La nuova offerta Rai per il satellite e il digitale terrestre

La nuova offerta Rai per il satellite e il digitale terrestre

La nuova offerta Rai per il satellite e il digitale terrestre

da in Attualità, Palinsesto Rai, Programmi Digitale Terrestre, Rai, Rai 4, Rai 5, rai-digit, rai-sat, rai-sport-più
Ultimo aggiornamento:

    Il logo di Rai Digit

    Come annunciato tempo fa, la Rai sta preparandosi, anche se un po’ lentamente, al digitale terrestre e ha annunciato la nascita di tre nuovi canali visibili anche via satellite. Il primo sarà Rai Sport Più e prenderà il via il 10 maggio, con l’inizio del Giro d’Italia.

    La Rai cerca un rilancio di immagine e di contenuti, cercando così di recuperare il ritardo accumulato sull’offerta del digitale terrestre, su cui Mediaset è ormai lanciatissima.
    Nasce così Rai Digit, il cui bouquet sarà composto da otto canali che entreranno a regime nei prossimi due anni, come previsto dal piano industriale 2008-2010 approvato qualche mese fa dal CdA Rai.
    Il primo canale sarà Rai Sport Più, presentato ieri dal direttore di RaiSport, Massimo De Luca: è un po’ l’evoluzione di Rai Sport Sat, che infatti confluirà nel nuovo canale che aprirà i battenti il 10 maggio con la partenza del Giro d’Italia. Rai Sport Più sarà visibile sia sul ddt che sul satellite e coprirà non solo il ciclismo ma anche gli sport minori, con un occhio di riguardo per i grandi eventi sportivi, come le Olimpiadi di Pechino e gli Europei di Calcio.

    A giugno, invece, prenderà il via Rai Quattro (nome provvisorio), canale destinato ad intercettare il pubblico giovane, dai 16 ai 30 anni, con un palinsesto fondato soprattutto sulla fiction, non solo d’importazione. Si sta ancora defininendo il budget, anche perchè negli obiettivi di Carlo Freccero, direttore di RaiSat, c’è quello di potenziare la produzione interna di fition con titoli tagliati su questo tipo di target.

    Infine, nel 2009, sarà la volta di Rai Cinque (anche questo è un nome provvisorio) orientato verso il cosiddetto target commerciale, quindi con un impianto sostanzialmente semi generalista. Si sta pensando ad un canale in alta definizione, ma anche in questo caso sono fondamentali i piani economici.

    Il bouquet di Rai Digit dovrebbe, così, comprendere i tre canali analogici, RaiNews24, Rai Sport Più, Rai Gulp (nato ormai un anno fa), più i due nuovi canali, Quattro e Cinque, per un investimento complessivo di circa 150 milioni di euro, con l’obiettivo di far salire gli ascolti del digitale Rai dall’attuale 0,5% al 2% nei prossimi due anni.

    530

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàPalinsesto RaiProgrammi Digitale TerrestreRaiRai 4Rai 5rai-digitrai-satrai-sport-più