La Giostra sul Due si allunga: Valerio Merola premiato dagli ascolti

La Giostra sul Due si allunga: Valerio Merola premiato dagli ascolti

La Giostra sul Due raddoppia, aggiungendo un'ora di programmazione: gongola Valerio Merola, che ora accarezza l'idea di un format di prima serata sugli imitatori dedicato all'amico Gigi Sabani

    La critica lo massacra, gli ascolti lo premiano: Valerio Merola si prende la sua prima soddisfazione aggiungendo un’ora alla sua Giostra sul Due che da oggi ha visto un segmento in più, in onda dalle 10.15 alle 11.15, intitolato Aspettando La Giostra sul Due. ”In una sola settimana La Giostra sul Due è passata dal 4 al 7% di share, praticamente raddoppiando gli ascolti”, ha detto gongolante Merola. Certo, la controprogrammazione non può dirsi delle più agguerrite.

    La Giostra sul Due raddoppia per la gioia del conduttore Valerio Merola: da oggi e fino al 5 settembre, data di conclusione del programma, al consueto appuntamento in onda dalle 11.15 si è aggiunto un’anteprima, Aspettando La Giostra sul Due, segmento itinerante che vedrà Merola in giro per la Calabria, che fa da location al programma, per presentare un’eccellenza enogastronomica del territorio.

    Merola, a questo punto, ci crede e ringrazia i dirigenti Rai e gli autori, su tutti Luigi De Filippis (ideatore del programma e ‘padre’ del polpo Miranda): “Un plauso va in primis ai dirigenti della Rai per aver scommesso su un nuovo format – ha dichiarato entusiasta Merola – in un momento del palinsesto generalmente affollato da repliche, dimostrando così che la tv di qualità non va in vacanza“. E ci perplime il riferimento alla ‘Tv di qualità’ (aiuto!).

    Forte di questo successone ferragostano, probabilmente alimentato non solo dal deserto estivo della tv ma anche dal gran parlare che ne hanno fatto i critici, Merola rilancia per la stagione autunnale: ora sogna di portare in onda Io Imito, format sugli imitatori dedicato al ricordo del suo grande amico Gigi Sabani, che all’epoca fu coinvolto con lui nello scandalo dei presunti favori sessuali che tenne banco per mesi nella cronaca gossipara e giudiziaria italiana: perché rivangare quel binomio (certo scagionato) ora che Sabani non c’è più?

    359