La CW rischia la cancellazione, mentre Ian Ziering firma un contratto con MySpace

La CW rischia la cancellazione, mentre Ian Ziering firma un contratto con MySpace

a dispetto di “Gossip Girl”, la CW rischia di scomparire, visto che nell’ultimo periodo il network ha perso il 28 % degli ascoltatori compresi tra i 18 e i 34 anni e, più in generale, il 22 % dell’audience complessiva

da in 90210, Attualità, CBS, CW, Gossip Girl, Personaggi Tv, Serie Tv, Serie TV Americane, Web, Beverly-Hills-90210, myspace, spin-off
Ultimo aggiornamento:

    cw logo

    Non ci occupiamo di tv americana se non quando parliamo di serie tv made in Usa, ma la notizia della probabile scomparsa della CW va senz’altro data perché molte serie trasmesse dal canale americano arrivano anche da noi: a dispetto di una serie di successo come “Gossip Girl“, la rete rischia infatti di scomparire, visto che nell’ultimo periodo il network ha perso il 28 % degli ascoltatori compresi tra i 18 e i 34 anni e, più in generale, il 22 % dell’audience complessiva.

    Se la scomparsa diventasse ufficiale, per la CW sarebbe un destino alquanto beffardo, visto che la rete è nata nella stagione 2006/2007 dalla fusione di altri due network, UPN e The WB, anche loro alle prese con problemi di ascolti. Come ha spiegato Steven Kalb, direttore della MediaHub, “attendevamo di vedere gli upfronts del prossimo anno, e dopo averli visti, possiamo dire che il network è molto in forse”: Gossip Girl da sola non può reggere i costi di un’intera rete, e l’anno prossimo se ne andranno (probabilmente) Smallville e Reaper, mentre è tutto da verificare l’impatto sul pubblico di nuovi programmi come 90210. L’audience della CW è inoltre giovane, e più che guardare la TV preferisce navigare su internet: “Senza significativi progressi nella stagione 2008/09, conferma una fonte anonima della rete, è probabile che i più grandi investitori lasceranno la barca”: tra questi, la CBS (che prima della fusione controllava la UPN, ndr), che, come ha spiegato Nancy Tellem, presidente della CBS Paramount Network Television Entertainment Group, non si aspettava “così tante e grandi difficoltà come quelle che stanno emergendo attualmente”. La Nielsen, forse per anticipare le critiche, vedi anche recente caso Jericho, fa sapere di ritenere che i suoi rilevamenti “danno un quadro esatto di quante persone guardino la rete”, anche se “stiamo lavorando con il network e con tutti i nostri clienti per migliorare la qualità delle nostre misurazioni”.

    ian ziering

    Ed a proposito di CW, 90210 e internet, uno dei protagonisti di Beverly Hills 90210, Ian Ziering, difficilmente apparirà nello spinoff: ‘Steve Sanders’ ha infatti firmato un contratto con MySpace per la creazione di una serie via web che verrà trasmessa proprio sul celebre sito di social network: gli webisodes saranno basati su un cortometraggio da lui prodotto, diretto e interpretato nel 2006, “Man vs.

    Monday”, e parleranno delle difficoltà lavorative di un impiegato che torna al lavoro di lunedì dopo un fine settimana di follia. “Ho scelto di sviluppare un progretto su My Space perché l’unica costante dell’industria dell’intrattenimento è il cambiamento, ha spiegato Ziering nella conferenza stampa, e oggi come oggi credo il mondo digitale rappresenti una grande opportunità per i produttori che sanno comprenderla. Sto lanciando una mia compagnia di produzione digitale, la iMan Productions, per trarre tutti i vantaggi da quello che il mondo del digitale ci offre”.

    645

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN 90210AttualitàCBSCWGossip GirlPersonaggi TvSerie TvSerie TV AmericaneWebBeverly-Hills-90210myspacespin-off