La copertina di Crozza a Ballarò del 13/12/2011: le tasche e le caste degli italiani (video)

La copertina di Crozza a Ballarò del 13/12/2011: le tasche e le caste degli italiani (video)

Il video della copertina di Maurizio Crozza a Ballarò del 13/12/11: tra tagli alle pensioni e sprechi della casta c'è spazio per Scilipoti e Berlusconi

    Inizia seriamente la copertina di Maurizio Crozza a Ballarò del 13/12/2011: Maurizio Crozza si era preparato sull’approvazione parlamentare del decreto Monti, slittata però al 22, e pertanto si dice spiazzato. Ma ‘recupera’ subito, tornando sui contenuti della manovra economica di Monti, che ha ‘sistemato’ queli pericolosi banditi con il bastone, i pensionati. Tra mani nelle tasche degli italiani e caste intonse, Crozza sposta poi il suo interesse su Antonio Di Pietro, leader dell’Italia dei Valori. In alto il video di Crozza a Ballarò del 13/12/11.

    Prendendo spunto dalle ultime trovate di Mimmo Scilipoti e dell’on. Razzi, Crozza si rivolge a Di Pietro, ospite stasera del talk di Giovanni Floris: Razzi e Scilipoti li ha portati lei in Parlamento…. ma come min**ia li sceglie i candidati?
    E a proposito di candidati, la vexata quaestio della riduzione delle loro indennità, argomento caldo nei bar italiani, torna anche in diretta su RaiTre: Giova, ma ti rendi conto? Gli stipendi dei parlamentari li decidono i parlamentari… è come chiedere a Berlusconi di trombare di meno! ‘Sì, poi da gennaio… eh…. Scilipoti piuttosto si taglia un piede.

    Eh, il Cavaliere resta sempre sulla cresta dell’onda.

    La chiosa è dedicata agli scandali del San Raffaele, alla gestione allegra di Don Verzé: Giova, ma lo sai che al San Raffaele c’era una voliera con i pappagalli? E’ l’unico ospedale italiano dove c’erano i pappagalli veri! E poi aveva fatto costruire una cupola sul tetto dell’ospedale…. beh, tra Don e la Cupola potevamo pure capire qualcosa: tra ville in Sardegna ed elicotteri Don Verzé faceva la stessa vita di Briatore, solo che Briatore era un po’ più morigerato.

    In tutto questo meno male che c’è Bossi – aggiunge Crozza – che dice che Berlusconi è un comunista e che annuncia che la Padania farà la propria moneta, il verdone padano. Un Bossi varrà 10 Maroni, un Maroni 10 Trota e un Trota 10 neuroni… se li trovi. Beh, i politici italiani, anche senza Berlusconi, offrono sempre ottimi spunti.

    362

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BallaròMaurizio CrozzaVideo