La Papera non fa l’Eco a Rai Due: per Max Giusti gioco-forza in tv da novembre

Max Giusti conduce La Papera non fa Eco: su Rai 2 da novembre 2014, un nuovo game show targato Banijay Italia

da , il

    Max Giusti

    In Rai vengono promossi tutti, pure quelli che floppano. La Papera non fa l’eco su Rai 2 è infatti il nuovo gioco-forza riservato a Max Giusti in prima serata. Quasi certamente in onda dal 17 novembre, da attuale conduttore di Super Max Tv nel pomeriggio della rete (in crisi d’ascolti è dire poco!), sarà promosso in prime time alla conduzione di un nuovo game show targato Banijay Italia. Il nuovo format, l’originale Ducks Quacks Don’t Echo, svela un vecchio mito tramandato di generazione in generazione: il verso dell’anatra fa eco, eccome se fa eco. Non sarà proprio questo il caso?

    Sembra dunque che la tv abbia una nuova moda: più floppi più ti promuovono. Destino in comune con Giovanni Floris: cassato il suo DiciannovEquaranta è stato promosso nel week end di La 7 con un programma nuovo di zecca ancora top secret; d’altro canto ai vertici Rai è bastato lo 0 virgola (più o meno questo il record in negativo degli ascolti di Super Max Tv in onda dopo Detto Fatto), per promuovere l’ex volto leader di Affari Tuoi.

    Fatte le dovute premesse su alcuni contesti televisivi, è tempo di spolpare il funzionamento del nuovo format acquistato da Rai 2: La Papera non fa eco sulla carta si preannuncia un gioco divertente, già in onda su Sky 1, nel Regno Unito, dal febbraio scorso.

    Il format – Ogni episodio del game show prevede almeno tre parti, che sono: Fact off, Fact Finder, Mack’s Fact (quest’ultimo prende spunto dal nome del narratore inglese). Il primo dei tre giochi prevede che dei concorrenti, talvolta anche celebrità, provino a dimostrare la verità di un fatto da loro presentato: ad esempio, che uno sia alto la stessa ampiezza delle proprie braccia, o, ancora, che i lobi delle orecchie siano in linea retta con i capezzoli.

    Nel Fact Finder, invece, ciascuno dei tre ospiti, sceglie un componente del pubblico che presenta un fatto a tre esperti: toccherà a loro svelare se quanto detto sia una bugia o una verità. Nella versione inglese ci sono un ingegnere chimico, un biologo e uno scienziato, ma non è detto che queste figure non possano variare nell’edizione italiana. Ad esempio, nella versione inglese è stata messa alla prova questa presunta verità: fare pipì da seduti prolunga una sana vita sessuale.

    Nel Mack’s Fact, o dovremmo a questo punto dire nel Fatto di Max (Giusti), succedono le cose più strambe, come verificare che sia possibile capovolgere un uovo in un bicchiere senza toccare l’uovo; oppure dimostrare che un uomo sia in grado di scalare una parete col solo ausilio di un aspirapolvere, o, ancora, che una persona spaventata alla fine avrà i piedi freddi.

    La Papera non fa l’Eco è la tv delle stranezze. In tutti i sensi.