La Fattoria 4, annullato il televoto settimanale

La Fattoria 4, annullato il televoto settimanale

Annullato il televoto settimanale de La Fattoria 4: la Casta ha nominato Morena Funari, immune per aver vinto la prova imunità

    La produzione de La Fattoria 4 ha deciso di invalidare il televoto settimanale che vedeva contrapposte Morena Funari e Marianne Puglia. La Casta, infatti, ha nominato la Funari nonostante avesse vinto la prova immunità. I soldi spesi per il televoto saranno riaccreditati.

    Passi pure che chi ha seguito la puntata, come noi con la nostra blogcronaca, non si sia accorto del pasticcio, ma è ingiustificabile che dell’immunità di Morena Funari non se ne siano resi conto né gli autori, né la conduttrice Paola Perego, tantomeno l’inviata Mara Venier. Una disorganizzazione simile non si era mai vista. In basso la nomination di Morena Funari.



    Del resto con un regolamento fatto ad personam (ricordiamo tutto quel che è stato fatto per dare la vittoria alla squadra di Ciro Petrone e far sì che entrasse in Casta) e delle prove immunità così confuse ed arzigogolate da non essere comprensibili è facile cadere in errore. Se rileggete anche la nostra blogcronaca, domenica scorsa Mara Venier fu del tutto incapace di chiarire la composizione delle due squadre in gara: a casa – complice anche l’ora e l’assoluta assurdità del giochino (con quattro concorrenti in gioco, due a lottare per ottenere il risultato e due della squadra avversaria a dar fastidio) – non si è capito non solo chi stesse giocando, ma soprattutto per cosa. La missione sembrava essere solo quella dell’ingresso di un membro della squadra vincitrice nella Casta, orfana di Fabrizio Corona declassato a contadino da Armandino il Fazendero.

    In basso la prova.





    La cancellazione del televoto è l’emblema dell’assoluta disorganizzazione e superficialità di questo reality: fatta eccezione per un paio di concorrenti che sembrano credere davvero a quel che stanno facendo (uno su tutti Marco Baldini), tutti gli altri, autori, conduttrice e inviata in testa, danno costantemente l’impressione di essere lì ma di non sapere il perché. Indicazioni contraddittorie in diretta, tempi morti e improvvise accelerazioni dovute alla mancanza di tempo a fine puntata. È quello che è successo domenica, complice la lite tra Marina Ripa di Meana – appena uscita da un sospetto infarto – e Fabrizio Corona, che gliene ha dette di tutti i colori: alla fine le nomination sono state raffazzonate (senza neanche indicazione della motivazione) per riuscire a chiudere entro le 00.15.



    Ma anche questo è sintomo di una cattiva gestione della scaletta, dei tempi, del programma in sé, che appare sempre di più come un costoso teatrino per le gesta di Corona. Il quale, stando a quanto rivelato da Alfonso Signorini su Chi, ha con sé il cellulare e non esita ad utilizzarlo, in barba al ‘regolamento’. Lo stesso Signorini ha assistito ad una telefonata dal Brasile di Corona. Il direttore di Chi avanza il sospetto che si tratti di una manovra per essere squalificato; noi riteniamo che sia solo uno dei tanti Bonus concessi a Corona per farlo partecipare al reality. Del resto in diretta lui ha ammesso candidamente di aver accettato a fronte di alcune tutele. Senza di lui questo reality può almeno fregiarsi del titolo di trash, altrimenti sarebbe solo un inutile carrozzone.

    826

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI