La Fiat si scusa con la Cina per il nuovo spot “Lancia Delta” con Richard Gere (fotogallery e video)

La Fiat si scusa con la Cina per il nuovo spot “Lancia Delta” con Richard Gere (fotogallery e video)
da in Attualità, Informazione, Personaggi Tv, Spot, Video, Fiat
Ultimo aggiornamento:

    Un uomo sale in un’auto, ed in soli 30 secondi guida da Hollywood fino al Tibet per lasciare lo stesso segno che ha impresso nella Walk of Fame, l’impronta delle mani, anche nelle immacolate nevi tibetane; un gruppo di piccoli monaci tibetani lo accoglie festante, e l’uomo, assieme ad un giovane monaco, posa le mani sulla neve, lasciando le impronte vicine, con tanto di scambio di sorrisi.

    Può uno spot così idilliaco far infuriare il popolo cinese? Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani cinesi sì, visto che l’uomo in questione è il famoso attore americano Richard Gere, un noto buddista che ha più volte sposato la causa tibetana: in un’intervista di qualche tempo fa, l’attore americano aveva affermato come “le autorità cinesi si stanno comportando in Tibet come quelle della Birmania, reprimendo manifestanti pacifici e non solo monaci e suore“.

    Dopo lo “scandalo indiano” per aver baciato la vincitrice inglese del Big Brother, Shilpa Shetty, Richard Gere, e la Fiat, finiscono nel mirino della Cina: al popolo cinese non sarebbero piaciuti i giovani monici buddisti né, tantomeno, l’arancio delle bandiere del Tibet che si vedono nei 30 secondi dello spot. Sebbene di ufficiale non ci sia niente (la notizia, dicevamo, è trapelata attraverso alcuni quotidiani), la Fiat, per bocca di Sergio Marchionne, amministratore delegato, si scusa “con il governo e con tutto il popolo cinese”.

    Al gruppo Fiat, recita un comunicato stampa, è recentemente giunta notizia che la pubblicità della nuova lancia Delta potrebbe turbare la sensibilità del popolo cinese. La promozione e la pubblicità dei prodotti del gruppo sono collegate ad eventi e personaggi che hanno dato significativi contributi artistici a livello internazionale.

    Le scelte effettuate non hanno mai avuto nulla a che fare con ragioni politiche o con l’intenzione della Fiat di interferire con il sistema politico interno di nessun paese, tanto meno nei confronti della repubblica popolare cinese”.

    Nel caso di Gere, “la scelta è stata dettata dalla sua lunga ed illustre carriera artistica“, mentre la scelta del tema dello spot, “fatta della stesso Gereriflette l’impegno della Fiat “a sostegno della libertà di espressione artistica”, ma non va intesa “come un avallo del gruppo Fiat alle opinioni sociali e politiche dell’artista. Il gruppo FIAT, conclude il comunicato, riafferma la propria neutralità in merito a qualsiasi questione politica, sia essa nazionale o internazionale. Nel caso in cui la pubblicità della Lancia Delta possa aver dato origine a fraintendimenti circa una consolidata posizione di neutralità dell’azienda, il gruppo Fiat intende presentare le proprie scuse al governo della repubblica popolare cinese e al popolo cinese

    NUOVO SPOT NEW LANCIA DELTA CON RICHARD GERE – SPOT NEW LANCIA DELTA 2008

    Fotgallery: NewStreet

    600

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàInformazionePersonaggi TvSpotVideoFiat