La Gabbia, Paragone chiama in diretta Silvio Berlusconi [VIDEO]

La Gabbia, Paragone chiama in diretta Silvio Berlusconi [VIDEO]

La Gabbia: Gianluigi Paragone telefona in diretta a Silvio Berlusconi nella puntata del 30 ottobre 2013

    Paragone chiama Berlusconi in diretta

    Siamo abituati a vedere il contrario: Silvio Berlusconi che telefona in diretta tv. Stasera no: la ‘furbata’ l’ha fatta La Gabbia: Gianluigi Paragone ha telefonato a Palazzo Grazioli in diretta tv per parlare direttamente con il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi. E’ naturale credere che il conduttore avesse già messo in conto un secco rifiuto del Cavaliere ma l’attesa, in linea con la segreteria di Palazzo Grazioli – con tanto di musica stile operatore telefonico – ha fatto tutto il suo effetto sul pubblico in studio e a casa.

    E’ stato lo stesso Paragone ad ammettere pubblicamente la natura ‘precaria’ della telefonata: “Ce la giochiamo così, ragazzi“, ha detto il conduttore. Quindi, dopo circa due minuti di attesa, arriva dalla segreteria di Berlusconi la ‘sentenza definitiva’ per il conduttore e per il programma: “Il Presidente non rilascia nessuna dichiarazione”.

    Un effetto-sorpresa inaspettato nel salotto televisivo di La7 che, tra l’altro, ha ospitato stasera Antonio Di Pietro, rivale storico di Silvio Berlusconi, il giornalista de Il Fatto Quotidiano Peter Gomez e Lara Comi del Pdl.

    Più che a chiamate impossibili, fatte dai giornalisti ai politici che navigano in tv sulla cresta dell’onda, abbiamo assistito negli anni all’esatto contrario: a Silvio Berlusconi che – per più volte e ‘a sorpresa’ – è intervenuto in prima persona al telefono con i conduttori dei diversi talk show, qualche volta arrabbiato come da Santoro, altre contro Giovanni Floris a Ballarò o, altre ancora, più sereno ma fiume in piena al telefono per i microfoni di Bruno Vespa.

    la gabbia, chiamata fantasma di paragone a berlusconi

    Per questa puntata a scongiurare il calo di ascolti, pur fisiologico negli ultimi tempi per i talk show più differenti, non è stata né l’ennesima lite, dopo quella di apertura tra Marco Travaglio e Daniela Santanché, né accesi diverbi e improperi tra gli ospiti in studio. Ci ha pensato una telefonata-fantasma!

    paragone

    Per i motivi più disparati, va detto che l’appeal del pubblico rispetto ai talk-show si è ridotto. Lo dicono gli ascolti che archiviano i tempi d’oro del “Bunga Bunga” e del gossip della politica. L’impressione che abbiamo è che, per i vari talk show della generalista, più che ad un ingiustificato calo degli ascolti, siamo di fronte ad una “selezione naturale” che svela finalmente, dopo anni di luce riflessa, i meriti di chi ha portato in tv meccanismi vincenti e dibattito intelligente e chi, altrettanto, avrebbe preso spunto con scarso risultato.

    Insomma, Paragone ci ha provato. Gli è andata male.

    559

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI