La HBO omaggia James Gandolfini, ma che fine farà Criminal Justice?

La HBO prepara un omaggio per James Gandolfini, morto a Roma, e pensa al futuro della miniserie Criminal Justice

da , il

    E' morto James Gandolfini: l'omaggio della HBO, che fine farà Criminal Justice?

    La notizia dell’improvvisa morte di James Gandolfini è giunta come un fulmine a ciel sereno che ha sconvolto e gettato nello sconforto fan e colleghi dell’attore. Conosciuto in tutto il mondo per il ruolo del mafioso Tony Soprano nell’omonima serie tv HBO, deve essenzialmente la sua fama a questo personaggio, così come il network deve buona parte del successo del suddetto prodotto alle doti del protagonista. L’omaggio al grande attore scomparso è quindi d’obbligo, mentre è ora comprensibilmente in bilico la sorte del nuovo progetto a cui Gandolfini stava lavorando, Criminal Justice.

    James Gandolfini si è spento a Roma in seguito a un attacco di cuore, a soli 51 anni.

    Dal 1999 al 2007 è stato il volto di Tony Soprano, ruolo che ha consacrato le sue capacità recitative e che gli è valso ben tre Emmy. La serie tv I Soprano è ad oggi acclamata come una delle migliori mai comparse sul piccolo schermo, tanto da meritare di recente il primo posto nella classifica degli show americani scritti meglio in assoluto, stilata dalla Writers Guild of America.

    Gandolfini deve molto a I Soprano, come la HBO deve molto a Gandolfini e non è un caso che il network trasmetta ancora oggi le repliche del telefilm. In particolare, ogni mercoledì sera vengono trasmessi gli episodi su HBO Signature e quello della settimana prossima sarà accompagnato da un messaggio speciale. La rete ha infatti preparato un omaggio per ricordare l’attore:

    ‘La HBO piange la perdita di James Gandolfini, amatissimo membro della famiglia della HBO.’

    Lo stesso network dovrà poi decidere cosa fare con Criminal Justice, progetto in fase di sviluppo che avrebbe visto il ritorno sugli schermi proprio di Gandolfini. Adattamento in sette parti dell’omonima serie british del 2008, il progetto era stato inizialmente scartato dalla dirigenza, per poi essere ripescato e trasformato in una miniserie. L’attore scomparso ricopriva il ruolo di Jack Stone, un bistrattato avvocato d’ufficio alle prese con casi e clienti piuttosto difficili. Il destino della serie tv è ora appeso a un filo, anche se di essa era stato realizzato unicamente il pilot.

    Gandolfini stava inoltre lavorando alla produzione della comedy Taxi-22 per la CBS e ad altre due collaborazioni con la HBO.