (si veda la creazione di Bud Tube, una versione di YouTube versione Bud)?
    In parte ha già risposto Tony Ponturo, Vice Presidente della divisione di marketing Global Media and Sports della Anheuser-Busch (il produttore della birra Bud) “tutto questo è fatto per vendere più birra, anche se i consumatori devono vederlo come intrattenimento, non come una macchina commerciale”.
    Ben vengano le TV aziendali, se portano programmi interessanti e ben fatti…a patto di non doversi sorbire ogni cinque minuti la pubblicità della birra!

    263