La Clerici alla Prova del Cuoco? Alla Rai non conviene

La Clerici alla Prova del Cuoco? Alla Rai non conviene

Chi condurrà la prossima edizione de La Prova del Cuoco? Fabrizio Del Noce, direttore di RaiUno in scadenza di mandato, ha già lanciato la candidatura di Elisa Isoardi

    Il ritorno di Antonella Clerici a La Prova del Cuoco non è economicamente conveniente per la Rai. Il Giornale fa due conti in tasca all’azienda e si interroga sul futuro della Clerici ai fornelli di RaiUno. Per adesso la bionda neomamma si consola con Ti Lascio una Canzone, al via il 4 aprile. In alto l’annuncio della nascita della sua bambina durante il 59° Festival di Sanremo.

    Antonella Clerici si sta godendo la sua nuova esperienza di madre: la sua Maelle è nata lo scorso 21 febbraio e come ricorderete l’annuncio del lieto evento fu dato in diretta tv dal palcoscenico dell’Ariston, complice l’amico Paolo Bonolis che si collegò telefonicamente con lei, a poche ore dal parto.

    Ma Antonella non ha mai smesso di guardare al suo futuro.

    Irritata prima dall’uscita di scena anticipata dalla sua Prova del Cuoco, poi dalle dichiarazioni irrispettose della giovane ‘erede’ Elisa Isoardi – che ne ha preso il posto – e del velato ‘licenziamento’ avanzato da Fabrizio Del Noce, Antonella ha già minacciato un passaggio a Mediaset con tutto il format de La Prova del Cuoco considerata anche la prossima scadenza (giugno) del suo contratto con la Rai.

    Molto del destino di Elisa Isoardi e di Antonella Clerici dipenderà dal nuovo direttore di RaiUno: Fabrizio Del Noce potrebbe non essere confermato dopo 7 anni di direzione dell’Ammiraglia Rai. Ma facendo due conti la sostituzione con Elisa Isoardi ha permesso alla Rai di risparmiare un po’ di soldi. Il contratto con la Clerici costa alla Rai (al lordo) un milione e mezzo di euro l’anno, la Isoardi più o meno centomila euro (anche se dall’articolo de Il Giornale non si capisce se la cifra sia riferita al semestre di conduzione de La Prova del Cuoco o ad altro) e i risultati di ascolto sono più o meno simili: dal 15 dicembre al 1° marzo il programma ha totalizzato una media del 22,8% di share con 2.946.000, mentre la Clerici nell’analogo periodo dell’anno precedente (dal 17 dicembre 2007 al 3 marzo 2008) ha raccolto il 22,6% con 2 milioni 827mila spettatori). La Isoardi ha fatto quindi anche qualcosa in più.

    Di certo non basta solo una ‘partita doppia’ per decidere di mettere alla porta uno dei personaggi più amati dal pubblico, tanto più che ha sempre servito fedelmente l’Azienda, accettando salti nel buio (poi rivelatisi un successo) come Ti lascio Una Canzone e Tutti Pazzi per la Tele. C’è ancora da aspettare per sapere chi tornerà a settembre a La Prova del Cuoco: le variabili in gioco sono molte.

    537